Sing Sing (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sing Sing
Sing Sing (film).jpg
Marina Suma e Adriano Celentano in una scena tratta dall'episodio Boghi
Paese di produzioneItalia
Anno1983
Durata110 min
Rapporto1,85:1
Generecommedia
RegiaSergio Corbucci
SoggettoFranco Ferrini
Enrico Oldoini
SceneggiaturaSergio Corbucci
Franco Ferrini
Enrico Oldoini
ProduttoreMario Cecchi Gori
Vittorio Cecchi Gori
Distribuzione in italianoC.E.I.A.D.
FotografiaSandro D'Eva
MontaggioRuggero Mastroianni
MusicheArmando Trovajoli e Adriano Celentano (tema Il ragazzo della via Gluck)
ScenografiaMarco Dentici
CostumiClelia Gonsalez
TruccoGiulio Mastrantonio
Interpreti e personaggi
Prologo

Primo episodio

Secondo episodio

Doppiatori italiani

Sing Sing è un film del 1983, diretto dal regista Sergio Corbucci.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il film riprende il collaudato format di Qua la mano e Culo e camicia, suddividendosi in due episodi.

[modifica | modifica wikitesto]

I due attori comici Enrico Montesano e Adriano Celentano, all'anteprima del loro ultimo film: Sing Sing. Insoddisfatti del risultato finale, propongono due alternative al produttore cinematografico.

Episodio 1: Edoardo[modifica | modifica wikitesto]

Edoardo Mastronardi, un meccanico romano con il culto dell'Inghilterra, scopre, oramai trentenne, che i suoi veri genitori sono il barone Orfeo della Torre, un nobiluomo di Frascati, caduto nella miseria più totale, ex donnaiolo incallito ormai in punto di morte, e una prostituta inglese, soprannominata dalle colleghe la Regina d'Inghilterra a causa dei suoi modi raffinati e aristocratici. A causa di un'incomprensione, Edoardo crede di essere invece il figlio illegittimo della vera sovrana inglese e, pertanto, vola a Londra nel tentativo di conoscerla, cosa che avverrà nel più curioso dei modi: la salverà involontariamente da un attentato. La Regina, riconoscente, ospita Edoardo a palazzo e, affascinata, tenta di sedurlo. Lui, convinto di esserne il figlio, respinge le avance della sovrana facendo una brutta figura. Rientrato a Roma viene chiarito l'equivoco ed a quel punto Edoardo tornerà dalla donna e si riscatterà prima di tornare in Italia.

Episodio 2: Boghi[modifica | modifica wikitesto]

Un dispotico e burbero tenente di polizia, Alfredo Boghi, deve proteggere la giovane attrice di pellicole sexy-horror Linda dalle molestie telefoniche di un misterioso maniaco. Dopo un primo incontro burrascoso e nonostante i suoi atteggiamenti indisponenti, subito tra i due sboccia una forte attrazione, al punto che quando "Boghi" scoprirà che il fantomatico maniaco altri non è che il suo vicino di casa Oscar, un giovane squilibrato e disoccupato, ma palesemente inoffensivo, deciderà di non denunciarlo a patto che collabori con lui per conquistare definitivamente il cuore della bella Linda.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema