Elezioni regionali in Sardegna del 1953

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Le elezioni per il rinnovo del Consiglio regionale della Sardegna si sono volte il 14 giugno 1953. L'affluenza è stata del 86,6%.

In queste consultazioni si stabilizzò la scelta bipolarre degli elettori sardi: la DC infatti guadagnò il 7% in più rispetto alle precedenti elezioni (fallendo però l'obiettivo di avere la maggioranza assoluta dei seggi) ed anche il PCI riuscì a raggranellare praticamente un 3% in più. La destra, sia quella radicale sia quella estrema, mantenne le sue posizioni; perse molto il Partito Sardo d'Azione mentre avanzarono i socialisti.

Partiti voti voti (%) seggi
Democrazia Cristiana (DC) 254.614 41,0% 30
Partito Comunista Italiano (PCI) 138.134 22,3% 15
Partito Socialista Italiano (PSI) 54.565 8,8% 5
Partito Nazionale Monarchico (PNM) 53.352 8,6% 5
Movimento Sociale Italiano (MSI) 47.898 7,7% 4
Partito Sardo d'Azione (PSd'Az) 43.215 7,0% 4
Partito Liberale Italiano (PLI) 12.359 2,0% 1
Partito Socialista Democratico Italiano (PSDI) 11.231 1,8% 1
PSDI-PLI 3.591 0,6% -
altri 1303 0,2% -
Totale 620.262 100,00 65