Thiesi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Thiesi
comune
Thiesi – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Sardegna-Stemma.svg Sardegna
Provincia Provincia di Sassari-Stemma.png Sassari
Amministrazione
Sindaco Gianfranco Soletta (lista civica) dal 31/05/2010
Territorio
Coordinate 40°31′00″N 8°43′00″E / 40.516667°N 8.716667°E40.516667; 8.716667 (Thiesi)Coordinate: 40°31′00″N 8°43′00″E / 40.516667°N 8.716667°E40.516667; 8.716667 (Thiesi)
Altitudine 461 m s.l.m.
Superficie 63,83 km²
Abitanti 3 010[1] (31-12-2010)
Densità 47,16 ab./km²
Comuni confinanti Bessude, Borutta, Cheremule, Cossoine, Giave, Ittiri, Romana, Villanova Monteleone
Altre informazioni
Cod. postale 07047
Prefisso 079
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 090071
Cod. catastale L158
Targa SS
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti thìesini, tiesini
Patrono santa Vittoria
Giorno festivo 23 dicembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Thiesi
Posizione del comune di Thiesi all'interno della provincia di Sassari
Posizione del comune di Thiesi all'interno della provincia di Sassari
Sito istituzionale

Thiesi (Tièsi in sardo) è un comune italiano di 3.010 abitanti in provincia di Sassari. Si trova nel nord della Sardegna, nella zona chiamata Meilogu.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Toponimo[modifica | modifica sorgente]

Il nome del paese può destare curiosità a causa della h all'interno di T[h]iesi. In antiche carte si è scoperto che il vero nome era Tiesi senza h. La lettera "h", attualmente inserita nel poleonimo "Thiesi", e consolidatasi nell'uso corrente verso il 1924-25, non fu comunque del tutto ignorata nel Medioevo, giacché la troviamo, per due volte ("Thiessi"), in un atto del 18 luglio 1436, riguardante l'infeudazione, ai tre fratelli Giacomo, Giovanni e Andrea Manca, delle "ville" di Thiesi, Cheremule e Bessude[2].

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[3]

Etnie e Minoranze Straniere[modifica | modifica sorgente]

Secondo i dati ISTAT al 31 dicembre 2009 la popolazione straniera residente era di 110 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

Marocco Marocco 74 2,45%

Lingue e dialetti[modifica | modifica sorgente]

La lingua parlata è il logudorese.

Cultura[modifica | modifica sorgente]

Moti Angioini.

La patrona di Thiesi è santa Vittoria, tuttavia la festa più importante del paese è la festa della "Madonna di Seunis" che si festeggia il 7-8-9 settembre presso l'omonimo santuario. Suggestiva la cerimonia che si svolge il 9 settembre, dove il simulacro della vergine viene portato in processione per le vie del paese accompagnato da gruppi folk della Sardegna e dai cavalieri del Meilogu.

Importante pittore di origine thiesina è Aligi Sassu, un suo affresco si trova presso la sala Aligi Sassu a lui dedicata nella scuola elementare del paese; in origine era all'aperto, ma da diversi anni l'opera di Sassu è protetta dalle intemperie e dai vandali nella suddetta sala. Inoltre, proprio sopra la sala, si trova il museo nazionale.

Tra le altre feste del paese è importante ricordare la festa di Santu Juanne (San Giovanni), nota anche come festa dei giovani; essa si tiene dal 20 al 24 giugno nel piazzale del comune.

Economia[modifica | modifica sorgente]

L'economia thiesina è prevalentemente basata sulla produzione industriale dell' agroalimentare (formaggio): nel paese operano alcune tra le maggiori industrie casearie italiane, sul commercio di pellame e la produzione di mobili. Sviluppati sono l'agricoltura e l'allevamento ovino, bovino e suino. Il settore terziario si compone di una discreta rete distributiva e di servizi, tra i quali possiamo trovare quelli sociali (casa di riposo, scuole, ospedale, uffici statali e parastatali) e quelli bancari e postali.

Sport[modifica | modifica sorgente]

Thiesi è uno dei comuni italiani con meno abitanti ad aver ospitato un squadra di calcio a livello professionistico, la Polisportiva Thiesi, che ha partecipato a tre edizioni del campionato di Serie D[4] a cavallo tra il campionato 1973-1974 e il campionato 1975-1976, avendo come miglior risultato il 10º posto nel primo campionato disputato. Essa milita nella Seconda categoria regionale. Altre società sportive nel paese sono quella riguardanti la pallavolo (A.S.D. Sporting Thiesi), arrivata anche alla serie B nazionale, la mountain bike (Bikers Thiesi), la ginnastica artistica e la pallacanestro (Tigers Thiesi). La pallacanestro e la pallavolo giocano nel palasport del paese, sede di molti eventi sportivi del borgo.

Persone legate a Thiesi[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Gavino Palmas, Op. cit. in Bibliografia, pp. 179-80; Giovanni Deriu, scheda Thiesi cit. in Bibliografia, p. 84, dove troviamo pure, alle pp. 81-82, una scheda toponomastica con le variazioni cronologiche del poleonimo in oggetto (Tigesi, Tuyses, Tiesi, Tiesy, Tiezi, Tiessi, Thiessi, Tiesis, etc.).
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ http://www.giocodisquadra.it/category/calcio/page/10/

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • A.Areddu, Il marchesato di Mores. Le origini, il duca dell´Asinara, le lotte antifeudali, l´abolizione del feudo e le vicende del marquis de Morès, Condaghes, Cagliari 2011.
  • Giovanni Deriu, scheda Thiesi, in Studio sui centri storici medioevali del Meilogu, Bonorva, Comunità Montana N. 5, 1991, ora in L'insediamento umano medioevale nella curatoria di "Costa de Addes" , Sassari, Magnum, 2000.
  • Giovanni Deriu - Salvatore Chessa, L'assetto territoriale dell'odierno Meilogu dal Basso Medioevo ai nosti giorni, Cargeghe, Documenta, 2011.
  • Gavino Palmas, Thiesi, villa antifeudale, Cagliari, Editrice sarda Fossataro, 1974.
  • Antonella Piredda, Raccontando Thiesi, Cargeghe, Documenta Edizioni, 2008.
  • Speleomantes. Antologia del TAG, Thiesi, Tipografia Fiori, 1997.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


Sardegna Portale Sardegna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sardegna