Localizzazione (economia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La localizzazione (o localismo) in economia è un insieme di filosofie politiche che danno priorità alle realtà locali, sostenendo ad esempio la produzione locale e il consumo locale di beni, il controllo locale del governo, e la promozione della storia e cultura locale e dell'identità locale. Il concetto di localizzazione si oppone sostanzialmente al concetto di globalizzazione.

Il localismo può essere in contrasto con il regionalismo e il governo centralizzato, trovando il suo opposto nello Stato unitario.

Autori[modifica | modifica wikitesto]

Tra gli autori, i teorici e fautori del localismo in ambito internazionale c'è lo scrittore austriaco Ivan Illich, l'economista francese Serge Latouche, o l'antropologo italiano Franco La Cecla.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]