Patto col diavolo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il patto tra Faust e Mefistofele

Il diffuso meme culturale del Patto col diavolo, familiare alla leggenda di Faust e alla figura di Mefistofele, è un elemento di molti racconti di origine popolare.
Nel catalogo tipologico Aarne-Thompson, si trova nella categoria AT 756B – "Il contratto col diavolo".

Il baratto è sempre pericoloso, poiché il prezzo da pagare per il servizio del demone è l'anima del contraente. Il racconto può avere un finale moraleggiante, con la dannazione eterna dell'incauto avventuriero. Per contro può avere una svolta comica, nella quale lo scaltro contadino inganna il diavolo, solitamente grazie ad un cavillo tecnico.

La storia di Teofilo di Adana, un santo che fece un patto col diavolo, è precedente alla leggenda di Faust e potrebbe esserne stato l'ispirazione. [senza fonte]

L'accordo tra l'umano troppo fiducioso e l'intelligenza diabolica, innalza la vecchia fiaba alla sua vetta culturale nel Faust di Goethe.

Spesso si è portati a confondere il patto faustiano con la scelta di Hobson dove, in realtà, non esistono alternative.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]