Casa Valli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Casa Valli
Casa Valli, via Bernardino Zenale, 13, Milano, veduta della facciata.jpg
Veduta prospettica della facciata
Ubicazione
StatoItalia Italia
RegioneLombardia
LocalitàMilano
Indirizzovia Bernardino Zenale, 13
Coordinate45°27′51.29″N 9°10′11.93″E / 45.464246°N 9.169981°E45.464246; 9.169981Coordinate: 45°27′51.29″N 9°10′11.93″E / 45.464246°N 9.169981°E45.464246; 9.169981
Informazioni
CondizioniIn uso
Costruzione1907
StileLiberty milanese
UsoAbitazione
Realizzazione
ArchitettoFrancesco Magnani, Mario Rondoni

Casa Valli è un edificio storico di Milano, sito in via Bernardino Zenale n° 13, negli immediati pressi di Corso Magenta e della chiesa di Santa Maria delle Grazie. Edificato nel 1907 su progetto degli ingegneri architetti Francesco Magnani e Mario Rondoni (già fra i progettisti delle opere della grande Esposizione internazionale di Milano del 1906), è un bell'esempio di Liberty milanese.[1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'edificio si presenta con una semplice facciata arricchita da decorazioni floreali in cemento e da un ampio balcone al piano nobile e da uno più contenuto al secondo piano, entrambi in ferro battuto e opera della ditta del mastro ferraio Pasquale Mina.

Di particolare interesse il cortile interno, a cui si accede attraverso un particolare cancello anch'esso in ferro battuto e impreziosito da inserimenti in vetro blu; l'androne e il porticato sono decorati con sgraffiti raffiguranti alcune città italiane ad opera dell'architetto e pittore Paolo Mezzanotte; sotto il portico spicca un affresco raffigurante una giovane donna seminuda avvolta in un drappo rosso. Nel cortile una fontana Liberty ornata da pesci in pietra.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Margheriti, Gian Luca, 147 - Casa Valli, in 1001 cose da vedere a Milano almeno una volta nella vita, Storia dell'architettura e della città, Milano, Newton Compton Editori, 2014, p. 37, LCCN 9788854170216.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]