Dottor Faustus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dottor Faustus
Universo Universo Marvel
Nome orig. Doctor Faustus
Lingua orig. Inglese
Alter ego Johann Fennhoff
Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. novembre 1968
1ª app. in Captain America n. 107 - I serie
Editore it. Editoriale Corno
app. it. in Capitan America n. 23
Specie umano
Sesso Maschio
Etnia austriaca
Luogo di nascita Vienna (Austria)
Abilità
  • grande conoscenza della pische umana
  • capacità di manipolare la volontà altrui

Il Dottor Faustus (Doctor Faustus), il cui vero nome è Johann Fennhoff, è un personaggio dei fumetti, creato da Stan Lee (testi) e Jack Kirby (disegni), pubblicata dalla Marvel Comics. La sua prima apparizione è in Captain America (prima serie) n. 107 (novembre 1968).

È uno psichiatra malvagio, capace di manipolare la mente altrui con grande abilità, specializzato nel fare il lavaggio del cervello alle sue vittime e fargli compiere azioni criminali per suo conto.

Personaggio apparso spesso nelle storie pubblicate negli gli anni 70, è rimasti inutilizzato a lungo, fino a quando l'attuale scrittore delle storie del Capitano, Ed Brubaker, non ha deciso di "rispolverarlo" per il suo ciclo di storie.

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Vienna, Austria, il Dottor Faustus si è specializzato in psichiatria e in psicologia criminale. Autoproclamatosi "Maestro della mente umana" Faustus escogitò nuovi metodi per la manipolazione mentale, che decise di utilizzare per i propri scopi criminali.

Trasferitosi negli States, si trovò molto spesso a combattere contro il leggendario Capitan America, e tramite trappole allucinogine e illusioni artificiali, ha spesso messo in grave difficoltà l'eroe a stelle e strisce e i suoi alleati, in particolar modo la sua fidanzata, l'agente 13 dello S.H.I.E.L.D. Sharon Carter.

Infatti Faustus manipolò la mente della ragazza fino al punto di farla suicidare, mostrando il filmato con la sua morte a Cap, che per anni la credette morta.

Sharon, in realtà, assecondò Faustus solo per riuscire a simulare la propria morte, in modo da poter svolgere una missione segreta per lo S.H.I.E.L.D.. Steve Rogers verrà a conoscenza della cosa solo alcuni anni dopo e per parecchio tempo reputerà Faustus colpevole per la prematura morte dell'amata compagna.

Il Dottor Faustus riuscì anche ad impossessarsi dei corpi del Cap e Bucky degli anni cinquanta, messi in stato vegetativo dal governo in quanto erano divenuti molto pericolosi a causa di una crisi allucinogena che faceva vedere loro sabotatori sovietici ovunque, e che li aveva spinti ad aggredire anche i cittadini innocenti, scambiati per spie straniere.

Faustus riprogrammò la mente del Capitan America degli anni cinquanta, facendolo diventare il Gran Direttore, leader della Forza Nazionale, un'organizzazione di stampo Neo-Nazista. Per farsi dare prova della propria fedeltà, Faustus ordinò al Gran Direttore di sparare a Bucky/Jack Monroe: egli eseguì, non sapendo che la pistola era caricata a salve; questo perché Faustus riteneva Jack un ostaggio troppo prezioso, da poter riutilizzare in seguito per i propri scopi.

Successivamente gli ordinò di uccidere il vero Capitan America che, alleandosi per l'occasione con Devil, riuscì però a sconfiggere la Forza Nazionale; il Gran Direttore si suicidò e di Faustus si persero le tracce per lungo tempo.

Tornò sporidicamente a tormentare il Capitano, ad esempio quando rapì nuovamente Jack Monroe (nel frattempo divenuto Nomad) o quando, alla presunta morte del Teschio Rosso, tramite ologrammi e fumi allucinogeni, fece credere a Cap che lo spettro del criminale infestava ancora la sua villa, teatro del loro ultimo scontro.

Civil War[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Civil War (fumetto).

Creduto morto da tutti, il Dottor Faustus tornò in scena durante la guerra civile tra i supereroi; alleatosi col reddivivo Teschio Rosso (la cui mente è all'interno del corpo del generale russo Aleksander Lukin) è riuscito ad infiltrarsi tra le file dello S.H.I.E.L.D., spacciandosi per uno psicologo al servizio degli agenti sotto stress (grazie ad un simulatore d'immagini, che gli dava le sembianze di un distinto signore di colore); in questo modo Faustus è riuscito ad avvicinarsi nuovamente a Sharon Carter, e a manipolarla mentalmente a sua insaputa: infatti, benché Sharon sembri ancora padrona di sé stessa, cade in uno stato di trance durante il quale il Dottore riesce a farle fare tutto ciò che vuole.

Fu in questo modo che Sharon sparò a bruciapelo al suo amato Steve: alla fine della guerra civile Cap si arrese alla fazione di Iron Man e venne condotto davanti ad un tribunale per essere processato; colpito alla spalla da un cecchino (rivelatosi poi Crossbones), Sharon riuscì ad avvicinarsi a Steve, grazie alla confusione creatasi dal panico, e fu in quel momento che Faustus prese il controllo delle sue azioni e le fece fare fuoco.

Ma il controllo che il perfido psichiatra esercita sulla ragazza non finì lì: per prima cosa, le procurò un blocco mentale, grazie al quale Sharon non può parlare a nessuno di quanto è avvenuto, ed è ancora in grado di manipolarla a distanza: su suo ordine infatti Sharon ha sparato a Falcon e alla Vedova Nera, che stavano indagando assieme a lei per scoprire il mandante dell'omicidio di Cap.

Quando il Teschio Rosso è riuscito a catturare il Soldato d'Inverno, ha ordinato a Faustus di fargli l'ennesimo lavaggio del cervello, in modo tale da poterlo utilizzare come sicario per i loro loschi piani: sembrava che Faustus vi fosse riuscito, ordinandogli di sparare a Sharon Carter, che aveva nel frattempo raggiunto il malefico dottore, ma all'ultimo James ha rivoltato la pistola contro di lui, non sapendo che fosse caricata a salve. Faustus fa rinchiudere Bucky nelle prigioni, ma l'arrivo di Falcon e della Vedova Nera lo costringono alla fuga, durante la quale sembra che Sharon stia lentamente sfuggendo al suo controllo.

Proprio come fece anni fa, Faustus sta riprogrammando la mente del Capitan America degli anni cinquanta (creduto morto nei panni del Gran Director ma in realtà salvato all'ultimo proprio dal dottore per impiegarlo nei suoi piani di conquista) in modo da farlo scontrare col nuovo Capitano, alias il Bucky originale; per incentivarne l'odio, Faustus lo ha informato dell'assassinio del suo ex partner, Jack Monroe, per mano di Barnes quando era il Soldato d'Inverno.

Ma il fallimento di quest'ultimo, e la sempre maggiore intolleranza del Teschio e Arnim Zola verso di lui, convinsero il dottore a ritirarsi dal progetto, ma non prima di liberare dal condizionamento Sharon Carter e fornendo informazioni cruciali sui piani del Teschio allo S.H.I.E.L.D..

Versione Ultimate[modifica | modifica wikitesto]

Esiste una versione Ultimate del personaggio; ex agente segreto incontrato da Tony Stark durante la "guerra di armature", si rivela essere un involucro robotico guidato da MODOK, che in versione Ultimate è di dimensioni ridotte, tanto da pilotare l'automa Faustus dall'interno del cranio.

Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics