Partito Libertariano (Stati Uniti d'America)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Partito Libertariano
(EN) Libertarian Party
Presidente Geoff Neale
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Fondazione 11 dicembre 1971
Sede 2600 Virginia Avenue NW, Suite 200
Washington, D.C.
20037
Ideologia Libertarianismo (USA)
Fazioni interne:
 · Anarco-capitalismo[1]
 · Paleolibertarianismo[2]
 · Liberalismo classico[3]
 · Liberalismo sociale[4]
 · Miniarchismo
 · Scuola austriaca
 · Libertarismo
 · Non-interventismo
Affiliazione internazionale InterLibertarians[5]
Colori Oro
Sito web www.lp.org

Il Partito Libertariano (in Inglese: Libertarian Party) è un partito politico statunitense, fondato l'11 dicembre 1971. Il suo programma politico è fondato sulla filosofia detta libertarianismo, di conseguenza ha come obiettivi cardine meno regolamentazione, maggiore libero mercato, maggiore difesa delle libertà civili ed individuali, difende il capitalismo puro e si batte contro ogni intervento dello Stato sia nel campo economico che in quello sociale, ed in generale propone un certo isolazionismo in politica estera, nell'ambito di un non-interventismo a motivazione preminentemente fiscale.

Principi[modifica | modifica sorgente]

I concetti chiave del programma politico del Libertarian Party sono:

  • Applicazione massima del libero mercato, il che significa distacco totale tra Stato ed economia, drastica riduzione del prelievo fiscale, privatizzazione di tutti i servizi facenti parte del cosiddetto welfare state e riduzione della regolamentazione statale, anche in tema di mercato del lavoro.
  • Protezione del diritto di proprietà.
  • Difesa delle libertà civili ed individuali.
  • Supporto del diritto all'autodifesa.
  • Abolizione di tutti i reati legati all'ambito della morale (ad esempio la prostituzione e il traffico di droga).
  • Politica estera non-interventista, fondamentalmente per motivi fiscali (manifestazioni pubbliche "I won't pay for Iraq war").
  • Abolizione del sistema monetario fiat money (vedi moneta legale), in favore del ritorno alla parità aurea o al free banking.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://www.lewrockwell.com/orig9/antman1.html
  2. ^ Liberty Magazine January 1990
  3. ^ Current Issues | Libertarian Party
  4. ^ Daniel Moseley, What is Libertarianism? in Basic Income Studies, vol. 6, nº 2, 25 giugno 2011, p. 2. URL consultato il 15 novembre 2011.
  5. ^ INTERLIBERTARIANS Together in freedom

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]