Miami Supercops (I poliziotti dell'8ª strada)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Miami SuperCops (I poliziotti dell'8ª strada)
Miami Supercops.jpg
Terence Hill, Bud Spencer e Rhonda S. Lundstead in una scena del film
Titolo originaleMiami SupercCops
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1985
Durata97 min
Rapporto1,78:1
Generepoliziesco, azione, commedia
RegiaBruno Corbucci
SoggettoLuciano Vincenzoni, Bruno Corbucci
SceneggiaturaLuciano Vincenzoni, Bruno Corbucci
ProduttoreJosi W. Konski
Distribuzione in italianoColumbia Pictures e TriStar Pictures
FotografiaSilvano Ippoliti
MontaggioDaniele Alabiso
MusicheLa Bionda
ScenografiaKlaus Kolb
CostumiFranco Carretti
TruccoLuciano Giustini
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Miami Supercops (I poliziotti dell'8ª strada) è un film del 1985 diretto da Bruno Corbucci e interpretato da Bud Spencer e Terence Hill.

È il quindicesimo dei 16 film interpretati dalla coppia Bud Spencer e Terence Hill.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Doug Bennet e Steve Forrest sono due grandi amici; il primo lavora per l'FBI, a New York, mentre il secondo ha lasciato il corpo poiché nauseato dalla burocrazia della giustizia e ha aperto una scuola per piloti di elicotteri a Tampa. Un caso richiede la bravura dei due agenti: un ex galeotto, Joe Garret, esce di prigione per andare a Miami. Nove anni prima, insieme ad altri complici, aveva compiuto una rapina con un bottino di venti milioni di dollari a una banca di Detroit. Nessuno ha mai scoperto dove sia finito il denaro: bisogna seguire Garret per scoprirne di più.

Doug e Steve, che lo avevano fatto arrestare nove anni prima, dovrebbero ora riaprire e concludere il caso, ma Steve non vuol saperne di rientrare nella polizia, e Garret viene ucciso rendendo le cose ancora più difficili. Con uno stratagemma Doug persuade Steve a interessarsi al caso e iniziare l'inchiesta vera e propria. Sulle tracce dell'ucciso i due amici scoprono tutto l'intrigo, aiutati da Irene e Annabelle, da Charro, un indiano affezionato a Garret, e dal loro capo Tanney. Garret, prima di morire, ha lasciato una prova inconfutabile della colpevolezza di Robert Delmann, un ricco e stimato uomo d'affari di Miami che in realtà altri non è che Ralph Duran, uno dei suoi complici. Tutto si conclude bene per i due super agenti e per Tanney.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Nel mercato statunitense il film fu distribuito anche con il titolo di Trinity: Good Guys & Bad Guys, in formato videocassetta e DVD,[1] per richiamarsi ai personaggi de Lo chiamavano Trinità.... Tale edizione in DVD ha circolato anche in Italia, ma con il titolo con il quale è conosciuto, per la Columbia TriStar home entertainment. Il master era ricavato da una precedente edizione in videocassetta per gli Stati Uniti d'America. Il formato era 1.33:1, standard TV. Il sottotitolo italiano i poliziotti dell'8ª strada fa riferimento alla traduzione del precedente titolo previsto per l'edizione statunitense, che era 8 street cops, modificato poi prima della distribuzione ufficiale in Miami SuperCops, per cavalcare l'onda del successo del film Beverly Hills Cop e della nota serie televisiva Miami Vice.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Il film si è classificato al 97º posto tra i primi 100 film di maggior incasso della stagione cinematografica italiana 1985-1986.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 3 strepitose curiosità sul film "Miami Supercops - I poliziotti dell'8ª strada" - Pagina 2, su YouMovies.it, 1º febbraio 2017. URL consultato il 30 aprile 2017 (archiviato dall'url originale il 27 settembre 2017).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema