Zum Zum Zum - La canzone che mi passa per la testa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Zum Zum Zum - La canzone che mi passa per la testa
Little Tony e Isabella Savona.jpg
Little Tony e Isabella Savona in una scena del film
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno1968
Durata102 min
Generecommedia
RegiaBruno Corbucci, Sergio Corbucci
SoggettoLuciano Ferri, Bruno Corbucci, Mario Amendola
SceneggiaturaLuciano Ferri, Bruno Corbucci, Mario Amendola
ProduttoreSergio Bonotti
Casa di produzioneMondial TE-FI
Distribuzione (Italia)Titanus
FotografiaFausto Zuccoli
MontaggioLuciano Anconetani
MusicheWilly Brezza
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Zum Zum Zum - La canzone che mi passa per la testa è un film del 1968, diretto da Bruno e Sergio Corbucci; il titolo trae spunto dall'omonima canzone, sigla di Canzonissima nello stesso anno, lanciata da Sylvie Vartan e Mina.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'assicuratore napoletano Peppino Bertozzini vive a Roma con la moglie, cantante d'operetta mancata, e i figli Carletto e Tony, il quale ama Rosalia; il padre della ragazza però vuole farla sposare con Luigino Monticelli, figlio benestante della padrona di casa.

Intanto Carletto va spesso a trovare un suo compagno gravemente malato che ha bisogno di essere operato da un chirurgo che lavora a Città del Capo; la sua famiglia però non può permettersi il viaggio, troppo costoso, e Carletto per aiutare l'amico partecipa al Cantabimbo, un concorso canoro per bambini che Carletto vince brillantemente, e con il premio di mezzo milione di lire paga il viaggio.

Intanto Tony rapisce Rosalia e, dopo alcune avventure, il padre della ragazza acconsente alle nozze.

Le canzoni[modifica | modifica wikitesto]

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha avuto un seguito l'anno seguente, Zum Zum Zum nº 2, diretto da Bruno Corbucci.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema