Fairy Tail

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Fairy Tail
manga
Copertina del 3° volume del manga (versione italiana)
Copertina del 3° volume del manga (versione italiana)
Titolo originale Fearī Teiru
Autore Hiro Mashima
Editore Kodansha
1ª edizione 2 agosto 2006 – in corso
Collana 1ª ed. Shōnen Magazine
Periodicità Settimanale (capitoli); Bimestrale/Trimestrale (tankōbon)
Tankobon 42 (in corso)
Editore it. Star Comics
1ª edizione it. 3 gennaio 2008 – in corso
Periodicità it. Trimestrale/Mensile
Tankobon it. 37 / 42 Completa al 88%.
Lettura it. originale (da destra a sinistra)
Censura it. no
Genere
Fairy Tail
serie TV anime
I protagonisti della serie
I protagonisti della serie
Titolo originale Fearī Teiru
Autore Hiro Mashima
Regia Shinji Ishihira
Sceneggiatura
Character design Aoi Yamamoto
Studio
Musiche Yasuharu Takanashi
1ª TV 12 ottobre 2009 – 30 marzo 2013
Episodi 175 (completa) in 4 stagioni
Durata ep. 24' circa
Episodi it. inedito
Genere
Fairy Tail
OAD anime
Titolo originale Fearī Teiru
Autore Hiro Mashima
Regia
Sceneggiatura
Character design
Studio
Musiche Yasuharu Takanashi
1ª edizione 15 aprile 2011 – 16 agosto 2013
Episodi 6 (completa)
Durata ep. 24 minuti circa
Episodi it. inedito
Genere
Gekijōban Fairy Tail: Hōō no miko
film anime
Titolo originale Gekijōban Fearī Teiru: Hōō no miko
Genere
Fairy Tail (2014)
serie TV anime
Titolo originale Fearī Teiru
Autore Hiro Mashima
Regia Shinji Ishihira
Sceneggiatura
Character design Shinji Takeuchi
Studio
Musiche Yasuharu Takanashi
1ª TV 5 aprile 2014 – in corso
Episodi 2 (in corso)
Durata ep. 24' circa
Episodi it. inedito
Genere

Fairy Tail (フェアリーテイル Fearī Teiru?) è una serie manga giapponese di genere shōnen e ambientazione fantasy scritta e illustrata da Hiro Mashima. È stata serializzata per la prima volta in Giappone sulla rivista Shōnen Magazine a partire dal numero del 2 agosto 2006 ed è in corso di pubblicazione. Il primo volume della serie fu pubblicato il 15 dicembre 2006. In Italia i diritti del manga sono stati acquisiti da Star Comics, che lo ha pubblicato dal 3 gennaio 2008 a cadenza prima bimestrale per i volumi dal 1 al 14 e successivamente trimestrale per il numero 14 e i successivi.

Dal manga è stato tratto una serie televisiva anime trasmessa per la prima volta in Giappone dal 12 ottobre 2009.[1][2] La trasmissione si è poi interrotta il 30 marzo 2013, per un totale di 175 episodi, e la settimana successiva è iniziato un ciclo di repliche denominato Fairy Tail Best!. Una nuova serie, sequel della prima, è stata annunciata l'8 gennaio 2014, sulla rivista dove viene pubblicato il manga e la sua trasmissione è iniziata il 5 aprile 2014 su TV Tokyo.[3][4]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Capitoli di Fairy Tail e Episodi di Fairy Tail.
« Scordate ciò che dicono quegli idioti del Concilio... fate sempre tutto ciò che vi sembra giusto, perché è così che facciamo noi di Fairy Tail! »
(Master Makarov rivolto alla gilda)

Il Regno di Fiore è un paese neutrale di diciassette milioni di abitanti: in questa nazione la magia è comprata e venduta come una qualsiasi altra merce ed è parte integrante della vita quotidiana della popolazione. Di tutta la popolazione però solo una minima parte è specializzata nel suo uso e sono coloro che vengono chiamati maghi.

Buona parte di questi Maestri di magia sono riuniti in gilde e compiono lavori su commissione che soltanto loro sarebbero in grado di svolgere. Di queste gilde ve ne sono molte sparse in tutto il paese, le quali sono riunite in leghe coadiuvate dal Concilio della Magia che è in stretti legami con il Governo.

Tra le più importanti gilde del paese ce n'è una particolarmente famosa per il suo carattere esuberante e per il grande potere che possiedono molti dei suoi componenti: il suo nome è Fairy Tail. Nel corso degli anni questa corporazione ha avuto più di una volta degli attriti con il Concilio a causa del comportamento fuori degli schemi e per l'atteggiamento a volte disastroso e incurante con cui essi compiono il proprio lavoro. Ma in fondo è anche per questo motivo che il popolo, soprattutto quello della città di Magnolia dove si trova la sede della gilda, l'apprezza e ammira.

Attratta da tale fama Lucy Heartphilia, una giovane maga degli Spiriti Stellari, decide di entrarne a far parte; durante il suo viaggio si imbatte in Natsu Dragonil, un mago del fuoco di Fairy Tail, messosi alla ricerca del drago Igneel, e del suo fidato compagno, il gatto volante Happy. Quest'ultimi la introdurranno nella gilda, ove conoscerà numerosi altri maghi e maghe, dal mago del ghiaccio Gray Fullbuster, rivale di Natsu fin dall'infanzia, alla maga guerriera Erza Scarlett, denominata Titania (regina delle fate).

In mezzo a loro Lucy imparerà i valori della fiducia e dell'amicizia che lega ogni singolo membro della gilda come se fosse una grande famiglia, giungendo ad affezionarsi a quel luogo e ai suoi componenti; la giovane maga contribuirà con tutta se stessa a preservarli e a difenderli, ogni qual volta se ne presenti l'occasione, vivendo meravigliose avventure e condividendone sia i momenti felici che quelli tristi.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Personaggi di Fairy Tail.

La storia è incentrata sulle avventure della gilda Fairy Tail, ma più in particolare sui membri di una squadra in essa attiva, il Team Natsu. Essa è capitanata da Natsu Dragonil, un mago e un Dragon Slayer di fuoco, dall'animo semplice, impulsivo e amichevole. Egli incontra Lucy Heartphilia, erede di una nobile famiglia, fuggita di casa per sottrarsi al destino che suo padre voleva imporle. È una ragazza timorosa ma molto intelligente, che utilizza la magia basata sull'evocazione degli Spiriti Stellari. Gray Fullbuster utilizza la magia alchemica del ghiaccio, che gli consente di modellarlo in varie forme e utilizzarlo come arma. Nonostante la giovane età, è considerato uno dei maghi più forti della gilda. Al pari di Natsu il suo carattere si sposa bene con il proprio elemento, in quanto Gray il più delle volte mostra espressioni e atteggiamenti seri e composti, anche quando ride o è di buon umore. Erza Scarlett è considerata la donna più forte nella sua gilda, per l'enorme potere magico di cui è dotata, la raffinata abilità nell'utilizzare il proprio stile di magia e la sua fedeltà incrollabile nei confronti della propria gilda. Anche se all'apparenza mostra un carattere fiero e serio, sa essere dolce e comprensiva. In seguito alla battaglia contro Oracion Seis si unisce al team anche Wendy Marvell, giovane maga facente parte in origine della gilda Cat Shelter. Essa è in possesso dell'Healing Magic, una magia perduta che le permette di curare avvelenamenti e ferite di ogni genere. Talvolta a loro si aggiungono altri membri della gilda nel corso di determinati archi narrativi. Tra loro i più ricorrenti sono Gajil Redfox, rivale di Natsu e in grado di utilizzare la magia di Dragon Slayer del ferro e Juvia Loxar, maga che utilizza la magia dell'acqua e innamorata di Gray Fullbuster.

Oltre ai protagonisti, in Fairy Tail sono presenti numerosi altri personaggi, la maggior parte dei quali sono maghi appartenenti ad una gilda. Le gilde legali sono associazioni formate da gruppi di maghi e maghe che collaborano attivamente allo svolgimento di missioni su commissione per conto di coloro che ne richiedono i servigi. Sono riconosciute ufficialmente dal concilio e non è ammesso nessuno scontro tra di loro. Oltre a Fairy Tail occupano un ruolo di prominenza Sabertooth, Blue Pegasus e Lamia Scale. Esistono poi le gilde oscure (闇の ギルド yami girudo?), ovvero associazioni di maghi che vivono nell'illegalità, portando avanti numerosi traffici illeciti e criminosi. Molte di queste hanno come membri maghi dediti alla magia nera, alla distruzione fine a sé stessa e alla sete di sangue e potere. Escludendo casi particolari, la maggioranza delle gilde vive sottoposta ufficiosamente e pagando periodici tributi a quella che è nota come l'Alleanza Baram (バラム同盟 Baramu Dōmei?), composta da tre grandi e potenti gilde: Oracion Sèis, Grimoire Heart e Tartaros. Tra le numerose gilde oscure minori sottoposte al potere dell'alleanza vi sono Eisenwald, Naked Mummy, Ghoul Spirit, Dark Unicorn, Harpuia e Red Hood. Una gilda oscura che non fa parte di questo schieramento è Raven Tail, che successivamente entra a far parte delle gilde legali. Esiste infine una gilda definita indipendente, Crime Sorcière, guidata da Gerard Fernandes. Nonostante non sia riconosciuta dal concilio, essa rimane un'associazione di maghi che agisce con gli stessi ideali delle gilde legali.

L'operato delle gilde è controllato e regolato da un organo supremo, il concilio della magia (魔法評議院 mahō hyōgīn?). Esso è composto da nove membri più il presidente in capo. Avendo numerosi legami con il Governo, il Concilio possiede una propria autonomia gestionale e di azione che le concede poteri giuridici e coercitivi, nonché di una squadriglia militare al suo servizio che mette in atto gli emendamenti del Concilio stesso, chiamata Cavalieri della Runa. Il titolo di "mago sacro" (聖十大魔導 seiten daimadō?) è attribuito ai possessori di un notevole potere magico che si sono fregiati di meriti particolari. Gray afferma che la potenza dei 10 maghi sacri è pari ad eccezione dei primi quattro membri. Nella saga del Villaggio del Sole, Walrot afferma che il titolo viene dato dal concilio non necessariamente ai 10 maghi più potenti. Gli Spiriti Stellari (星霊 Seirei?) sono particolari creature magiche che vivono in un mondo a sé stante e possono essere evocati dai maghi grazie a delle particolari chiavi magiche. Tra di loro gli spiriti appartenenti alle costellazioni dello zodiaco sono i più rari e potenti. Oltre a loro esiste il re degli Spiriti Stellari, che regola e comanda il mondo da cui provengono.

Ambientazione[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Geografia di Fairy Tail.

In Fairy Tail sono presenti diversi mondi. La storia si svolge principalmente nel mondo denominato Earthland, dove è presente un grande continente suddiviso in molti regni, tra cui il Regno di Fiore, dove agiscono i protagonisti e dove sono presenti innumerevoli gilde di maghi. Oltre ad Earthland, sono presenti anche altri mondi paralleli o altre dimensioni con le quali i protagonisti si sono trovati ad avere a che fare: Edolas, un mondo parallelo in cui gli abitanti sono veri e propri sosia degli abitanti di Earthland, ma con caratteristiche fisiche o caratteriali completamente opposte; il mondo degli Spiriti Stellari, in cui vivono le creature magiche che danno nome alla dimensione.

Terminologia[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Terminologia di Fairy Tail.

Media[modifica | modifica sorgente]

Manga[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Capitoli di Fairy Tail.

Scritto e illustrato da Hiro Mashima, Fairy Tail è in corso di serializzazione sulla rivista per manga shonen di Kodansha Weekly Shōnen Magazine dal 2 agosto 2006. I singoli capitoli sono stati raccolti in volumi in formato tankōbon pubblicati da Kodansha a partire dal 15 dicembre 2006. Sono stati pubblicati 345 capitoli, di cui 326 raccolti in 38 volumi. Uno speciale sulla rivista Weekly Shōnen Magazine realizzato come crossover con Flunk Punk Rumble, è stato pubblicato nel 2008. Il fanbook, Fairy Tail+, fu pubblicato il 17 maggio 2010 in Giappone. Nel numero di maggio 2011 della rivista Magazine Special di Kodansha fu pubblicato uno speciale one-shot crossover con la serie Rave - The Groove Adventure, realizzato da Hiro Mashima.[5] Un nuovo one-shot, crossover con la serie Nanatsu no taizai, fu realizzata dagli autori Mashima e Nakaba Suzuki e pubblicata sul numero doppio della rivista Weekly Shonen Magazine del 25 dicembre 2013.[6] Tra marzo e aprile 2014 è prevista la pubblicazione su diverse riviste di Kodansha di quattro capitoli speciali realizzati da Mashima dedicati a Fairy Tail. L'evento è stato denominato Fairy Tail Festival (Fairy Tail Matsuri) e i capitoli verranno pubblicati secondo la seguente sequenza: il primo uscirà l'8 marzo su Bessatsu Shōnen ed è dedicato a Frosch e alla gilda di Sabertooth; il secondo uscirà il 20 marzo su Special ed è dedicato a Gray Fullbuster e Juvia Loxar; il 31 marzo uscirà il terzo capitolo sulla rivista Young Magazine ed è dedicato a Erza Scarlett; l'ultimo uscirà il 5 aprile su Weekly Shonen Magazine ed è dedicato a Natsu e Lucy. L'ultimo capitolo vedrà l'apparizione di un personaggio ancora misterioso.[7]

In Italia i diritti sono stati acquistati da Star Comics e la pubblicazione è iniziata il 3 gennaio 2008 ed è in corso di pubblicazione. Sono stati pubblicati 37 volumi, i primi 14 a cadenza bimestrale, i successivi a cadenza irregolare (mensile, bimestrale o trimestrale).

Oltre che in Giappone e in Italia, la serie è pubblicata anche in altri Paesi. L'edizione in lingua inglese è pubblicata nel Nord America d Del Rey Manga.[8] L'editore ha pubblicato il primo volume della serie il 25 marzo 2008 e ha continuato fino alla pubblicazione del dodicesimo volume nel settembre 2010. Dopo la chiusura di Del Rey Manga,[9] Kodansha Comics USA ha acquistato i diritti e ha iniziato la pubblicazione dei volumi di Fairy Tail nel maggio 2011.[10] A gennaio 2013 23 volumi sono stati pubblicati della nuova edizione inglese.

Anime[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Episodi di Fairy Tail.

Sul manga di Fairy Tail sono state prodotte due serie televisive anime, entrambe dirette da Shinji Ishihira.

La prima serie fu prodotta da TV Tokyo, Satelight e A-1 Pictures e la sua trasmissione fu annunciata sul numero 31 del 2009 della rivista su cui è pubblicato il manga originale, Weekly Shōnen Magazine, edita da Kodansha, e programmata per l'autunno dello stesso anno.[2] Fairy Tail fu trasmesso per la prima volta in Giappone su TV Tokyo a partire dal 12 ottobre 2009 in 4 stagioni, per poi essere interotto a 175 episodi il 30 marzo 2013, dato il raggiungimento dei capitoli più recenti del manga e quindi una minor quantità di materiale da trasformare in episodi.[11] Dal 4 aprile 2013 TV Tokyo ha proposto un ciclo di repliche della prima serie anime denominato Fairy Tail Best![11], in attesa della ripresa dell'adattamento ad anime.

L'11 luglio 2013 il mangaka Mashima annunciò che la produzione di una seconda serie televisiva anime era iniziata.[12] Sul sesto numero del 2014 della rivista Weekly Shonen Magazine, pubblicato l'8 gennaio 2014, il regista Ishihira annunciò la ripresa della serie anime per il mese di aprile 2014, con il cast invariato e alcuni cambiamenti nello staff, volti a migliorare la qualità della serie: Shinji Takeuchi è diventato il nuovo character designer al posto di Aoi Yamamoto, mentre nell'animazione ad affiancare lo studio A-1 Pictures non vi è più Satelight ma lo studio Bridge.[3] La nuova serie ha iniziato ad essere trasmessa su TV Tokyo dal 5 aprile 2014, per poi proseguire a cadenza settimanale ogni sabato alle 10:30 (JST).

L'anime segue più o meno fedelmente la storia narrata nel manga e i cambiamenti maggiormente evidenti nel passaggio dalla serie cartacea a quella animata consistono per lo più nella minore presenza di sangue e in una generale riduzione della violenza in svariate scene.

Nel novembre 2009, dopo appena quattro episodi trasmessi in Giappone, Mediaset annunciò di aver acquistato i diritti per l'adattamento della serie.[13] Tale annuncio diede adito a dubbi fra i fan, in quanto già in precedenza annunciò di aver acquisito i diritti per adattare la versione animata di un'altra opera creata da Mashima, Rave - The Groove Adventure, che però non fu mai pubblicata. Sembra che questa sia una notizia falsa poiché il doppiatore Maurizio Merluzzo in una live su YouTube il 23 giugno 2013 ha annunciato che la Mediaset non ha comprato la serie. Il responsabile della programmazione di Rai 4, Massimiliano Morelli, ha detto che c'è interesse nei confronti della trasmissione della serie, ma tale intenzione verrà messa in atto solamente nel caso in cui si dovesse progettare una fascia pomeridiana dedicata all'animazione giapponese, progetto al momento inattuabile. Fairy Tail al momento è inedito in Italia.

Sigle di apertura e chiusura[modifica | modifica sorgente]

N Utilizzate in Sigle iniziali Sigle finali
Brano Interprete Brano Interprete
1 Episodi 01-11 Snow fairy FUNKIST Kanpeki gu~no ne (完璧ぐ~のね?) Watarirouka Hashiri Tai
2 Episodi 12-24 S.O.W. Sense of Wonder (S.O.W.センスオブワンダー?) Idoling!! Tsuioku Merry-Go-Round (追憶メリーゴーランド?) onelifecrew
3 Episodi 25-35 ft. FUNKIST Gomen ne. watashi (ごめんね。私?) Shiho Nanba
4 Episodi 36-48 R.P.G. ~Rockin' Playing Game SuG Kimi ga iru kara (君がいるから?) Mikuni Shimokawa
5 Episodi 49-60 Egao no mahō Magic Party HOLY SHINE Daisy x Daisy
6 Episodi 61-72 Fiesta +Plus -Be as One- w-inds
7 Episodi 73-85 Evidence Daisy x Daisy Lonely Person ShaNa
8 Episodi 86-98 The Rock City Boy JAMIL Don't think.Feel!!! Idoling!!
9 Episodi 99-111 Towa no kizuna Daisy x Daisy Kono te nobashite Hi-Fi CHAMP
10 Episodi 112-124 I Wish Milky Bunny Boys be Ambitious! Hi-Fi CHAMP
11 Episodi 125-137 Hajimari no sora +Plus Glitter Another Infinity con Mayumi Morinaga
12 Episodi 138-150 Tenohira Hero Yell ~Kagayaku tame no mono~ Sata Andagi
13 Episodi 151-166 Break Through GOING UNDER GROUND Kimi ga kureta mono Shizuka Kudo
14 Episodi 167-175 FAIRY TAIL -Yakusoku no hi- Yonekura Chihiro We're the stars Aimi Terakawa

OAD[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi OAV Fairy Tail.

A partire dal 2011 in allegato a diversi volumi del manga sono usciti episodi animati originali in DVD. Il sesto OAD, Fairy Tail x Rave (フェアリーテイル x レイヴ Fearī Teiru x Reivu?), è un crossover con la serie anime Rave - The Groove Adventure.

Film[modifica | modifica sorgente]

Francobolli emessi dalle poste giapponesi per celebrare l'uscita del film.

Il 18 agosto 2012 è uscito nella sale cinematografiche giapponesi un lungometraggio animato, intitolato Gekijōban Fairy Tail: Hōō no miko (FAIRY TAIL 鳳凰の巫女? lett. Fairy Tail Il film - La sacerdotessa della fenice).[14]

Musiche[modifica | modifica sorgente]

La colonna sonora dell'anime è stata composta da Yasuharu Takanashi, sia per la prima serie anime[15] che per la seconda.[16] Tra le musiche che accompagnano i dialoghi dei personaggi figurano anche versioni rock e celtiche di opere di autori famosi, tra cui la Habanera dalla Carmen di Bizet.

La colonna sonora della prima serie anime è stata raccolta in quattro album. Il primo album, intitolato Fairy Tail Original Soundtrack Vol.1, è stato pubblicato da Pony Canyon il 6 gennaio 2010 e contiene 36 tracce musicali.[17] Il secondo album, intitolato Fairy Tail Original Soundtrack Vol.2, è stato pubblicato da Pony Canyon il 7 luglio 2010 e contiene 36 tracce musicali.[18] Tale album contiene molti brani utilizzati come sottofondo musicale durante l'arco narrativo della battaglia tra la gilda Fairy Tail e Phantom Lord. Il terzo album è intitolato Fairy Tail Original Soundtrack Vol.3 ed è stato pubblicato il 6 luglio 2011 da Pony Canyon.[19] Esso contiene per lo più i brani utilizzati durante gli archi narrativi in cui Fairy Tail combatte la gilda oscura Oracion Sèis e si trova su Edolas. Il quarto ed ultimo album, intitolato Fairy Tail Original Soundtrack Vol.4, è stato pubblicato in due dischi il 20 marzo 2013 da Pony Canyon.[20] Il secondo disco contiene anche la versione completa dei brani utilizzati come sigle di apertura e chiusura degli OAD dal 4 al 6.[20] L'ultimo album contiene per lo più i brani utilizzati durante le saghe dell'Isola Tenrō e del Gran Palio della Magia.

Un primo singolo dal titolo FAIRY TAIL Character Song Collection Vol.1 Natsu & Gray contenente due character song, una interpretata da Tetsuya Kakihara come Natsu e una di Yūichi Nakamura sotto il nome di Gray, è stato pubblicato il 17 febbraio 2010 da Pony Canyon.[21] Un secondo singolo dal titolo FAIRY TAIL Character Song Collection Vol.2 Lucy & Happy contenente due character song, una interpretata da Aya Hirano come Natsu e una di Rie Kugimiya sotto il nome di Happy, è stato pubblicato il 3 marzo 2010 da Pony Canyon.[22] Un album contenente 7 character song e intitolato FAIRY TAIL Character Song Album Eternal Fellows è stato pubblicato il 27 aprile 2011 da Pony Canyon.[23] Tale album contiene i brani Eternal Fellows, interpretato da Tetsuya Kakihara (Natsu), e Nichijō Sanka -This Place- (日常賛歌 ~This Place~?), interpretato da Aya Hirano (Lucy), che sono stati utilizzati rispettivamente come sigla di apertura e chiusura dei primi tre OAD.[23] Un secondo album contenente altre 7 character song e intitolato FAIRY TAIL Character Song Album 2 Kizuna Daro!! è stato pubblicato il 16 maggio 2012 da Pony Canyon.[24]

Un album contenente la versione completa delle prime cinque sigle di apertura e delle prime cinque sigle di apertura della prima serie anime e intitolato Fairy Tail (TV Anime) Opening & Ending Theme Songs Vol.1 (アニメ『FAIRY TAIL』オープニング&エンディングテーマソングス Vol.1?) è stato pubblicato da Pony Canyon il 17 agosto 2011.[25] Un secondo album contenente la versione completa delle sigle di apertura e chiusura dalla sesta alla nona e intitolato Fairy Tail (Anime) Intro & Outro Themes Vol.2 (アニメ『FAIRY TAIL』オープニング&エンディング テーマソングス Vol.2?) è stato pubblicato da Pony Canyon il 21 marzo 2012 in versione regolare[26] e in versione limitata con un DVD allegato e una cover dell'album differente.[27] Un terzo ed ultimo album contenente la versione complete delle sigle di apertura e chiusura dalla decima alla quattordicesima e intitolato Fairy Tail (Anime) Intro & Outro Themes (アニメ『FAIRY TAIL』オープニング&エンディング テーマソングス?) è stato pubblicato da Pony Canyon il 3 luglio 2013, in versione regolare[28] e in versione limitata con DVD e una copertina dell'album differente.[29]

Un album contenente la colonna sonora del film è stato pubblicato da Pony Canyon il 15 agosto 2012 con il titolo Fairy Tail: Hōō no miko (Movie) Original Soundtrack.[30]

Drama CD[modifica | modifica sorgente]

Un drama CD dedicato alla serie, il cui cast è composto dai doppiatori dei protagonisti della serie nell'anime, è stato pubblicato da Pony Canyon il 17 aprile 2013.[31]

Videogiochi[modifica | modifica sorgente]

Un videogioco per Playstation Portable intitolato Fairy Tail: Portable Guild fu presentato al Tokyo Game Show del 2009[32][33], sviluppato da Konami e pubblicato in Giappone il 3 giugno 2010. Due sequel a Portable Guild furono poi pubblicati per PlayStation Portable: il primo, dal titolo Fairy Tail: Portable Guild 2, fu pubblicato il 10 marzo 2011; il secondo, Fairy Tail: Zeref kakusei (FAIRY TAIL ゼレフ覚醒 Fairy Tail: Zerefu kakusei?, lett. Fairy Tail: Il risveglio di Zeref), fu pubblicato il 22 marzo 2012.

Due giochi di combattimento, Fairy Tail: Gekitō! Madōshi kessen (FAIRY TAIL 激闘! 魔道士決戦? lett. Fairy Tail: Scontro! Battaglia tra maghi) e Original Story from Fairy Tail: Gekitotsu! Kardia daiseidō (FAIRY TAIL 激突! カルディア大聖堂 Fairy Tail: Gekitotsu! Karudia Daiseidō?, lett. Fairy Tail: Attacco! La Cattedrale Greca Kardia), furono pubblicati per la console Nintendo DS rispettivamente il 22 luglio 2010 e il 21 aprile 2011.[34] Il secondo riprende le meccaniche del più famoso Jump Ultimate Stars.

I personaggi Natsu Dragonil e Lucy Heartphilia sono anche apparsi nel videogioco crossover Sunday VS Magazine: Shūketsu! Chōjō Daikessen come personaggi giocabili.[35]

Riferimenti ad altre opere e/o ambiti culturali[modifica | modifica sorgente]

In Fairy Tail l'autore Hiro Mashima ha ripreso numerosi elementi presenti in altri manga da lui scritti e disegnati, talvolta reinterpretati e sviluppati nuovamente, e da lavori di altri autori; in alcuni casi si tratta di semplici richiami grafici o di semplici nomi comuni, in altri invece di vere e proprie ricomparse di personaggi, resi ovviamente con un diverso background e design. Il manga e l'anime sono ricchi inoltre di numerosi camei di personaggi delle opere precedenti del mangaka, usati per lo più come elementi di sfondo e che non hanno una parte attiva nella trama.

Riferimenti a Rave[modifica | modifica sorgente]

  • Lo spirito stellare Plue è anche personaggio della serie Rave - The Groove Adventure e protagonista principale di La compagnia di Plue. Questo personaggio compare in vari modi e forme in tutte le opere principali di Mashima. In Fairy Tail, Plue è uno spirito stellare dalla chiave d'argento rappresentante della costellazione del Canis Minor; evocato da Lucy per la prima volta nel quarto capitolo, viene presentato con il nome d'ufficio «Nicola» e il nome «Plue» gli viene dato proprio dalla giovane maga.
  • Il personaggio di Sieglein, alter ego di Gerard, come ammesso da Mashima stesso, sarebbe stato inserito da principio come omaggio ai molti fan del Sieg Hart della storia di Rave. con il quale condivide i lineamenti del viso, il colore dei capelli, il tatuaggio sul volto e persino gli incantesimi di battaglia anche se di natura molto diversa (Spada delle Sette Stelle, Altearis). Legata alla figura di Sieglein-Gerard, in Fairy Tail compare la potentissima magia spaziale Etherion; nonostante abbai un ruolo e un potere radicalmente differente, essa è un chiaro riferimento all'incantesimo perno della trama della precedente saga di Mashima. Benché differenti come posizione, pensieri personali e come sviluppo della personalità, entrambi ricoprono dei ruoli estremamente importanti all'interno delle rispettive trame, introducendoli nelle rose dei protagonisti.
  • Nel capitolo 70 del manga Frederick e Yanderica, il team di Erza mette in scena uno spettacolo teatrale basato pressoché completamente su riferimenti al manga Rave: difatti, Gray interpreta il ruolo di un guerriero armato di spada di ghiaccio "Jelios" (chiaramente ripreso dal "Julius" equipaggiato della medesima arma comparso nell'opera precedente), Lucy interpreta il ruolo di una principessa rapita da "quel bruto di Senhart" (parodia del Sieg Hart di Rave), mentre ad Erza tocca quello di un guerriero armato di "dieci spade" (riferimento alla spada Ten Commandments utilizzata dal protagonista di Rave, arma capace di mutarsi in dieci spade differenti).
  • Nel capitolo 180 del manga, viene mostrato che la versione di Edoras di Erza Scarlet utilizza come arma una lancia dal nome "Ten Commandments", capace di mutare la propria forma in differenti versioni di sé, ognuna con differenti poteri; sono state per ora mostrate ed utilizzate (in ordine di apparizione) le versioni Silfarion, Mel Force ed Explosion. Si tratta di un elemento ovviamente ripreso da Rave: the Groove Adventure, ovvero l'arma del protagonista Haru, una spada chiamata proprio "Ten Commandments", dalle medesime capacità e rispettive forme assumibili dell'omonima lancia in Fairy Tail.
  • Erza indossa una serie di armature e adopera delle armi che sono firmate Heart Kruez, una marca di abiti del regno di Fiore. Il nome di questa marca era già comparsa nell'opera Rave - The Groove Adventure, infatti Elie, la protagonista femminile indossa dei vestiti con quella firma.
  • La collana che Gray porta al collo ha un pendente esattamente identico alla Rave, la pietra magica di Rave - The Groove Adventure.
  • Sulla nave della Grimoire Heart, Lily prende una spada con una nota musicale incisa sopra, e appena la prende, il precedente proprietario afferma «La mia Musica sword, mi è costata un patrimonio», e Musica era un fabbro leggendario di Rave - The Groove Adventure, colui che ripara la spada rotta di Haru.
  • Oracion Seis era il nome di un gruppo di nemici in Rave - The Groove Adventure.
  • Il personaggio di Elie in Rave - The Groove Adventure e quello di Lucy in Fairy Tail si assomigliano in aspetto e carattere.
  • Il personaggio di Haru in Rave - The Groove Adventure e quello di Natsu in Fairy Tail si assomigliano per l'aspetto e per il carattere ( entrambi combattivi).
  • Il personaggio di Musica in Rave - The Groove Adventure e quello di Gray fullbuster in Fairy Tail sono simili nell'aspetto ed entrambi sono manipolatori ( uno di ferro e l'altro di ghiaccio) e hanno una collana al collo, come pure un braccialetto.

Riferimenti ad altre opere[modifica | modifica sorgente]

  • Quando i protagonisti si trovano a combattere la Guardia Reale di Edoras insieme alla Fairy Tail di quel mondo, si vedono i vari maghi utilizzare ogni sorta di oggetti magici (non avendo potere magico nel corpo). Cana Alberona, a differenza della controparte energica e sconsiderata di Earthland, su Edoras combatte con uno scettro magico che termina in punta con una stella dentro un cerchio. Uno scettro magico molto simile appare anche in Card Captor Sakura, manga del gruppo di mangaka CLAMP, utilizzato dalla protagonista Sakura, ragazzina gentile e d'animo generoso (come questa versione di Cana) per attingere al suo potere per trasformare ed utilizzare le Carte di Sakura.
  • Il soprannome di Erza, "Titania", deriva dall'opera di Shakespeare Sogno di una notte di mezza estate, in cui il nome della regina delle Fate è appunto Titania; durante lo scontro fra la ragazza ed Evergreen, peraltro, quest'ultima spiega di ambire per sé stessa al titolo di "Titania" in quanto titolo riservato ad una vera Regina delle Fate, definitiva conferma del riferimento shakesperiano.

Riferimenti alla mitologia e alla natura[modifica | modifica sorgente]

  • Il nome della tecnica di Zancrow, Kagutsuchi ha lo stesso nome del dio del fuoco della mitologia giapponese.
  • Il nome della Gilda Oscura appartenente all'Alleanza Balam, Tartaros, deriva dalla parola Tartaro, utilizzato nella mitologia Greca. Il Tartaro è il luogo inteso come la realtà tenebrosa e sotterranea, usato per tormentare e far soffrire chi è negli Inferi.
  • I nomi di alcuni luoghi in Fairy Tail vengono da diversi generi di piante. Sono un esempio Hakobe (il monte dove si trovano i Vulcan), Magnolia, Oshibana, Acalypha e Crocus, la capitale. Sono tutti nomi che per Hiro Mashima danno più senso al nome del Regno, Fiore.
  • Il nome della Lost Magic "Amaterasu" proviene dalla Dea del Sole nella Mitologia Giapponese.

Differenze tra manga e anime[modifica | modifica sorgente]

  • Nel primo capitolo del manga, dopo aver invitato Lucy sulla sua nave, Bora il prominente tenta di addormentarla con del sonnifero.[36] Nell'anime invece tenta di addormentarla con una magia sonnifera.[37]
  • Nello stesso capitolo Bora tenta di imprimere il marchio degli schiavi su Lucy, ma non ci riesce per l'arrivo di Natsu sulla nave.[36] Nell'anime viene mantenuto soltanto l'arrivo di Natsu, mentre è stato cancellato ogni riferimento agli schiavi.[37]
  • Nell'episodio 104, durante un flashback di Makarov viene commesso un errore: in una scena appare Purehito, secondo Master di Fairy Tail, con i baffi. Questo errore viene poi modificato nella scena successiva.
  • Nel manga si possono vedere solamente le conseguenze della battaglia tra Gray e Loki contro Mest e Wendy. Infatti si può solo vedere Mest che si risveglia dopo aver perso i sensi. L'anime mostra, invece, la battaglia completa e come Wendy viene sconfitta da Gray e Loki.
  • Nell'anime, l'uniforme di Grimoire Heart di Ultear è differente rispetto a quella del manga. Nel manga è un abito lungo a strisce, mentre nell'anime è un abito lungo di colore viola senza strisce.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Durante la creazione del personaggio, Hiro Mashima decise di dare a Wendy una doppia personalità, di cui una di esse creava un carattere "furioso".
  • Sho e Wally, compagni di Erza, sarebbero dovuti apparire anche nella Saga del Dai Matou Enbu.
  • L'idea della Trinity Raven è stata immessa su due piedi da Hiro Mashima. Inizialmente, voleva far sì che ad interferire con il Team Natsu fossero Simon, Shou, Wally e Milliana. Tuttavia, disegnando il loro passato da schiavi, Hiro ha cominciato a provare pena per loro. Questo ha portato alla creazione della Trinity Raven, e potrebbe essere la ragione del cambiamento dell'aspetto di Vidaldus e dell'improvvisa convocazione degli altri due membri: Fukuro e Ikaruga.
  • Hiro Mashima aveva intenzione di far morire Makarov durante la Saga dell'Esame di Classe S.
  • Sherry ha cambiato look nella saga degli Oración Seis per celebrare i suoi diciassette anni.
  • Si dice che la versione di Edolas di Lyon è simile a quella di Gray: entrambi indossano vestiti a strati e vengono ignorati dalla ragazza che amano.
  • Nel capitolo 163, ovvero l'imprigionamento di Gerard, Natsu non vuole che il Concilio lo porti via, così si arrabbia ed urla. Si può notare, in una bozza, che Mashima voleva far sì che Natsu piangesse.
  • Inizialmente, Racer sarebbe dovuto essere più muscoloso, più vecchio e senza occhiali da sole. Infatti, nella sua prima apparizione, la sua ombra è apparsa simile al progetto originale.
  • Inizialmente, Mashima decise di far indossare a Natsu degli abiti rossi, ma, per evitare un contrasto tra le fiamme di Natsu ed i suoi abiti, decise di cambiare il colore in nero.
  • Gray partecipa all'Esame di Classe S per la seconda volta.
  • Sia il Lyon di Earth Land che di Edolas sono innamorati di Juvia e il suo omologo di Edolas rispettivamente.
  • Le grandi olimpiadi della magia in origine erano solo un torneo di lotta libera.
  • Gli Exceeds non sono gli unici esseri di Edolas che hanno la magia nel proprio corpo.
  • Hiro Mashima non aveva intenzione di far rimanere Lisanna in vita, ma visto la popolarità del personaggio ha cambiato idea.
  • Nella copertina di due capitoli prima della saga degli oracion seis si può vedero gemini

Accoglienza[modifica | modifica sorgente]

In Giappone, il quinto volume del manga Fairy Tail raggiunse la settima posizione della top ten dei manga più venduti pubblicata da Tohan e la serie si posizionò settima ancora una volta dopo la pubblicazione del sesto volume.[38] Nel 2011 Fairy Tail si posizionò al quarto posto tra i manga più venduti dell'anno in Giappone (per serie).[39] Su About.com Fairy Tail è stato considerato il miglior manga del 2008.[40] La serie, fra gli altri riconoscimenti, ha vinto nel 2009 il Premio Manga Kodansha nella categoria shōnen manga.[41] Com'era già accaduto per la serie Rave, anche la serie Fairy Tail è stata spesso lodata per il graduale miglioramento, volume dopo volume, delle capacità di coinvolgimento della trama. Fairy Tail ha inoltre vinto l'Industry Award della Società per la Promozione dell'Animazione Giapponese nel 2009 come miglior manga del genere commedia.[42]

Nel pubblico appassionato di manga e anime italiano, al debutto della serie, la notevole somiglianza con il noto manga One Piece è stata commentata negativamente, fatto avvenuto anche con le serie Monster Hunter Orage e Rave, il cui character design è ripreso in maniera identica in Fairy Tail. Presente inoltre un eccessivo uso di fanservice di tipo erotico rivolto al pubblico maschile, in particolare con il personaggio di Lucy.[43] Al 24 settembre 2013, il manga Fairy Tail ha raggiunto come valutazione media degli utenti su Animeclick.it il voto di 7,13 su 10.[43] Al 18 ottobre 2013, la serie televisiva anime di Fairy Tail su Animeclick.it ha raggiunto la valutazione media di 7,2 su 10[44], mentre gli episodi OAD distribuiti in allegato al manga sono stati valutati 6,4 su 10.[45] Sempre allo stesso giorno e sempre su Animeclick.it, il crossover Fairy Tail x Rave ha ricevuto una valutazione pari a 7 su 10 sullo stesso sito.[46] Al 18 ottobre 2013, il manga ha raggiunto come valutazione media degli utenti su Jigoku.it il voto di 8,1 su 10[47], mentre l'anime sullo stesso sito ha raggiunto il voto di 8,5 su 10.[48]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Arriva l'anime di Fairy Tail, Animeclick. URL consultato il 27 aprile 2013.
  2. ^ a b (EN) Fairy Tail Manga Gets TV Anime Green-Lit for Fall, Anime News Network, 26 giugno 2009. URL consultato il 27 aprile 2013.
  3. ^ a b (EN) Fairy Tail Anime Returns in April, Anime News Network, 28 dicembre 2013. URL consultato il 29 dicembre 2013.
  4. ^ Scheda TV Tokyo.
  5. ^ (EN) Fairy Tail x Rave Crossover Manga 1-Shot Published, Anime News Network, 20 aprile 2011. URL consultato il 3 marzo 2014.
  6. ^ (EN) Fairy Tail, The Seven Deadly Sins Get Crossover 1-Shot Manga, Anime News Network, 6 dicembre 2013. URL consultato il 3 marzo 2014.
  7. ^ (EN) Fairy Tail Manga to Run in 5 Magazines This Spring, Anime News Network, 23 febbraio 2014. URL consultato il 3 marzo 2014.
  8. ^ (EN) Del Rey Manga acquires bestselling manga Fairy Tail in activeAnime, 28 luglio 2007. URL consultato il 28 luglio 2013 (archiviato dall'url originale il 27 settembre 2007).
  9. ^ (EN) Kodansha USA To Take Over Del Rey Titles, Anime News Network, 4 ottobre 2010. URL consultato il 28 luglio 2013.
  10. ^ (EN) Kodansha USA Publisher Take Over of Fairy Tail North American Manga Release, Anime News Network, 12 dicembre 2010. URL consultato il 28 luglio 2013.
  11. ^ a b (EN) Final Fairy Tail Episode Ends With 'To Be Continued' Message, Anime News Network, 30 marzo 2013. URL consultato il 27 aprile 2013.
  12. ^ (EN) Fairy Tail TV Anime Project Relaunched, Anime News Network, 11 luglio 2013. URL consultato il 28 luglio 2013.
  13. ^ Mediaset acquista la serie animata di Fairy Tail, AnimeClick.it, 12 novembre 2009. URL consultato il 3 marzo 2014.
  14. ^ (EN) Fairy Tail: Hōō no Miko Film's Story Revealed in 2nd Teaser, Anime News Network, 10 aprile 2012. URL consultato il 27 aprile 2013.
  15. ^ (JA) あにてれ:FAIRY TAIL - STAFF.CAST, tv-tokyo.co.jp/anime/fairytail2013. URL consultato il 6 aprile 2014.
  16. ^ (JA) テレビ東京・あにてれ FAIRY TAIL - STAFF/CAST, tv-tokyo.co.jp/anime/fairytail. URL consultato il 6 aprile 2014.
  17. ^ (EN) "Fairy Tail" Soundtrack Vol.1, CDJapan.co.jp. URL consultato il 6 aprile 2014.
  18. ^ (EN) "Fairy Tail" Original Soundtrack, CDJapan.co.jp. URL consultato il 6 aprile 2014.
  19. ^ (EN) "Fairy Tail" Soundtrack Vol.3, CDJapan.co.jp. URL consultato il 6 aprile 2014.
  20. ^ a b (EN) "FAIRY TAIL (Anime)" Original Soundtrack Vol.4, CDJapan.co.jp. URL consultato il 6 aprile 2014.
  21. ^ (EN) "FAIRY TAIL" Character Song Collection Vol.1 Natsu & Gray, CDJapan.co.jp. URL consultato il 6 aprile 2014.
  22. ^ (EN) "FAIRY TAIL" Character Song Collection Vol.2 Lucy & Happy, CDJapan.co.jp. URL consultato il 6 aprile 2014.
  23. ^ a b (EN) Animation "FAIRY TAIL" Character Song Album Eternal Fellows, CDJapan.co.jp. URL consultato il 6 aprile 2014.
  24. ^ (EN) "FAIRY TAIL (TV Anime)" Character Song Album 2 Kizuna Daro!!, CDJapan.co.jp. URL consultato il 6 aprile 2014.
  25. ^ (EN) "Fairy Tail (TV Anime)" Opening & Ending Theme Songs Vol.1, CDJapan.co.jp. URL consultato il 6 aprile 2014.
  26. ^ (EN) "Fairy Tail (Anime)" Intro & Outro Themes Vol.2 [Regular Edition], CDJapan.co.jp. URL consultato il 6 aprile 2014.
  27. ^ (EN) "Fairy Tail (Anime)" Intro & Outro Themes Vol.2 [w/ DVD, Limited Edition], CDJapan.co.jp. URL consultato il 6 aprile 2014.
  28. ^ (EN) Fairy Tail (Anime) Intro & Outro Themes [Regular Edition], CDJapan.co.jp. URL consultato il 6 aprile 2014.
  29. ^ (EN) Fairy Tail (Anime) Intro & Outro Themes Vol.3 [w/ DVD, Limited Edition], CDJapan.co.jp. URL consultato il 6 aprile 2014.
  30. ^ (EN) "Fairy Tail: Hooh no Miko (Movie)" Original Soundtrack, CDJapan.co.jp. URL consultato il 6 aprile 2014.
  31. ^ (EN) FAIRY TAIL Drama CD Vol.1, CDJapan.co.jp. URL consultato il 6 aprile 2014.
  32. ^ (EN) Tokyo Game Show 2009 Konami Special Site in Konami. URL consultato il 21 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 26 novembre 2009).
  33. ^ (EN) Spencer Yip, Only Two Months Until Fairy Tail: Portable Guild, Siliconera, 8 aprile 2010. URL consultato il 18 ottobre 2013.
  34. ^ (JA) /index.html あにてれ:FAIRY TAIL, TV Tokyo. URL consultato il 18 ottobre 2013.
  35. ^ (JA) サンデー VS マガジン 集結! 頂上大決戦:Sunday VS Magazine: Shūketsu! Chōjō Daikessen, Konami. URL consultato il 18 ottobre 2013.
  36. ^ a b Manga di Fairy Tail, volume 1, capitolo 1, Fairy Tail
  37. ^ a b Anime di Fairy Tail, episodio 1,Fairy Tail
  38. ^ (JA) Tohan's top 10 manga rankings. URL consultato il 18 ottobre 2013.
  39. ^ (EN) Top-Selling Manga in Japan by Series: 2011. URL consultato il 18 ottobre 2013.
  40. ^ (EN) 2008 Best New Manga, About.com. URL consultato il 18 ottobre 2013.
  41. ^ (EN) 33rd Annual Kodansha Manga Awards Announced, Anime News Network. URL consultato il 18 ottobre 2013.
  42. ^ (EN) Anime Expo 2009 Rides on a High for its Second Day in Los Angeles, Society for the Promotion of Japanese Animation. URL consultato il 18 ottobre 2013.
  43. ^ a b Scheda del manga Fairy Tail, Animeclick.it. URL consultato il 24 settembre 2013.
  44. ^ Scheda della serie TV anime Fairy Tail, Animeclick.it. URL consultato il 18 ottobre 2013.
  45. ^ Scheda della serie OAV anime Fairy Tail, Animeclick.it. URL consultato il 18 ottobre 2013.
  46. ^ Scheda dell'OAV anime crossover Fairy Tail x Rave, Animeclick.it. URL consultato il 18 ottobre 2013.
  47. ^ Scheda del manga Fairy Tail, Jigoku.it. URL consultato il 18 ottobre 2013.
  48. ^ Scheda della serie TV anime Fairy Tail, Jigoku.it. URL consultato il 18 ottobre 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga