Partito Nazista Americano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Partito Nazista Americano
(EN) American Nazi Party (ANP)
Simbolo ANP
Leader George Lincoln Rockwell (leader storico, morto nel 1967)
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Fondazione 1959
Sede Westland
Ideologia Nazismo, Neonazismo,
Anticomunismo,
Anticapitalismo,
Omofobia, Xenofobia, Antisemitismo
Collocazione Ultradestra
Seggi Camera
0 / 435
 (2012)
Seggi Senato
0 / 100
 (2012)
Sito web americannaziparty.com

Il Partito Nazista Americano (in lingua inglese American Nazi Party, ANP) è un movimento politico statunitense fondato nel febbraio del 1959 da George Lincoln Rockwell, che immediatamente si fregiò del titolo di "Comandante" rifiutando quello di "Segretario". La prima sede centrale del partito, ubicata a Arlington in Virginia, conteneva un centro per visitatori situato nella strada 2507 North Franklin.

Storia e declino[modifica | modifica sorgente]

Il partito aveva un'organizzazione e un'ideologia politica molto simile a quella del NSDAP e faceva esplicitamente riferimento all'azione di Adolf Hitler nel tentativo di trasformare gli Stati Uniti d'America da repubblica federale a "Reich". Dopo l'assassinio di Rockwell nel 1967 il movimento neonazista passò nelle mani di Matt Koehl che lo ribattezzò Partito Nazionalsocialista del popolo bianco.

Nel 1970 l'ANP subì una scissione guidata da Frank Collin che si staccò dal movimento originario e fondò il Partito Nazionalsocialista Americano, manifestando l'intenzione di marciare alla testa di esso a Skokie in Illinois, una città in cui molti abitanti erano ebrei sopravvissuti all'olocausto perpetrato dai nazisti durante la seconda guerra mondiale. L'obiettivo reale di Collin era quello di spostare la manifestazione al "Marquette Park Area" di Chicago, e per evitare traffico egli decise di attraversare Skokie nel tentativo di ottenere l'accesso al parco pur senza destare troppe garanzie.

La rinascita dell'ANP[modifica | modifica sorgente]

Più recentemente è stato fondato un nuovo partito nazista americano ancora più estremista del precedente perché propugna con ogni mezzo la nascita di un nuovo ordine sociale di impronta nazista. Il nuovo gruppo, guidato da Rocky Suhayda, si propone come autentico erede del pensiero di Rockwell e viene comunemente chiamato Associazione della formazione euro-americana. La sua sede principale si trova a Eastpointe, in Michigan.

Questo movimento politico partecipa ogni anno al convegno chiamato "Orgoglio bianco" e il suo motto principale si può riassumere con il programma delle quattordici parole: "Noi dobbiamo assicurare l'esistenza della nostra gente e un futuro per i bambini bianchi".

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]