Controcultura

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo album di Fabri Fibra, vedi Controcultura (album).

Controcultura è un termine usato in antropologia e in sociologia e si riferisce a movimenti o gruppi di persone i cui valori e modelli culturali e di comportamento sono molto differenti (e spesso opposti) da quelli del paradigma dominante (a cui spesso ci si riferisce con il termine di matrice anglofona "mainstream") nella società. La controcultura, potrebbe essere definita anche come un tentativo di andare oltre la cultura dominante, attraverso l'analisi della "forma mentis" che l'ha prodotta. Chiunque fa controcultura, quando non si accontenta del sapere istituzionalizzato e si prefigge una comprensione "altra" della vita e quindi della società in cui abita.[senza fonte]

Applicazione del termine[modifica | modifica wikitesto]

Questo termine viene usato nella maggior parte dei casi per riferirsi ai movimenti di contestazione giovanile scatenatisi in Nord America e in Europa negli anni sessanta e anni settanta. In un senso più generale, le controculture possono essere viste come l'espressione culturale di alcune componenti minoritarie della società che esprimono un rifiuto più o meno radicale alla visione del mondo e allo stile di vita comunemente condiviso. Il termine è da non confondersi con subcultura.

Molti dei tipici modi di espressione delle controculture sono a tutt'oggi di fatto stati assorbiti dalla società ed entrati nel costume, come nel caso del cambiamento del rapporto tra uomo e donna, nei costumi sessuali, nell'uso di sostanze psicotrope, nel pacifismo, nell'ecologismo, nell'arte, nella musica e nello spettacolo. In molti casi, tuttavia, tale assorbimento ha anche prodotto una sostanziale modificazione dell'idea controculturale originaria, mantenendo dunque una caratterizzazione ulteriormente minoritaria, oltre che storicizzata, della stessa.

A fronte di tale mantenimento di individualità storica, in molti contesti si è anche proposta una riedizione contemporanea, riveduta e aggiornata, di alcuni di tali movimenti controculturali.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]