Elezioni regionali nel Lazio del 2013

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Elezioni regionali nel Lazio del 2013
Stato Italia Italia
Regione Lazio Lazio
Data 24, 25 febbraio 2013
Nicola Zingaretti - Festa Unità Roma 2012.JPG Francesco Storace.jpg
Candidati Nicola Zingaretti Francesco Storace
Partito Partito Democratico La Destra
Coalizione Centro-sinistra Centro-destra
Voti 1 330 398
40,65 %
959 685
29,32 %
Seggi
28 / 49
13 / 49
Lazio 2013 Partiti.png
Lazio 2013 Coalizioni.png
Presidente uscente
Renata Polverini (Indipendente)
Left arrow.svg 2010 2018 Right arrow.svg

Le elezioni regionali laziali del 2013 si sono tenute il 24 e 25 febbraio 2013[1] a seguito delle dimissioni del consiglio regionale. Al termine dello scrutinio è risultato eletto Presidente della Regione Nicola Zingaretti (Partito Democratico) con il 40,65% dei voti contro il 29,32% ottenuto dal candidato di centrodestra Francesco Storace.

Cronologia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la prima candidatura a presidente, che è quella di Nicola Zingaretti, ex presidente della Provincia di Roma, per il Partito Democratico, il 9 dicembre 2012 arriva la candidatura di Francesco Storace, leader de La Destra e già presidente della regione dal 2000 al 2005[2].

Sempre il 9 dicembre 2012 viene ufficializzata la candidatura a presidente per il Movimento 5 Stelle di Davide Barillari attraverso il blog di Beppe Grillo[3].

Il 10 dicembre 2012 anche il segretario della Fiamma Tricolore Luca Romagnoli decide di annunciare la candidatura per la Fiamma dell'avvocato Giuseppe La Bella a presidente della regione.[4].

Il 16 dicembre 2012 il movimento CasaPound Italia, che fin da settembre aveva dichiarato la sua partecipazione alle regionali, presenta il suo candidato, il vicepresidente Simone Di Stefano.[5]

Il 14 gennaio 2013 Silvio Berlusconi annuncia che Francesco Storace è il candidato di tutto il centrodestra[6].

Per la coalizione di Monti la candidata sarà Giulia Bongiorno, mentre per "Rivoluzione Civile" dell'ex pm Antonio Ingroia il candidato è Sandro Ruotolo, giornalista televisivo e volto noto del programma Servizio Pubblico.[7]

Il 31 gennaio il Tar del Lazio ha riammesso alla competizione elettorale la Lista Amnistia Giustizia Libertà.[8] Il candidato presidente è Giuseppe Rossodivita.

I candidati alla presidenza[modifica | modifica wikitesto]

Risultati elettorali[modifica | modifica wikitesto]

Su 4.757.508 elettori hanno votato in 3.423.284 ovvero il 71,95 %; In base ai risultati del voto[20] viene eletto presidente Nicola Zingaretti.

Lazio.svg
Liste Voti  % Seggi Candidati Voti  %
PartitoDemocratico.svg Partito Democratico 834 237 29,71 14[21] Nicola Zingaretti
(Per il Lazio)
1 330 398 40,65
No immagine disponibile.svg Lista civica Nicola Zingaretti Presidente 126 646 4,51 2
Sinistra Ecologia Libertà.svg Sinistra Ecologia Libertà 103 691 3,69 1
Simbolo partito socialista italiano 2007.svg Partito Socialista Italiano 55 588 1,98 1
Centro Democratico.svg Centro Democratico 48 747 1,73 1
Totale liste collegate 1 168 909 41,63 19
Seggi regionali 10
Totale seggi coalizione 29
Il Popolo della Libertà.svg Il Popolo della Libertà 595 212 21,20 9 Francesco Storace
(Lazio 2013)
959 685 29,32
FDI CN.png Fratelli d'Italia - Centrodestra Nazionale 107 730 3,83 1
La Destra.PNG La Destra 94 113 3,35 1
No immagine disponibile.svg Lista Storace Presidente 45 997 1,63 1
No immagine disponibile.svg Lega Centro 32 979 1,17 -
No immagine disponibile.svg Federazione dei Cristiano Popolari 18 176 0,64 -
No immagine disponibile.svg Movimento Cittadini e Lavoratori 10 959 0,39 -
No immagine disponibile.svg Moderati in Rivoluzione 8 213 0,29 -
Grande-sud.svg Grande Sud 3 905 0,13 -
No immagine disponibile.svg No immagine disponibile.svg Fronte Verde - Tutti insieme per l'Italia 2 021 0,07 -
No immagine disponibile.svg No immagine disponibile.svg Rinnovatori Liberali - Rete Liberal 1 083 0,03 -
No immagine disponibile.svg Alleanza di Centro 463 0,01 -
Totale liste collegate 920 851 32,80 12
Seggi regionali 1
Totale seggi coalizione 13
MoVimento 5 Stelle Logo vettoriale.svg Movimento 5 Stelle 467 215 16,64 7 Davide Barillari
(Movimento 5 Stelle)
661 865 20,22
Bongiorno Presidente Scelta Civica.svg Unione di Centro.svg Futuro e Libertà logo.png (SC - UdC - FLI) 124 238 4,42 2 Giulia Bongiorno
(Lista Civica per Bongiorno Presidente)
154 986 4,73
No immagine disponibile.svg Rivoluzione Civile 58 682 2,09 - Sandro Ruotolo
(Rivoluzione Civile)
71 219 2,17
No immagine disponibile.svg CasaPound Italia 18 487 0,65 - Simone Di Stefano
(CasaPound Italia)
26 057 0,79
Logo Fare per fermare il declino.png Fare per Fermare il Declino 14 315 0,50 - Alessandra Baldassarri
(Fare per Fermare il Declino)
18 772 0,57
No immagine disponibile.svg Lista Amnistia Giustizia Libertà 10 956 0,39 - Giuseppe Rossodivita
(Lista Amnistia Giustizia Libertà)
10 953 0,44
Forza Nuova.svg Forza Nuova 7 774 0,27 - Roberto Fiore
(Forza Nuova)
12 168 0,37
No immagine disponibile.svg Fiamma Tricolore-Destra Sociale 7 464 0,26 - Luca Romagnoli
(Fiamma Tricolore-Destra Sociale)
11 247 0,34
LogoPcl.jpg Partito Comunista dei Lavoratori 5 886 0,20 - Luigi Sorge
(Partito Comunista dei Lavoratori)
8 980 0,27
No immagine disponibile.svg Rete dei Cittadini 2 536 0,09 - Giuseppe Strano
(Rete dei Cittadini)
2 802 0,08
Totale alle liste 2 807 313 51 Totale ai candidati 3 272 746
Schede bianche 50.054 1,46
Schede nulle 99.262 2,89
Schede contestate e non assegnate 1.222 0,03
Totale dei voti 3 423 284

Note[modifica | modifica wikitesto]