I mali del secolo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
I mali del secolo
ArtistaAdriano Celentano
Tipo albumStudio
Pubblicazione5 maggio 1972
Dischi1
Tracce10
GenerePop
EtichettaClan Celentano BFM 701
ProduttoreMiki Del Prete
Adriano Celentano - cronologia
Album successivo
(1973)

I mali del secolo è un album di Adriano Celentano pubblicato il 5 maggio 1972.

L'album[modifica | modifica wikitesto]

Questo è un disco molto importante nella discografia di Adriano Celentano: è infatti il primo in cui il cantautore firma, oltre che tutte le musiche, anche tutti i testi (tranne due), anche se è presumibile che anche nel passato, soprattutto per i testi firmati da Beretta e Del Prete, Celentano non abbia fatto mancare il suo contributo.
Un'altra caratteristica peculiare del disco è negli argomenti affrontati: sono infatti, quasi tutti, brani impegnati, in cui Celentano esprime il suo punto di vista su vari argomenti.
Ma anche nelle sonorità è un disco che accenna a strade nuove per lui: collaborano infatti al disco due musicisti del gruppo Il Balletto di Bronzo, Gianni Leone alle tastiere e Giancarlo Stinga alla batteria, mentre ai cori c'è una non ancora famosa Giuni Russo.
L'album si apre con una cover, Ready Teddy, quasi a volersi riallacciare alle sue radici rock'n'roll, a cui segue la prima canzone tematica, pubblicata anche su 45 giri: Un albero di trenta piani in cui Celentano riprende un tema per lui ormai consueto, quello dell'ecologia, e attacca la speculazione edilizia e l'inquinamento, prendendosela in particolare, nel finale della canzone, con il grattacielo Pirelli di Milano (che ha, appunto, trenta piani).
La canzone viene anche pubblicata in spagnolo con il titolo Un arbòl de 30 pisos (sul retro vi è Ready teddy) per il mercato spagnolo e latinoamericano.
Il retro del 45 giri italiano è invece Forse eri meglio di lei, sulla crisi della coppia, che è il terzo brano del disco, seguito dall'allegra La ballata di Pinocchio.
Nella canzone finale del lato A, Disse, riaffiora il Celentano predicatore che addirittura si immedesima in Dio e, rivolgendosi agli uomini, li incita a non preoccuparsi solo di accumulare denaro e ricchezze.
Abbiamo poi l'animalista L'ultimo degli uccelli e La siringhetta, canzone sulla droga (una delle prime in Italia ad affrontare questo argomento).
I due brani finali, in realtà, sono due versioni diverse della stessa canzone, Quel signore del piano di sopra: la prima anticipa di qualche mese quello che sarà il suo successo di fine anno, e cioè Prisencolinensinainciusol, essendo cantata in lingua celentana, cioè un linguaggio inventato vicino al finto inglese, mentre lo stesso brano è poi eseguito in italiano, con un testo in cui quel signore del piano di sopra è identificato con Dio (che riappare per la seconda volta nei testi dell'album).
Gli arrangiamenti e le direzioni d'orchestra furono da Celentano affidate: Ready Teddy a Nando De Luca. La ballata di Pinocchio e Quel signore del piano di sopra a Natale Massara. L'albero di trenta piani - Disse - La siringhetta - Forse eri meglio di lei - l'ultimo degli uccelli a Detto Mariano che, per l'esecuzione dei propri arrangiamenti, chiese la cortesia a Giancarlo Stinga e a Gianni Leone del gruppo prog "Il Balletto di Bronzo", per il quale stava collaborando in quei giorni alla realizzazione del loro LP Ys, di intervenire in veste di esecutori. Fu proprio durante la realizzazione di Ys che Detto Mariano chiese a Giuni Russo (in quell'occasione in veste di corista) di partecipare alla realizzazione dell'arrangiamento del brano "La siringhetta".

In copertina vi è una fotografia di Celentano seduto in mezzo a una metropoli in miniatura, con un pallido sole sullo sfondo.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Ready Teddy (testo e musica di Robert Blackwell e John Marascalco)
  2. Un albero di trenta piani (testo e musica di Adriano Celentano)
  3. Forse eri meglio di lei (testo e musica di Adriano Celentano)
  4. La ballata di Pinocchio (testo e musica di Adriano Celentano)
  5. Disse (testo e musica di Adriano Celentano)
  6. La siringhetta (testo e musica di Adriano Celentano)
  7. L'ultimo degli uccelli (testo e musica di Adriano Celentano)
  8. Quel signore del piano di sopra - versione in lingua celentana e italiana (testo e musica di Adriano Celentano, Luciano Beretta, Miki Del Prete)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica