USA PATRIOT Act

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
USA PATRIOT Act
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Titolo esteso Uniting and Strengthening America by Providing Appropriate Tools Required to Intercept and Obstruct Terrorism Act of 2001
Proposta da Rap. James Sensenbrenner
Wisconsin
Date fondamentali
Proposta 23 ottobre 2001
Passata 24 ottobre 2001 (Camera)
25 ottobre 2001 (Senato)
Firmata 26 ottobre 2001
Leggi correlate FISA, USA Act, Financial Anti-Terrorism Act, Domestic Security Enhancement Act of 2003, Trade Sanctions Reform and Export Enhancement Act

USA PATRIOT Act, acronimo di Uniting and Strengthening America by Providing Appropriate Tools Required to Intercept and Obstruct Terrorism Act of 2001, è una legge federale statunitense.

Iter di approvazione e proroghe[modifica | modifica wikitesto]

Il Presidente George W. Bush mentre firma l'USA PATRIOT Act nella Casa Bianca il 26 ottobre 2001.
  • La legge è stata introdotta da James Sensenbrenner il 23 ottobre 2001
  • Passa nella Camera dei Rappresentanti e viene approvata il 24 ottobre 2001
  • Passa nel Senato e viene approvata il 25 ottobre 2001
  • Il presidente George W. Bush la firma il 26 ottobre 2001
  • Il 15 giugno 2005 viene firmato un emendamento per impedire che la privacy dei lettori nelle biblioteche venga violata
  • Il 21 luglio 2005 viene firmato la proroga della legge
  • Passa nel Senato la proroga, che viene approvata il 29 luglio 2005. La proroga del Patriot Act votata il 21 luglio 2005 è stata approvata con 257 voti contro 171
  • Su proposta del presidente Barack Obama, Camera e Senato il 26 maggio 2011 hanno approvato a larga maggioranza una nuova proroga di 4 anni.

Contenuto[modifica | modifica wikitesto]

La norma venne concepita dopo gli attentati dell'11 settembre 2001, che rinforza il potere dei corpi di polizia e di spionaggio statunitensi, quali CIA, FBI e NSA, con lo scopo di ridurre il rischio di attacchi terroristici negli Stati Uniti, intaccando di conseguenza la privacy dei cittadini.

Quattordici disposizioni su sedici previste da questa legge sono state rese permanenti.

Tra le altre disposizioni promosse dalla votazione vi sono la possibilità di effettuare intercettazioni telefoniche, l'accesso a informazioni personali e il prelevamento delle impronte digitali nelle biblioteche, che saranno rivotate nel 2015. Inoltre sono stati approvati una serie di emendamenti per favorire l'applicazione della legge.

Nell'ottobre 2007 la Corte Suprema ha dichiarato incostituzionale la legge.

Critiche[modifica | modifica wikitesto]

Le organizzazioni della difesa diritti dell'uomo ritengono che questa legge contenga delle limitazioni eccessive delle libertà individuali, in particolare in merito a:

Una sentenza della Corte Distrettuale di New York (giudice Victor Marrero, ottobre 2007) ha dichiarato incostituzionali le National Security Letter previste dal Patriot Act.

La legge permetteva a FBI, CIA e altre autorità di pubblica sicurezza di chiedere le intercettazioni e il traffico Internet ai provider, senza un mandato della magistratura e una notifica ai diretti interessati del materiale acquisito.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Testo della legge[modifica | modifica wikitesto]