Auberon Herbert

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Auberon Herbert (Highclere, 18 giugno 18385 novembre 1906) è stato uno scrittore, filosofo e anarchico britannico.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Auberon Edward William Molyneux Herbert è stato definito un "anarchico individualista del XIX secolo."[1] Membro del Parlamento del Regno Unito, Herbert era figlio di Henry John George Herbert, III conte di Carnarvon e di sua moglie Henrietta Anna, figlia di lord Henry Howard-Molyneux-Howard, fratello di Henry Herbert, il IV conte, e padre di Auberon Thomas Herbert, IX Barone Lucas di Crudwell. Fu promotore di una filosofia libertaria (che diversi autori considerano correlata all'Anarchismo libertario) e riprende le idee di Herbert Spencer e le sviluppa ulteriormente sostenendo un volontariato finanziato dal "governo" che usa la forza solo in difesa della libertà individuale e della proprietà. È conosciuto come il creatore del Voluntaryism.

Herbert fu Membro del Parlamento per i due membri delle circoscrizioni di Nottingham tra il 1870 e il 1874. Ha servito come Presidente il quarto giorno del primo Congresso Cooperativo nel 1869.[2]

Una collana dei lavori di Herbert, The Right and Wrong of Compulsion by the State and Other Essays, è stata pubblicata da Liberty Classics nel 1978.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ McCarthy, Daniel (2007-10-08) The Waugh at Home, The American Conservative
  2. ^ Congress Presidents 1869-2002, febbraio 2002. URL consultato il 10 maggio 2008.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 101479444 LCCN: no2009158004