Anarcho punk

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Anarcopunk
Origini stilistiche Punk rock[1]
Hardcore punk[1]
Origini culturali Si sviluppò in Inghilterra nei primi anni ottanta come forma di punk anarchica impegnata socialmente e politicamente.
Strumenti tipici Voce
Chitarra
Basso
batteria
Popolarità Il genere è sempre rimasto volutamente nell'underground, ricalcando sonorità e tematiche che non avrebbero potuto ottenere dei riscontri commerciali.
Generi derivati
Crust punk
Generi correlati
Hardcore punk - Street punk - Punk metal - British punk
Categorie correlate

Gruppi musicali anarcho punk · Musicisti anarcho punk · Album anarcho punk · EP anarcho punk · Singoli anarcho punk · Album video anarcho punk

L'anarcho punk (oppure anarcopunk o peace-punk) è un'ideologia e un sottogenere del movimento punk rock caratterizzato dall'adesione all'ideologia anarchica e in particolare all'anarco-pacifismo[1]. I gruppi aderenti a questo movimento trattano generalmente di questioni sociali, diritti degli animali, femminismo e simili[2].

Storia[modifica | modifica sorgente]

I Crass furono uno dei capostipiti dell'anarcho punk.[3] I loro indumenti militari neri diventarono un simbolo del genere.

L'anarcho-punk si sviluppa come derivazione dell'hardcore punk[1], ma con idee anarcopacifiste. Partendo da uno stile molto semplice e un cantato urlato, le prime band inglesi come Crass, Subhumans, Flux of Pink Indians, Conflict, Poison Girls e The Apostles cercarono di trasformare la scena punk rock in un movimento anarchico. Come lo straight edge, l'anarcho punk è basato su una serie di principi come non indossare pellicce e promuovere una dieta vegetariana o vegana[3].

Dall'anarcho punk si svilupparono varie correnti: i Discharge fondarono il d-beat nei primi anni ottanta. Altri gruppi, Amebix ed Antisect in primis, svilupparono la corrente chiamata crust punk. L'anarcho punk ebbe forte influenza anche sulla nascita del grindcore, nonostante questo genere sia più vicino al death metal che al punk, grazie a band come Napalm Death ed Extreme Noise Terror[4].

Negli Stati Uniti il movimento non ha mai visto un forte sviluppo come nel Regno Unito, ma sono da tenere presenti alcune band molto importanti come i californiani Dead Kennedys[1] e Another Destructive System ed i texani MDC.

Idee e origini[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi DIY (punk).

Mentre il primo movimento punk britannico, ed il suo seguito street punk, erano interessati all'anarchismo per il suo valore provocatorio[1], le band anarchopunk si ispiravano ad idee più precise e ad un vero e proprio progetto politico[2].

I Crass fondarono una propria etichetta musicale autogestita, la Crass Records[2], e cominciarono a diffondere i propri prodotti culturali (dischi, ma anche libri) a prezzi molto vicini alle spese di produzione, contribuendo alla nascita dell'etica DIY.

I Crass, con il loro fondatore Penny Rimbaud hanno mosso dure critiche ad una certa parte del movimento punk, a gruppi come Sex Pistols e Clash, accusati da loro di essere niente altro che burattini e promotori del business della musica[2].

Alcuni gruppi anarcho punk[modifica | modifica sorgente]

Gruppi italiani[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f g h i j k (EN) Anarchist punk in Allmusic, All Media Network.
  2. ^ a b c d e f (EN) Anarchopunk, Punkmusic.about.com. URL consultato il 25-11-2009.
  3. ^ a b Wells (2004), p. 35
  4. ^ Purcell (2003), p. 56
  5. ^ a b c d e f Anarco punk di Ian Glasper, Shake.it. URL consultato il 25-11-2009.
  6. ^ Antischism - Antischism cd, Lamette.it. URL consultato il 25-11-2009.
  7. ^ (EN) Chumbawamba, Allmusic.com. URL consultato il 25-11-2009.
  8. ^ (EN) Subhumans, Allmusic.com. URL consultato il 25-11-2009.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]