Elezioni regionali nelle Marche del 2010

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Elezioni regionali italiane del 2010
Stato Italia Italia
Regione Marche Marche
Data 28, 29 marzo 2010
Affluenza 62,77 % (Red Arrow Down.svg 6,49 %)
GianMarioSpacca.jpg No immagine disponibile.svg Massimo Rossi (politico).jpg
Candidati Gian Mario Spacca Erminio Marinelli Massimo Rossi
Partito Partito Democratico Il Popolo della Libertà Federazione della Sinistra
Coalizione Spacca Presidente Per le Marche Unione Democratica per le Marche
Voti 409.823
53,17 %
306.075
39,71 %
54.851
7,11 %
Seggi
26 / 44
15 / 44
2 / 44
Differenza % Red Arrow Down.svg 4,59 Green Arrow Up.svg 1,17 non presente
Differenza seggi Green Arrow Up.svg 2 Red Arrow Down.svg1 non presente
Marche 2010.PNG
Marche 2010 Coalizioni.png
Presidente uscente
Gian Mario Spacca (PD)
Left arrow.svg 2005 2015 Right arrow.svg

Le elezioni regionali italiane del 2010 nelle Marche si sono tenute il 28 e 29 marzo.

Il presidente uscente Gian Mario Spacca, sostenuto dal centro-sinistra, è stato riconfermato alla guida della regione col 53,17% dei suffragi, sconfiggendo l'esponente di centro-destra, Erminio Marinelli.

Tra le liste, il primo partito è stato Il Popolo della Libertà, che ha ottenuto il 31,20% dei voti, superando il Partito Democratico di poco più di 500 voti.

Legge elettorale[modifica | modifica wikitesto]

Come nelle altre regioni a statuto ordinario, le elezioni regionali sono state regolate dalla legge Tatarella, che prevedeva l'elezione diretta del Presidente della Regione, attribuendo l'80% dei seggi del Consiglio regionale su base proporzionale alle liste, esprimendo eventualmente un voto di preferenza, e il restante 20% con metodo maggioritario, attraverso i cosiddetti "listini".

La normativa nazionale, inoltre, prevedeva la possibilità del voto disgiunto tra liste e candidati, ma nelle Marche è stata abolita.

Composizione degli schieramenti e delle candidature[modifica | modifica wikitesto]

Le elezioni regionali del 2010 segnano un cambiamento negli schieramenti rispetto alle elezioni precedenti.

Il Centrosinistra e il Modello Marche[modifica | modifica wikitesto]

Le Marche sono una delle regioni in cui il Partito Democratico ha deciso di stringere un'alleanza con l'Unione di Centro. Tutto ciò ha comportato una rottura con i partiti della sinistra radicale, dando vita al cosiddetto Modello Marche, che è stato, poi, riproposto anche a livello locale in occasione delle elezioni amministrative negli anni successivi. Hanno aderito alla coalizione anche l'Italia dei Valori, Alleanza per l'Italia, i Verdi e il Partito Socialista Italiano, che si è presentato con il Movimento Repubblicani Europei e l'Unione Popolare Cristiana nella lista Alleanza Riformista. Infine, hanno partecipato anche le Liste Civiche Marche.

Il Centrodestra[modifica | modifica wikitesto]

Nel centrodestra, invece, il Popolo della Libertà ha deciso di concludere un'alleanza con la Lega Nord, La Destra, il Partito Repubblicano Italiano, il Movimento per l'Italia, il Movimento Autonomo Piceno e Italia Centro. Queste ultime quattro formazioni hanno presentato una lista comune, denominata Insieme per il Presidente.

La sinistra radicale[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la fine de L'Unione e l'apertura dei partiti di centrosinistra all'Unione di Centro, le formazioni della sinistra hanno deciso di correre da sole, presentando un candidato comune. L'alleanza di Unione Democratica per le Marche ha ricompreso, dunque, Sinistra Ecologia Libertà e la Federazione della Sinistra.

I candidati alla presidenza[modifica | modifica wikitesto]

Le candidature ammesse nella corsa alla presidenza della regione sono state tre:

Risultati elettorali[modifica | modifica wikitesto]

Candidati e Liste Voti % Seggi
Gian Mario Spacca (Spacca Presidente) 409.823 53,17 1
Partito Democratico 224.897 31,12 15
Italia dei Valori 65.536 9,07 4
Unione di Centro 41.989 5,81 3
Alleanza Riformista (PSI - MRE - UPC) 19.701 2,73 1
Alleanza per l'Italia 14.554 2,01 1
Federazione dei Verdi 12.641 1,75 1
Liste Civiche Marche 6.274 0,87 -
Erminio Marinelli (Per le Marche) 306.075 39,71 1
Il Popolo della Libertà 225.472 31,20 12
Lega Nord 45.726 6,33 2
Insieme per il Presidente (PRI - MpI - MAP - IC) 9.555 1,32 -
La Destra 9.178 1,27 -
Massimo Rossi (Unione Democratica per le Marche) 54.851 7,11 -
Federazione della Sinistra 27.975 3,87 1
Sinistra Ecologia Libertà 19.108 2,64 1
Totale alle liste[1] 722.606 100,00 43
TOTALE 770.749 100,00 43

Consiglieri eletti[modifica | modifica wikitesto]

Secondo un dossier pubblicato dalla Regione Marche sul proprio sito elettorale, nel 2010 si ebbe la attribuzione dei seggi che segue[2]:

Lista Circoscrizioni
Ancona Ascoli Piceno Fermo Macerata Pesaro e Urbino
Federazione della Sinistra (1) Raffaele Bucciarelli
Sinistra Ecologia Libertà (1) Massimo Binci
Partito Democratico (15) Marco Luchetti Antonio Canzian Paolo Petrini Sara Giannini Almerino Mezzolani
Fabio Badiali Paolo Perazzoli Rosalba Ortenzi Francesco Comi Vittoriano Sollazzi
Gianluca Busilacchi Angelo Sciapichetti Mirco Ricci
Enzo Giancarli Gino Trasversini
Alleanza per l'Italia (1) Dino Latini
Alleanza Riformista (1) Moreno Pieroni
Federazione dei Verdi (1) Adriano Cardogna
Italia dei Valori (4) Paolo Eusebi Sandro Donati Paola Giorgi Luca Acacia Scarpetti
Unione di Centro (3) Valeriano Camela Maura Malaspina Luca Marconi
Il Popolo della Libertà (12) Giacomo Bugaro Giulio Natali Franca Romagnoli Francesco Massi Mirco Carloni
Daniele Silvetti Umberto Trenta Graziella Ciriaci Francesco Acquaroli Elisabetta Foschi
Giovanni Zinni Giancarlo D'Anna
Lega Nord (2) Enzo Marangoni Roberto Zaffini
Candidato Presidente Erminio Marinelli

Composizione del Consiglio regionale[modifica | modifica wikitesto]

Liste
Gruppi consiliari Seggi Diff.
Federazione della Sinistra
1 / 43
Red Arrow Down.svg 2 [seggi 1]
Sinistra Ecologia Libertà
1 / 43
Green Arrow Up.svg 1 [seggi 2]
Alleanza Riformista
1 / 43
Straight Line Steady.svg[seggi 3]
Partito Democratico
15 / 43
Green Arrow Up.svg 1 [seggi 4]
Alleanza per l'Italia
1 / 43
Green Arrow Up.svg 1 [seggi 2]
Federazione dei Verdi
1 / 43
Straight Line Steady.svg
Liste Civiche Marche
0 / 43
Straight Line Steady.svg
Italia dei Valori
4 / 43
Green Arrow Up.svg 4
Unione di Centro
3 / 43
Green Arrow Up.svg 1
Il Popolo della Libertà
12 / 43
Red Arrow Down.svg 1 [seggi 5]
La Destra
0 / 43
Straight Line Steady.svg
Insieme per il Presidente
1 / 43
Green Arrow Up.svg 1
Lega Nord
2 / 43
Green Arrow Up.svg 2
Coalizioni[3]
Spacca Presidente
26 / 43
Green Arrow Up.svg 2 [4]
Per le Marche
15 / 43
Red Arrow Down.svg 1
Unione democratica per le Marche
2 / 43
Straight Line Steady.svg
Totale
43 / 43
Composizione del Consiglio Regionale delle Marche (2010):

      FdS + SEL → 2 seggi

      Centrosinistra (PD + IdV + Udc + ApI + Verdi + Alleanza Riformista) → 25 seggi + il Presidente

      Centrodestra (Pdl + LN + Insieme per il Presidente) → 15 seggi

  1. ^ Differenza calcolata aggregando i seggi di Rifondazione Comunista e Comunisti Italiani.
  2. ^ a b Alle precedenti elezioni non era presente
  3. ^ Nella precedente legislatura i Socialisti Democratici Italiani, poi trasformatisi nel Partito Socialista Italiano, avevano eletto un consigliere nella lista Uniti nell'Ulivo.
  4. ^ Differenza calcolata con i seggi di Uniti nell'Ulivo meno il consigliere del Partito Socialista Italiano: 14 seggi.
  5. ^ Differenza calcolata aggregando i seggi di Forza Italia e Alleanza Nazionale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ compresi il Presidente eletto ed il secondo candidato alla Presidenza
  2. ^ Dossier sulle Elezioni regionali del 2010 (PDF), su Sito Elettorale Regione Marche.
  3. ^ A seguito della modifica del sistema elettorale, la composizione del Consiglio Regionale è aumentata di 3 consiglieri.
  4. ^ compreso il Presidente Gian Mario Spacca

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]