Casa degli artisti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La casa degli artisti di Milano è un edificio storico progettato nel 1909, attualmente in stato fatiscente[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fu progettato nel 1909 per ospitare ateliers d'arte per scenografi, scultori, pittori e fotografi ed espropriato dal Comune di Milano trent'anni dopo, per attuare un intervento di riqualificazione delle case adiacenti e del quartiere di Brera.

Lo scoppio della seconda guerra mondiale bloccò i lavori e il progetto venne accantonato. Anche nel dopoguerra ospitò numerosi creativi, fino a ricevere un nuovo rilancio culturale nel 1978 con il sostegno di importanti artisti milanesi come Luciano Fabro, Hidetoshi Nagasawa, e la critica e storica dell'arte Jole De Sanna. Questo nuovo progetto, anch'esso chiamato Casa degli Artisti, cercò con la riapertura degli ateliers, di essere incubatore di nuove giovani ricerche e si adoperò con diverse manifestazioni pubbliche per rivendicare maggiore attenzione per l'arte e la cultura come patrimonio pubblico. Così reclamò nel 1994 con successo il restauro de "I bagni misteriosi" di Giorgio De Chirico, oggi depositati al Museo del Novecento. La Casa espose al suo interno il lavoro delle giovani generazioni, allacciò relazioni con altri spazi non profit come il Careof di Cusano Milanino e cercò di promuovere innumerevoli incontri a carattere divulgativo sulla teoria dell'arte, come estensione e approfondimento delle ricerche accademiche.

Scomparsi prematuramente Jole De Sanna (in un incidente stradale) e Luciano Fabro, fu dato il via allo sgombero forzato con l'intervento della polizia. Cessava così, il 20 settembre 2007, quasi un secolo di attività della Casa, che con alti e bassi aveva così tanto contribuito all'immagine della cultura milanese. Oggi rimane il progetto, che continua a rivendicare dall'esterno il diritto di riaccedervi dopo il restauro, promesso e non mantenuto.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Breve storia della Casa degli Artisti di Milano, fabergiornale.it (archiviato dall'url originale il 6 luglio 2010).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]