Royal Canadian Mounted Police

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Royal Canadian Mounted Police
Gendarmerie royale du Canada
RCMP logo.gif
Descrizione generale
Attiva 1872 - oggi
Nazione Canada Canada
Servizio Gendarmeria
Compiti pubblica sicurezza
ordine pubblico
Numero di emergenza 911
Quartier generale 1200 Vanier Parkway
Ottawa
Dimensione 19.414 agenti e 9.878 civili
Soprannome Red-coats (giubbe rosse)
Mounties
Motto Maintiens le Droit
Difendi il diritto
Colori Rosso
Missioni all'estero ISAF (Afghanistan, 2003)
Sito internet rcmp-grc.gc.ca
Parte di
  • Public Safety Canada - Sécurité publique Canada
Comandanti
Commissioner William J.S. Elliott
Senior Deputy Commissioner Rod Knecht
Simboli
Tartan RCMP Tartan.png

Fonte: sito ufficiale

Voci di forze di polizia presenti su Wikipedia

La Régia polizia a cavallo canadese (in francese: Gendarmerie royale du Canada, in inglese: Royal Canadian Mounted Police) fu istituita nel 1872 per ordine del colonnello Patrick Robertson-Ross che propose la creazione di un corpo militare a cavallo che presidiasse la regione delle grandi praterie nell’ovest del Canada, immenso dominio dell'Impero Britannico. In modo informale questo corpo di polizia viene chiamato Mounties.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

All’epoca quella regione era ancora terra di confine, i pochi bianchi insediatisi stentavano a trovare un efficace sistema di convivenza con le tribù indiane che da secoli abitavano quelle terre. D'altronde, anche l’effettiva sovranità canadese su quell’area era, all’epoca, allo stato formale e, pertanto, le mire espansionistiche degli Stati Uniti nei confronti di quei territori erano tutt'altro che velate. Vi erano infatti dei continui sconfinamenti da parte di cacciatori, mercanti e avventurieri di ogni genere provenienti dagli Stati Uniti, che avevano addirittura cominciato a porvi degli insediamenti permanenti, come centri fortificati e piccoli villaggi dove sventolava la bandiera a stelle e strisce. Uno di questi insediamenti fu Fort Whoop-up, dove si concentrò un folto gruppo di avventurieri statunitensi (soprattutto trafficanti di alcool e cacciatori di lupi e bisonti), che nel giro di poco tempo resero più aspro il rapporto con le locali tribù nativoamericane, divenendo in breve tempo una vera e propria spina nel fianco per il governo canadese.

Fu proprio a seguito del massacro di alcuni nativoamericani della tribù degli Assiniboine, avvenuto nel 1873 in una località denominata Cypress Hills, tra l'Alberta ed il Saskatchewan, da parte di una banda di cacciatori proveniente da Fort Whoop-up, che il primo ministro Canadese, sir John A. Macdonald, decise di far propria la proposta del colonnello Robertson-Ross e di istituire un corpo di polizia a cavallo che operasse nei territori occidentali del Canada, soprattutto al fine di evitare una guerra indiana provocata dalle continue scorrerie degli avventurieri “yankees”.

Il nuovo corpo, che era numericamente modesto per evitare che l’istituzione di una grande unità ai confini con gli USA potesse essere interpretata da questi ultimi come una provocazione, fu dotato di una uniforme con la giubba di colore rosso, lo stesso colore che all'epoca vestiva l’esercito di Sua Maestà Britannica. Il primo nome ufficiale assegnato al nuovo corpo di polizia, composto da poco più di trecento unità, fu North-West Mounted Police (Polizia a cavallo del nord-ovest, poi dal 1901 come Royal Mounted Police con competenza su tutto il Canada), ma ben presto i suoi appartenenti divennero famosi come "mounties" oppure come "red-coats" (giubbe rosse).

La NWMP divenne in breve tempo il simbolo della corona inglese negli immensi territori di quella parte del Canada, dove i componenti di questo corpo scelto, per quanto limitato numericamente, assolsero un ruolo fondamentale per la colonizzazione dell’ovest canadese. Essi, in effetti, non furono solo la longa manus armata del potere costituito, ma amministrarono direttamente la giustizia nei reati minori, e soprattutto si frapposero, quale autorevole cuscinetto, fra gli attori principali di una non facile convivenza: indiani e coloni bianchi. La loro politica era di controllare e mantenere l'ordine e far rispettare le leggi britanniche con fermezza e convinzione senza fare violenza.

Ben presto divennero famose per le loro spedizioni di pace e controllo della popolazione. Tra i maggiori interventi si ricordano quelli:

  • di Fort Whoop-up: divenuta la base di 200 spacciatori americani di whiskey tra le popolazioni indiane nell'Alberta meridionale, fu centro di disordini e violenze (massacro di 16 donne e bambini Assiniboines). Dopo una lunga marcia di giorni trovarono il forte già abbandonato.
  • lo sconfinamento dei Sioux di Toro Seduto: in 5.600 sfuggivano alla vendetta delle truppe americane dopo la battaglia del Little Big Horn (1876). Le guardie si accamparono 100 miglia a sud-est di Fort Walshc e grazie al loro intervento i rapporti tra gli indiani e i canadesi della zona furono sempre buoni e pacifici finché i Sioux tornarono negli Stati Uniti nel 1881.
  • la rivolta dei meticci: nel 1885 i meticci e le tribù degli Assiniboines e Crees condotti da Louis Riel e da capi indiani Big Bear e Poundmaker portò al massacro di Frog Lake. I malumori che portarono alla rivolta furono provocati dalla penetrazione dei bianchi nelle regioni occidentali esautorati sempre più dal commercio con gli indiani. Riel, capo della rivolta fu catturato a Batoche, sede dei ribelli e dopo il processo impiccato.
  • la marcia del Klondike: con la scoperta dei giacimenti auriferi nel 1895 le regioni furono invase da cercatori e avventurieri. Il governo canadese inviò i Mounties per mantenere l'ordine in quelle remote regioni; le truppe percorsero ben 7.728 km (oltre 4.800 miglia) e dal nuovo centro da loro costruito (Fort Cudahy) esercitarono non solo attività di polizia, ma anche amministrativa e civile, stipulando le concessioni aurifere, appianando i contrasti tra i contendenti, cambiando l'oro in valuta.

Status attuale[modifica | modifica wikitesto]

Ai giorni nostri la denominazione ufficiale del corpo della polizia a cavallo canadese è Royal Canadian Mounted Police (RCMP) ed è un corpo di polizia moderno ed altamente specializzato a statuto militare, pur senza aver rinunciato a nulla della sua tradizione ultracentenaria. Ancor oggi, infatti, il mountie, con la sua famosa giubba rossa e il suo caratteristico cappello a falda circolare, rimane uno dei simboli del Canada maggiormente conosciuti nel mondo.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Canada Portale Canada: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Canada