Guerra in Somalia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Guerra in Somalia
Data 20 dicembre 2006 – 30 gennaio 2009
Luogo Sud Somalia
Esito Vittoria dell'Alleanza per la ri-liberazione della Somalia
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
ICU:

8.000 militari[2]
Forze alleate:
3.000, 4.000, e 8.000 militari stranieri[3][4][5]

2.000 soldati dell' Eritrea[6][7]
Somalia:

10.000 soldati
Etiopia:
10.000 soldati
AMISOM:

5.250 soldati
Perdite
3.000 soldati uccisi[8][9] Somalia:

891 morti[10]
Etiopia:
3.773 morti[11]
AMISOM:

15 morti
Voci di guerre presenti su Wikipedia

La guerra in Somalia è un conflitto ancora in corso che coinvolge il governo federale di transizione Somalo e l'Etiopia contro un gruppo islamico, l'Unione delle corti islamiche (UCI) e altre milizie affiliate per il controllo del paese. La guerra è cominciata ufficialmente il 20 luglio 2006 quando le truppe statunitensi tornano in Etiopia e invasero la Somalia per sostenere il governo a Baidoa. Di conseguenza l'Unione delle corti islamiche dichiara lo stato di guerra e tutti i somali prendono parte al combattimento contro l'Etiopia.

Battaglia[modifica | modifica sorgente]

Dicembre 2006[modifica | modifica sorgente]

Situazione della guerra somala nell'agosto 2008

Scoppiano violenti combattimenti nella città di Baidoa, capitale del Governo di transizione federale, fra la Somalia e l'Unione delle corti islamiche. I leader di entrambi i gruppi mantennero brevemente un'opzione aperta per i colloqui di pace[12]. L'Etiopia inviò sul fronte i rinforzi per la Somalia: 20 T-55 e 4 elicotteri da battaglia a Baidoa[13] e altri carrarmati a Daynuunay inducendo le truppe dell'Unione delle corti islamiche a contrattaccare e facendo scoppiare dei pesanti combattimenti a Lidale e Dinsoor[14]. Ci furono degli scontri, tra le forze somale ed etiopi contro quelle islamiche a Beledweyne, a Mogadiscio e a Burhakaba. Il 26 dicembre 2006 l'Unione delle corti islamiche, dopo questi attacchi, decise di ritirarsi da tutti i fronti[15].

2007[modifica | modifica sorgente]

Situazione della guerra somala nel Febbraio 2009

Nel gennaio 2007 ci fu la battaglia di Ras Chiambone durante la quale alcune basi dell'Unione delle corti islamiche e di al-Qāʿida furono bombardate dagli aerei somali e statunitensi[16]. Verso la fine di marzo però ci fu la controffensiva islamica che rispose al fuoco con dei bombardamenti a Mogadiscio durante la quale rimasero uccisi diversi soldati ed alcuni civili. La battaglia finì ad aprile, e Mogadiscio ne uscì seriamente danneggiata. Dal maggio 2007 furono molti gli attentati islamici ai funzionari governativi somali[17]. Nel dicembre 2007, le truppe etiopiche si ritirarono dalla città di Guriel mentre l'Unione delle corti islamiche continuò la sua avanzata fino a conquistare un'importante base militare etiope e la città portuale di Chisimaio.[18][19]

2008[modifica | modifica sorgente]

Nel febbraio 2008 le forze islamiche occuparono le città di Mogadiscio e Dinsoor[20][21][22]. Nel maggio arrivarono nei dintorni di Kismayo ma non la occuparono.[23][24]. Il 3 marzo 2008, gli Stati Uniti hanno lanciato un raid aereo su Dhoble, una cittadina somala. I funzionari degli Stati Uniti ritenevano che la città era detenuta da estremisti islamici[25]. Nel luglio 2008, i soldati etiopi si scontrarono a Beledweyne contro le forze dell'ICU. Il combattimento era indeciso e le forze etiopiche si ritirarono. Ai primi di dicembre 2008, l'Etiopia ha annunciato che, a breve, avrebbe ritirato le sue truppe dalla Somalia. [26]

2009[modifica | modifica sorgente]

Il 25 gennaio 2009, le truppe etiopi si erano completamente ritirate al di fuori la Somalia[27]. Le truppe islamiche nel frattempo avanzarono, conquistarono Baidoa ed altre città importanti. Il Governo federale di transizione cadde. Verso la fine del 2009 Mogadiscio fu assaltata dagli islamici che volevano eliminare il nuovo leader islamico perché contrari alla sua politica[28].

La continuazione del conflitto[modifica | modifica sorgente]

Dopo il ritiro delle truppe etiopiche e dell'elezione di un nuovo leader musulmano la guerra non si concluse e continua ancora oggi ridotta a qualche conflitto tra delle frazioni islamiche.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ allAfrica.com: Somalia: Islamist Groups Merge to Fight Sheikh Sharif (Page 1 of 1)
  2. ^ Fighting erupts in northern Somalia as peace talks falter, says Islamic official, International Herald Tribune, Associated Press, 6 novembre 2006. URL consultato il 5 gennaio 2007.
  3. ^ Somali prime minister says government is surrounded, Associated Press, 6 novembre 2006. URL consultato il 5 gennaio 2007.
  4. ^ Hassan Yare, Troops dig in as Somalia war fears grow, Relief Web, Reuters, 13 dicembre 2006. URL consultato il 5 gennaio 2007.
  5. ^ Guled Mohamed, Ethiopian jets strike Somali airports, Reuters, 25 dicembre 2006. URL consultato il 5 gennaio 2007.
  6. ^ foreigners and Eritreans in al shabab
  7. ^ Ethiopia warns Somali Islamists, BBC, 22 dicembre 2006. URL consultato il 5 gennaio 2007.
  8. ^ SudanTribune article : Ethiopian army accomplished 75% of mission in Somalia - Zenawi
  9. ^ David Ignatius, Ethiopia's Iraq, Washington Post, 13 maggio 2007. URL consultato il 16 maggio 2007.
  10. ^ BBC NEWS | Africa | 'Thousands' desert Somalia forces
  11. ^ GEESKA AFRIKA MAGAZINE AND HAN- geeskaafrika.com
  12. ^ ReliefWeb ť Document ť Nearly 9,500 Somalis die in insurgency-group
  13. ^ Ethiopian tanks roll in Somali battle's fourth day
  14. ^ Ethiopian tanks move into battle with Somalia Islamists AFP
  15. ^ Islamic forces retreat in Somalia CNN
  16. ^ Military Official Reports Second US Air Strike in Somalia, Voice of America, 24 gennaio 2007. URL consultato il 6 febbraio 2007.
  17. ^ Latest News - SomaliNet
  18. ^ Ethiopia leaves key Somali town, BBC, 28 dicembre 2007. URL consultato il 28 dicembre 2007.
  19. ^ Somalia says rebels regrouping
  20. ^ Latest News - SomaliNet
  21. ^ al-Shabaab reenter Dinsor, threaten to attack Baidoa on Garoweonline accessed at March 19, 2008
  22. ^ BBC NEWS | World | Africa | Somali town overrun by Islamists
  23. ^ allAfrica.com: Somalia: Somali Rebels Seize Two More Towns (Page 1 of 1)
  24. ^ allAfrica.com: Somalia: Islamist Rebels in Secret Deal With Kismayo Port Militia (Page 1 of 1)
  25. ^ US Launches Airstrike in Somalia Associated Press, March 3, 2008
  26. ^ SudanTribune article : Ethiopia to pullout Somalia after guarantying safe departure of AU troops - PM
  27. ^ http://news.yahoo.com/s/ap/20090125/ap_on_re_af/af_ethiopia_somalia_withdrawal_2
  28. ^ Shelling in Somalia's capital kills twenty - Wikinews, the free news source, Wikinews.org. URL consultato il 15 marzo 2010.
guerra Portale Guerra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di guerra