Grumman G-21 Goose

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Grumman G-21 Goose
Un Grumman Goose a terra alla stazione aeronavale di Jacksonville, Florida nel 1941.
Un Grumman Goose a terra alla stazione aeronavale di Jacksonville, Florida nel 1941.
Descrizione
Tipo aereo da trasporto anfibio
Equipaggio 2 (piloti)
Costruttore Stati Uniti Grumman
Data ordine 1936
Data primo volo 29 maggio 1937
Utilizzatore principale Stati Uniti USAAF
Stati Uniti US Navy
Altri utilizzatori Stati Uniti US Coast Guard
Esemplari 345
Costo unitario $60.000[1]
Dimensioni e pesi
Lunghezza 11,70 m
Apertura alare 14,95 m
Freccia alare 0° (ali rettilinee)
Altezza 3,66 m
Superficie alare 35,1
Peso a vuoto 2460 kg
Peso max al decollo 3630 kg
Propulsione
Motore 2 motori radiali Pratt & Whitney R-985
Potenza 340 kW
Prestazioni
Velocità max 323 km/h
Velocità di crociera 306 km/h[2]
Autonomia 1118 km
Quota di servizio 6492 m

[3][4][5]

voci di aerei civili presenti su Wikipedia

Il Grumman G-21 Goose (o più semplicemente Grumman Goose) è un aereo anfibio costruito dalla Grumman nel 1937.[3] Fu il primo aereo prodotto dall'industria statunitense dotato di due motori, il primo monoplano ed il primo velivolo ad entrare a far parte della flotta di una compagnia aerea e ad essere destinato al mercato internazionale.[3] Originariamente progettato per una capienza di otto persone[3] e destinato al trasporto di uomini d'affari nell'area di Long Island, nel corso della Seconda guerra mondiale il Grumman Goose venne utilizzato dalle forze armate statunitensi grazie alla sua versatilità.

Il soprannome inglese Goose (letteralmente oca) gli fu attribuito nel corso del suo servizio presso la RAF.[5] Dei 345 esemplari costruiti fino all'ottobre 1945,[6][7] la maggior parte di essi venne destinata al trasporto militare e circa una quarantina di esemplari continuano a volare tuttora.[1][6]

Storia del progetto[modifica | modifica sorgente]

L'idea di creare un aeroplano anfibio in grado di decollare dall'acqua e di ammarare venne nel 1936, quando un gruppo di uomini d'affari residenti a Long Island commissionarono alla Grumman la costruzione di un aeroplano che li potesse portare dalle loro abitazioni fino al porto di New York, poco distante da Wall Street.[8]

La progettazione e la successiva costruzione dell'aeromobile avvenne tra il 1936 ed il 1937. L'aereo, un, fu costruito in tipico stile anni trenta[1]: esso si presentava infatti come un monoplano bimotore ad ala alta rivestito completamente in alluminio e dotato di due motori radiale ad elica Pratt & Whitney R-985,[3] gli stessi montati sul Beechcraft 18.[7] Era considerato l'equivalente anfibio del Beechcraft 18, con la differenza che il Goose veniva battuto da quest'ultimo in fatto di carico utile: il Grumman G-21 poteva infatti trasportare un peso minore in quanto già molto pesante a vuoto a causa della chiglia necessaria per muoversi sull'acqua.[7] Venne inoltre equipaggiato di un carrello d'atterraggio retrattile necessario per muoversi a terra, costituito da due ruote poste su entrambe le fiancate della chiglia.

Gli otto sedili vennero posti in fila indiana sui due lati della fusoliera. Le due semiali furono inoltre dotate di due galleggianti che mantenessero stabile l'aeromobile in acqua.[3]

Modifiche e versioni dell'aeromobile[modifica | modifica sorgente]

Nel tempo, gli esemplari originali prodotti tra il 1937 ed il 1945[3][6][7] subirono pesanti modifiche sia da parte di aziende che da privati che dalle stesse forze armate statunitensi le quali iniziarono ad usufruire dell'aereo grazie alla sua versatilità a partire dalla seconda guerra mondiale.[8][9] Dopo la fine del conflitto, la McKinnon Enterprises diede inizio ad una serie di pesanti modifiche dell'aeromobile,[3][10] sostituendo i motori e creando una nuova versione del G-21, il G-21C. In seguito, migliorie continue portarono alla creazione dei modelli G-21D e G-21H.[3]

Impiego operativo[modifica | modifica sorgente]

Civile[modifica | modifica sorgente]

Militare[modifica | modifica sorgente]

La United States Navy acquistò 205[1] esemplari del Goose che furono impiegati nel corso della seconda guerra mondiale per operazioni di trasporto e di salvataggio.[1]

Utilizzatori[modifica | modifica sorgente]

Militari[modifica | modifica sorgente]

Argentina Argentina
Bolivia Bolivia
Brasile Brasile
Canada Canada
Cuba Cuba
Francia Francia
Paraguay Paraguay
Perù Perù
Portogallo Portogallo
Svezia Svezia
Regno Unito Regno Unito
Stati Uniti Stati Uniti

Governativi[modifica | modifica sorgente]

Canada Canada
Stati Uniti Stati Uniti
entrambi operarono con diversi esemplari di G-21.

Civili[modifica | modifica sorgente]

1942 Grumman Goose ad Akutan, Alaska, operato da PenAir
British Guiana Govt. Airways Grumman Goose c. 1955. Piarco Airport, Trinidad.
Australia Australia
bandiera Guyana Britannica
Canada Canada Canada Canada
bandiera Indie Orientali Olandesi
Figi Figi
Islanda Islanda
Nuova Zelanda Nuova Zelanda
Norvegia Norvegia
Stati Uniti Stati Uniti

Incidenti[modifica | modifica sorgente]

Diversi esemplari del Goose sono stati coinvolti nel corso di diversi incidenti:

Nella cultura di massa[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e Stoff
  2. ^ Montgomey - Foster
  3. ^ a b c d e f g h i (EN) Grumman G-21 Goose in All the World's Rotorcraft. URL consultato il 16-07-2009.
  4. ^ (EN) Grumman G-21 Goose - specifiche e dati in Flugzeuginfo.net. URL consultato il 16-07-2009.
  5. ^ a b (EN) Tp 81- Grumman G-21A Goose (1951-1962) in Avrosys.nu. URL consultato il 17-07-2009.
  6. ^ a b c d (EN) Jon Seal, The Grumman Goose After All These Years in Microsoft Flight Simulator, 1º ottobre 2007. URL consultato il 16-07-2009.
  7. ^ a b c d (EN) Grumman Goose in Bush-planes.com. URL consultato il 16-07-2009.
  8. ^ a b (EN) Storia del Grumman G-21 Goose in Antillesseaplanes.com. URL consultato il 16-07-2009.
  9. ^ (EN) Grumman G-21 Goose in Airliners.net. URL consultato il 17-01-2009.
  10. ^ Knott
  11. ^ "Grumman Goose has served coast for many years as 'flying-boat workhorse'." canada.com. Retrieved: December 19, 2009.
  12. ^ (EN) Registro sul National Transportation Safety Board. URL consultato il 18-07-2009.
  13. ^ (EN) Dorothy Townsend; Nielson Himmel, Grumman Goose Found off Catalina Island, CA in Los Angeles Times. URL consultato il 18-07-2009.
  14. ^ (EN) Grumman Goose Crash in Mahalo.org. URL consultato il 18-07-2009.
  15. ^ (EN) 7 dead, 1 survivor in plane crash off B.C. coast in CBCnews.ca. URL consultato il 18-07-2009.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Testi di riferimento[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Joshua Stoff, Historic Aircraft and Spacecraft in the Cradle of Aviation Museum, Dover Publications Inc., pg. 29,, ISBN 0-486-42041-8.
  • (EN) M. R. Montgomery, Gerald L. Foster, A field guide to airplanes of North America, 3ª edizione, HMH, pg. 98,, ISBN 0-618-41127-5.

Altri testi[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Richard C. Knott, The American Flying Boat: An Illustrated History, Naval Institute Press, ISBN 0-87021-070-X.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Velivoli simili[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]