Luca Romagnoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Luca Romagnoli

Eurodeputato
Durata mandato 20 luglio 2004 –
13 luglio 2009
Circoscrizione Italia meridionale

Segretario Nazionale del Movimento Sociale - Fiamma Tricolore
Durata mandato dicembre 2002 –
dicembre 2013
Predecessore Pino Rauti

Dati generali
Partito politico Fiamma Tricolore
Alma mater Università degli Studi di Roma "La Sapienza"
Professione Docente e Ricercatore universitario

Luca Romagnoli (Roma, 12 settembre 1961) è un politico e docente italiano, segretario nazionale del Movimento Sociale - Fiamma Tricolore dal 2002 al 2013.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Laureato in geografia, è ricercatore per il settore scientifico disciplinare di geografia dell'Università La Sapienza di Roma.

Giovanissimo si iscrive alla famosa sezione MSI "Prati" di via Ottaviano, 9 a Roma, diventandone un dirigente giovanile del Fronte della Gioventù. Poi aderisce al Movimento Sociale Fiamma Tricolore di Pino Rauti. La sua figura emerge nel terzo congresso nazionale della Fiamma, nel febbraio 2002, che porta alla ribalta l'esistenza di due opposte correnti. Romagnoli viene eletto segretario nazionale, mentre Rauti diviene presidente e garante dell'unità del movimento.

Nell'ottobre 2003, i militanti del partito vengono messi a conoscenza del conflitto di posizioni tra Rauti e Romagnoli e invitati ad effettuare una scelta di posizione netta tra le due componenti che non riescono più a convivere all'interno della medesima insegna. In quello stesso periodo, il Tribunale Civile di Roma accoglie un ricorso presentato da alcuni iscritti e stabilisce di invalidare l'elezione del comitato centrale adottato dall'assemblea della Fiamma nel 2000, che confermava Rauti come segretario del partito, e insieme a quello "tutti gli atti discendenti e connessi a tale congresso".

Pertanto viene messa in discussione tutta la validità degli organi del partito, segreteria e presidenza. Rauti e Romagnoli si appellano entrambi alle loro prerogative e si espellono paradossalmente a vicenda dal partito, fin quando si cerca l'intesa nell'organizzazione di un congresso straordinario per febbraio del 2004, dove la tesi di Romagnoli si presenta maggioritaria.

Pochi mesi più tardi, alle elezioni europee, la Fiamma raccoglie lo 0,7% dei voti. Romagnoli è eletto e riceve, in tutta Italia, circa 8.500 preferenze personali. Non aderisce ad alcun gruppo parlamentare europeo. Diviene membro della Commissione per i trasporti e il turismo; della Commissione per l'occupazione e gli affari sociali; della Delegazione per le relazioni con il Mercosur. Resta eurodeputato fino al 2009.

Nel 2005, per le elezioni regionali, stringe un accordo con Alternativa Sociale di Alessandra Mussolini, tuttavia senza successi, e nel 2006, per le elezioni politiche, si allea con la Casa delle Libertà, senza ottenere parlamentari nazionali.

L'8 novembre 2013 il segretario Luca Romagnoli unitamente al segretario de La Destra Francesco Storace, al reggente di Futuro e Libertà Roberto Menia, alla coordinatrice di Io Sud Adriana Poli Bortone, a Domenico Nania dell'associazione Nuova Alleanza, ad Oreste Tofani dell'associazione Nazione Sovrana, ad Antonio Buonfiglio dell'associazione Il Popolo della Vita e all'editore del Giornale d'Italia Roberto Buonasorte, partecipa alla fondazione del Movimento per Alleanza Nazionale, federazione di partiti e movimenti di destra ispirati ad Alleanza Nazionale.

Il 9 dicembre 2013 il Comitato Centrale del partito sfiducia tuttavia Luca Romagnoli, reo di aver aderito all'iniziativa senza aver chiesto il parere dei membri dello stesso. Attilio Carelli accetta l'incarico di reggente. A seguito di tale espulsione Romagnoli fonda un nuovo movimento politico, Destra Sociale[1].

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Al via la Destra sociale di Romagnoli

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Segretario nazionale del Movimento Sociale Fiamma Tricolore Successore
Pino Rauti 2002 - 2013 Attilio Carelli