La Maddalena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati del termine, vedi La Maddalena (disambigua).
La Maddalena
comune
La Maddalena – Stemma
La Maddalena – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Sardegna-Stemma.svg Sardegna
Provincia Provincia di Olbia-Tempio-Stemma.png Olbia-Tempio
Amministrazione
Sindaco Angelo Comiti (lista civica) dal 31/05/2010
Territorio
Coordinate 41°13′00″N 9°24′00″E / 41.216667°N 9.4°E41.216667; 9.4 (La Maddalena)Coordinate: 41°13′00″N 9°24′00″E / 41.216667°N 9.4°E41.216667; 9.4 (La Maddalena)
Altitudine 27 m s.l.m.
Superficie 49,37 km²
Abitanti 11 433[1] (31-08-2013)
Densità 231,58 ab./km²
Frazioni Moneta, Stagnali
Comuni confinanti nessuno
Altre informazioni
Cod. postale 07024, 07020
Prefisso 0789
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 104012
Cod. catastale E425
Targa OT
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti maddalenini
Patrono santa Maria Maddalena
Giorno festivo 22 luglio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
La Maddalena
Posizione del comune di La Maddalena nella provincia di Olbia-Tempio
Posizione del comune di La Maddalena nella provincia di Olbia-Tempio
Sito istituzionale

La Maddalena (Madalena in gallurese[2]) è un comune di 11.433 abitanti della provincia di Olbia-Tempio ed è costituito dall'arcipelago di sette isole principali (La Maddalena, Caprera, Santo Stefano, Spargi, Budelli, Santa Maria e Razzoli) e altri isolotti minori.

Vista di La Maddalena.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Frequentato fin dal neolitico (sono stati ritrovati dei tafoni verso le spiagge di Spalmatore), a seguito della caduta dell'Impero romano d'Occidente l'arcipelago di La Maddalena venne abbandonato dall'uomo fino al XVII secolo quando vi si stabilirono pastori corsi provenienti dall'Alta Rocca[3]. La città di La Maddalena, risalente al settecento, sorge a sud dell'isola principale e si affaccia verso Palau.

Il 23 febbraio 1793 l'isola dovette fronteggiare il tentativo d'invasione dell'esercito francese al cui comando c'era un giovanissimo ufficiale corso di nome Napoleone Buonaparte. I francesi vennero fermati dalla flotta sarda comandata dal maddalenino Domenico Millelire, che divenne la prima medaglia d'oro al valor militare delle marina italiana.

Monumenti e luoghi di interesse[modifica | modifica sorgente]

La Maddalena e l'intero arcipelago sono compresi all'interno del Parco Nazionale dell'Arcipelago di La Maddalena, un'area protetta marina e terrestre di interesse nazionale e comunitario.

Rinomata località turistica, ha nel suo territorio numerose spiagge, come la celebre spiaggia rosa, arenile a massima protezione ambientale situato a nord ovest dell'Arcipelago nell'isola di Budelli, celebre per essere stata il set del film Il deserto rosso di Michelangelo Antonioni.

L'arcipelago è noto anche per essere stato l'ultima dimora dell'Eroe dei Due Mondi Giuseppe Garibaldi che costruì, a Caprera la famosa "Casa bianca", oggi casa Museo aperta al pubblico e dove si può visitare la tomba dove riposa.

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[4]

In base ai dati del censimento 2001 nel Comune di La Maddalena sono stati rilevati 11.369 abitanti residenti, dei quali 10.689 abitanti (pari al 94%) nel centro urbano di La Maddalena. La restante popolazione sparsa ammonta a 680 unità.

Popolazione[modifica | modifica sorgente]

Secondo una rilevazione statistica risalente al 1913 degli 8.827 abitanti di La Maddalena il 48,8% era nativo dell'isola (principalmente di origine còrsa e sardo-gallurese), il 28,9% proveniva dal resto della Sardegna (in larga maggioranza dalla Sardegna settentrionale), l'8,7% dall'Italia settentrionale, l'8,4% dall'Italia meridionale e dalla Sicilia e il 4,3% dall'Italia centrale, mentre lo 0,6% proveniva dalla Corsica, Francia e resto del mondo[5]. Al 31/12/2010 la popolazione straniera ammontava a 659 unità, pari al 5,54% della popolazione totale. Tra questi, la nazionalità più rappresentata in percentuale sul totale della popolazione residente era quella rumena con 268 residenti (pari al 2,25%)[6].

Lingue e dialetti[modifica | modifica sorgente]

Il dialetto maddalenino (isulanu), simile al gallurese, essendo frutto di immigrazioni dalla Corsica sette-ottocentesche (e quindi relativamente recenti) è quello che maggiormente presenta affinità con i moderni dialetti del corso, in particolare con l'entroterra di Bonifacio e Porto Vecchio, mentre gli altri dialetti galluresi si presentano più affini alle varianti conservative del Sartenese e dell'Alta Rocca, anche se con alcune sfumature caratteristiche a causa delle contaminazioni genovesi, spezzine e ponzesi.

In particolare si distingue dal gallurese per l'innovazione nell'uso degli articoli ("u", "i", "a" come in còrso, per il gallurese e corso arcaico "lu", "li", "la"), il mantenimento del gruppo "qu" ("quistu" per "chistu", "quiddu" per "chiddu"), la conservazione della "v" non betacizzata ("avà" per "abà"), il mantenimento della pronuncia della -r- fino alla ipercorrezione ("portu" per "poltu", "durci" per "dulci") e l'impiego di un lessico aderente a quello odierno del corso meridionale ("acqua" per "ea", "nosciu" per "nostru", "zitèddu" per "stèddu", "nun" per "non"). Per queste caratteristiche potrebbe rientrare a pieno titolo tra i dialetti del sud della Corsica. L'intercomprensione reciproca tra còrso meridionale, maddalenino e gallurese è in ogni caso pressoché assoluta.

Cultura[modifica | modifica sorgente]

Eventi[modifica | modifica sorgente]

L'arsenale ristrutturato per il G8.

Il G8[modifica | modifica sorgente]

Nel luglio 2009 avrebbe dovuto ospitare l'incontro del G8, ma il 23 aprile 2009, a lavori già avviati, Silvio Berlusconi (dopo che nella primavera 2008 erano già circolate voci su un possibile spostamento a Napoli) decide di spostare l'evento a L'Aquila, reduce dal terremoto del 6 aprile. Questa scelta è stata molto criticata dalle autorità e dalla popolazione locale, che vedevano il G8 come un punto di partenza per lo sviluppo della zona[7].

Giochi senza frontiere[modifica | modifica sorgente]

Nel 1982 La Maddalena ospitò una puntata di Giochi senza frontiere[8].

Persone legate a La Maddalena[modifica | modifica sorgente]

Economia[modifica | modifica sorgente]

La piazzaforte militare ha rappresentato la principale risorsa economica per almeno un secolo ma oggi ha perso molta della sua importanza strategica considerato anche che la base statunitense di appoggio sommergibili presente sull'isola di Santo Stefano è stata dismessa definitivamente il 25 gennaio 2008.

Molto importante per l'economia maddalenina è stata per quasi due secoli la cava di granito situata presso cala francese, rinomata per la qualità del materiale: infatti le 'opere' realizzate dagli scalpellini maddalenini venivano richieste in tutto il mondo, una leggenda metropolitana vorrebbe che la base in granito della Statua della Libertà fosse fatta proprio di granito maddalenino. Importante è stato anche il Mercato di La Maddalena, situato vicino al comune, che negli anni ha perso molti negozi interni.

La pesca è poco praticata e quasi esclusivamente con nasse e reti a causa della zona scogliosa e del parco protetto.

Spiaggia di Spalmatore.
Spiaggia del Cavaliere (Budelli).

Turismo[modifica | modifica sorgente]

Il turismo balneare e naturalistico grazie anche al parco marino transfrontaliero, rappresenta senz'altro il futuro di questo arcipelago. La Maddalena è rinomata in tutto il mondo per le sue spiagge e per la limpidezza e la trasparenza delle sue acque che ricordano quelle caraibiche. Le più importanti spiagge maddalenine sono:

  • Bassa Trinita
  • Spalmatore
  • Capocchia du Purpu (in maddalenino)
  • Monti d'a Rena (che prende il nome dalla montagna di sabbia sul lato destro)
  • Carlotto (Cala Francese)
  • Cala Lunga

Infrastrutture e Trasporti[modifica | modifica sorgente]

L'isola è raggiungibile esclusivamente via mare da Palau. Sulla rotta Palau - La Maddalena operano:

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Il municipio.
  • Cap: 07024 La Maddalena (capoluogo), 07020 Isola di Caprera (Stagnali), 07020 Moneta

Gemellaggi[modifica | modifica sorgente]

La Maddalena è gemellata con le seguenti città:

Sport[modifica | modifica sorgente]

Il 12 maggio 2007 sul suo territorio comunale si è svolta la prima tappa del Giro d'Italia 2007 con partenza dall'isola di Caprera e arrivo nel centro de La Maddalena. La tappa, in onore del bicentenario della nascita di Giuseppe Garibaldi, una cronometro a squadre di 26 chilometri, è stata vinta dall'italiana Liquigas.

  • Ilvamaddalena - Promozione regionale (calcio maschile)
  • Atletico Maddalena - Seconda Categoria regionale (calcio maschile)
  • Atletico Maddalena Tennis A.S.D. - Campionato Regionale Serie D4.(maschile)
  • Caprera Calcio - Serie B Femminile (Girone A) (calcio femminile)
  • U.S. Garibaldi - Serie C regionale (pallavolo maschile) già partecipante ai campionati Nazionali di serie B1 e B2 - Sere D Regionale Femminile
  • G.S. Corona Basket - Serie B2 nazionale (pallacanestro maschile) Società non più attiva.
  • A.S. Basket Insieme - Promozione maschile - Settore giovanile - Minibasket
  • Caprera calcio - open 11 c.s.i. girone riviera di Gallura (calcio maschile)
  • N.O.V.A. La Maddalena - Basket

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2013.
  2. ^ Toponimo ufficiale in lingua sarda ai sensi dell'articolo 10 della Legge n. 482 del 15.12.1999, adottato con Delibera di Consiglio Comunale n. 48 del 14.09.2010 [1]
  3. ^ sito del Comune di La Maddalena - Storia
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ O.Baldacci - La Maddalena : La composizione della popolazione
  6. ^ Statistiche demografiche ISTAT - Cittadini stranieri al 31 dicembre 2009
  7. ^ Il governo sposta il G8 all'Aquila - Sì di Londra e Washington, Repubblica. URL consultato l'08-02-2010.
  8. ^ Jsfnet Italia - edizione 1982

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Sardegna Portale Sardegna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sardegna