Grumman E-1 Tracer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Grumman E-1 Tracer
Un E-1B Tracer appartenente al VAW-121 "Griffins" dell'US Navy, in volo; 30 dicembre 1960.
Un E-1B Tracer appartenente al VAW-121 "Griffins" dell'US Navy, in volo; 30 dicembre 1960.
Descrizione
Tipo AWACS
imbarcato
Equipaggio 2 piloti
2 Intercept Officer
Costruttore Stati Uniti Grumman
Data primo volo 17 dicembre 1956
Data entrata in servizio 1958
Data ritiro dal servizio 1977
Utilizzatore principale Stati Uniti US Navy
Esemplari 88
Sviluppato dal C-1 Trader
Dimensioni e pesi
Lunghezza 12,9 m (42,25 ft)
Apertura alare 21,2 m (69,6 ft)
Altezza 4,9 m (16,3 ft)
Superficie alare 46,35 (499 ft²)
Peso a vuoto 8 504 kg (18 750 lb)
Peso carico 12 065 kg (26 600 lb)
Peso max al decollo 13 222 kg (29 150 lb)
Propulsione
Motore 2 radiali Wright
R-1820-82WA Cyclone
Potenza 1,13 kN ciascuno
Prestazioni
Velocità max 0,35 Ma
(383 km/h in quota)
Velocità di salita 5,7 m/s
Raggio di azione 1 670 km
Tangenza 4 800 m
Note dati relativi alla versione:
E-1B

i dati sono tratti da:
Standard Aircraft Characteristics [1]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

Il Grumman E-1 Tracer fu il primo velivolo AWACS utilizzato dalla United States Navy. Fu sviluppato a partire dal C-1 Trader ed entrò in servizio nel 1958. Fu sostituito dal più moderno E-2 Hawkeye all'inizio degli anni settanta.

Progetto e sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Un E-1B del VAW-121 sulla USS Franklin D. Roosevelt nel 1970

L'E-1 fu designato WF nel vecchio sistema della US Navy; ciò gli fece guadagnare il soprannome Willy Fudd. Essendo l'S-2 Tracker conosciuto come S2F, esso fu soprannominato Stoof; il WF/E-1 con il suo radome fu chiamato anche Stoof with a Roof.[2]

Radar[modifica | modifica wikitesto]

Un Tracer del VAW-111 sulla USS Bon Homme Richard

Nel radome del Tracer è inserito un radar Hazeltine AN/APS-82. L'apparecchio ha un AMTI (Airborne Moving Target Indicator - Indicatore dell'obiettivo volante in movimento), che attraverso l'effetto Doppler può distinguere un velivolo in movimento nella confusione prodotta dalle onde del mare. Per separare un oggetto in movimento dallo sfondo esso è dotato di un hardware apposito.

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

Il prototipo XTF-1W.
Un WF-2 del VAW-11 sulla catapulta della USS Hancock nel 1962.
XTF-1W/XWF-1
Prototipo senza gli strumenti elettronici (BuNo 136792), poi ricostruito come C-1A.
WF-2
Versione AEW del TF-1 Trader, ridesignato E-1B nel 1962, 88 esemplari.
E-1B
Ridesignazione del WF-2 nel 1962.

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Stati Uniti Stati Uniti

Esemplari in mostra[modifica | modifica wikitesto]

C'è un E-1B sul ponte di volo della USS Yorktown (CV-10) al museo navale e marittimo di Patriot's Point a Mount Pleasant, SC.

Velivoli comparabili[modifica | modifica wikitesto]

Stati Uniti Stati Uniti
Regno Unito Regno Unito

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Standard Aircraft Characteristics:Navy Model E-1B Aircraft: NAVAIR 00-110AW1-1. Naval Air Systems Command, 1 July 1967.
  2. ^ O'Rourke, G.G., CAPT USN. "Of Hosenoses, Stoofs, and Lefthanded Spads". United States Naval Institute Proceedings, luglio 1968.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Winchester, Jim (ed.). "Grumman S-2E/F/G/UP Tracker." Modern Military Aircraft (Aviation Factfile). Rochester, Kent, UK: Grange Books plc, 2004. ISBN 1-84013-640-5.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]