Devilman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
« Non sono Amon! e non sono più Akira! Sono Devilman! Un umano che ha acquisito i poteri di un demone, per distruggervi tutti! »
(dall'OAV Devilman - La Genesi)
Devilman
manga
Copertina del secondo volume dell'edizione Dynamic Italia
Copertina del secondo volume dell'edizione Dynamic Italia
Titolo orig. デビルマン
(Debiruman)
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Autore Go Nagai
Editore Kodansha
1ª edizione 11 giugno 1972 – 24 giugno 1973
Collanaed. Shonen Magazine
Tankōbon 5 (completa)
Editori it.
1ª edizione it. dicembre 1991
Volumi it. 5 (completa)
Target shōnen
Genere horror
Cronologia
  1. Devilman
  2. Devilman - Time Travellers
Devilman
serie TV anime
Titolo orig. デビルマン
(Debiruman)
Autore Go Nagai
Regia
Sceneggiatura
Character design Kazuo Komatsubara
Animazione
Dir. artistica
Studio
Musiche Goh Misawa
Rete TV Asahi
1ª TV 8 luglio 1972 – 7 aprile 1973
Episodi 40 (completa) compreso 1 ep. riassuntivo
Durata ep. 30 min
Studio dopp. it. C.R.C.
Devilman
OAV
Titolo orig. デビルマン
(Debiruman)
Autore Go Nagai
Regia Tsutomu Iida
Sceneggiatura
Character design Kazuo Komatsubara
Dir. artistica Takamura Mukuo
Studio
Musiche Kenji Kawai
1ª edizione 1º novembre 1987 – 25 febbraio 1990
Episodi 2 (completa)
Durata 60'
Rete it. Jimmy
1ª edizione it. 1993
Episodi it. 2 (completa)
Dialoghi it.
Studio dopp. it. Studio P.V.
Direzione dopp. it. Ivo De Palma
Target seinen
Genere horror

Devilman (デビルマン, Debiruman?) è un celebre manga di Go Nagai, poi trasposto anche in diversi anime. È considerato uno dei pilastri della storia dei manga.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Anime[modifica | modifica sorgente]

La serie tv di Devilman racconta la storia di un giovane demone spedito sulla terra per sconvolgere il genere umano e far trionfare il regno delle tenebre. Per realizzare il suo proposito Devilman si impossessa del corpo di un ragazzo, Akira Fudo, ucciso insieme a suo padre dallo stesso Devilman, mentre i due si trovavano in montagna durante un'escursione. Tornato a casa nelle sembianze di Akira, Devilman viene adottato dai Makimura, amici dei suoi genitori, e si innamora della loro figlia, la giovane e carina Miki. L'amore verso una fanciulla umana rappresenta un torto che il regno dei demoni, che aveva spedito Devilman sulla terra per annientare il genere umano, non può tollerare. Inizia così una terribile guerra tra Devilman e i suoi ex-alleati.

Manga e OAV[modifica | modifica sorgente]

Devilman OAV, che segue la trama del manga originale, presenta diversi mutamenti rispetto alla serie tv: la vita da teen-ager di Akira viene sconvolta dal suo amico Ryo Asuka quando questi gli svela un terribile segreto (pagato con la vita da suo padre, un famoso archeologo). A quanto pare la Terra sta per essere invasa dai demoni, esseri mostruosi ibernati per secoli nei ghiacci e che stanno per tornare in superficie. Secondo Ryo i demoni avrebbero vissuto sulla Terra prima della comparsa dell'uomo, e adesso ne rivendicherebbero il possesso.

L'unico modo per sconfiggerli sembrerebbe quello di prendere il controllo dei poteri dei demoni stessi, così da combatterli "ad armi pari". Ryo coinvolge quindi l'amico in un terribile Sabba, durante il quale Akira si fonde con Amon, il più potente e terribile dei demoni, e si trasforma in Devilman. Solo lo spirito puro del ragazzo e il suo grande amore per la bella Miki gli permette di controllare Amon, e di utilizzare i poteri del demone per difendere il genere umano.

Nonostante i nuovi poteri di Akira, l'invasione delle terribili creature procede inarrestabile. Inoltre Ryo Asuka - che si rivela essere l'incarnazione dello stesso Satana - rivela l'esistenza dei demoni a tutta l'umanità, contribuendo a creare un clima di terrore e violenza: chiunque venga anche solo sospettato di essere un demone è ucciso senza pietà dai suoi stessi compagni umani.

Nel tentativo di proteggere Miki e la sua famiglia dai sospetti dei vicini Devilman è costretto ad allontanarsi da loro. Nonostante questo i Makimura sono comunque accusati di aver dato asilo a un demone, la folla li uccide, Miki viene decapitata e la loro casa è incendiata.

Sembra che ormai Akira non abbia più alcun motivo per difendere il genere umano, che si è rivelato barbaro e sanguinario quanto i demoni da lui combattuti. In più Satana rivela a Devilman che la fusione di Akira e Amon non aveva lo scopo di salvare l'umanità, ma solo impedire che il ragazzo - di cui Ryo era in realtà innamorato - venisse eliminato assieme al resto della razza umana. Satana ha ormai il controllo del mondo quando Devilman/Akira lo sfida. Dopo una lunga lotta Akira riesce a sconfiggere i demoni inviati da Satana senza riuscire, però, ad impedire l'estinzione della razza umana, e incontrando egli stesso la morte al termine del duello con il principe dei demoni.

Al termine del manga Satana, rimasto ormai l'unico abitante della Terra, piange per la morte dell'amico che ha dovuto uccidere. Nella scena finale centinaia di arcangeli sorgono dal mare per purificare il mondo dai demoni e da Satana stesso.

Origini dell'opera[modifica | modifica sorgente]

Nagai ha spesso dichiarato di essere stato particolarmente colpito dalla rappresentazione della Divina commedia nelle incisioni di Gustave Doré, in particolare di quelle dell'Inferno[1]. Da questa sua passione derivano molte delle ispirazioni per Devilman e per il suo "antenato", mai completato, Mao Dante. Go Nagai dipinge una storia cupa, grottesca, violenta e inquietante.

Manga[modifica | modifica sorgente]

Devilman venne pubblicato come manga in Shonen Magazine. Venne successivamente ristampato in 5 volumetti ed è stato ristampato più di una dozzina di volte e tradotto in cinque lingue. L'estrema violenza del manga e la sua trama eccellente lo resero un immediato successo. La serie è composta da 39 episodi pubblicati dal luglio 1972 al marzo 1973. L'anime ha un finale diverso da quello del manga.

In Italia il manga ha avuto le seguenti pubblicazioni:

  • Dalla Granata Press, sulla testata Z Star, 14 volumi pubblicati dal dicembre 1991 al gennaio 1993
  • Dalla Dynit, sulla testata Manga Cult, 3 volumi dal gennaio 1996 al dicembre 1997
  • Dalla D/Visual, 5 volumi (come l'edizione originale) con periodicità irregolare, dal luglio 2004 all'aprile 2005
  • Dalla Jpop, 5 volumi (come l'edizione originale), si differenzia dalle altre edizioni per le tavole extra a colori ed i dialoghi rivisti, più fedeli all'opera originale, con periodicità mensile, da maggio a settembre 2013

Serie televisiva[modifica | modifica sorgente]

Di Devilman esiste una serie televisiva di 39 episodi dai toni più addolciti rispetto al manga, in cui la figura del protagonista assume i contorni del "supereroe", andata in onda dal 1972 al 1973 sulla rete televisiva NET (ora TV Asahi).

La versione originaria giapponese venne ideata creando un personaggio che appariva molto simile alle raffigurazioni medioevali del demonio e i contenuti risultavano essere molto violenti e non consoni ad un pubblico giovane. Ciò non piacque agli studios Europei, ritenendo più opportuno far apportare alcune modifiche al personaggio e alla trama del cartone animato, cambiando le sembianze del "giovane demonio mezzo capro" in un individuo più anatomicamente umano dal colore verde, sicuramente più vicino agli standard degli eroi televisivi di quei tempi. Inoltre questo anime (come molti dell'epoca) si avvaleva della "legge dei 20 minuti"[2]., che consisteva nello sconfiggere obbligatoriamente l'avversario di turno entro la fine dell'episodio, penalizzando fortemente gli scontri. Tuttavia dopo l'invasione delle serie robotiche che in questo periodo spopolavano in Giappone, può essere considerato il primo anime del genere shonen dove il protagonista non era un robot o un cyborg.

Nella postfazione del primo volume di Mao Dante, Nagai spiega che le basi di questa serie nacquero durante delle riunioni, mirate a creare una versione animata dell'opera, più adatta per il pubblico televisivo rispetto al fumetto[3].

In Italia il 26 maggio 2014 la Yamato Video ha pubblicato in tiratura limitata l'intera serie in un box da 8 DVD[4].

Critiche[modifica | modifica sorgente]

La serie di Devilman in Italia venne trasmessa solo su reti regionali a partire dal 1983 ottenendo comunque un buon successo di pubblico; in seguito fu replicata per circa un decennio finché a metà degli anni '90 a causa delle proteste di alcuni genitori che criticavano l'eccessiva violenza e i toni horror dell'anime, sparì dalle TV italiane per non essere più riproposta.

Doppiatori e personaggi[modifica | modifica sorgente]

Per quanto riguarda il doppiaggio la serie è stata sicuramente quella "trattata peggio" infatti ha avuto solo 3 doppiatori che si alternavano sui vari personaggi:

  • Massimo Corizza: Akira (Devilman), Tare, vari demoni;
  • Beatrice Margiotti: Miki, Madre di Miki, Chako, Miho, Imura, Lala, Generalessa, demoni femminili;
  • Renato Montanari: Zenon, Prof Makimura, Sig Alfonso, Preside, Ahiro, Zanin, Muzan, vari demoni.

Episodi della serie TV[modifica | modifica sorgente]

Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
In onda
Giappone
1 La tribù dei demoni
「悪魔族復活」 - akuma zoku fukkatsu
8 luglio 1972
2 Madame Shilaine, il mostro
「妖鳥シレーヌ」 - yō tori shirenu
15 luglio 1972
3 Geruge, il mostro degli inferi
「妖獣ゲルゲ」 - yōjū geruge
29 luglio 1972
4 Zanin generale dei demoni
「魔将軍ザンニン」 - ma shōgun zannin
5 agosto 1972
5 Zoldover il vampiro
「眠れる美女ゾルドバ」 - nemure ru bijo zorudoba
12 agosto 1972
6 La testa di Rockfel
「ロクフェルの首」 - rokuferu no kubi
19 agosto 1972
7 L'odio di Zool
「恐怖の人形使いズール」 - kyōfu no ningyō tsukai zuru
26 agosto 1972
8 Yamon e Bawoo
「イヤモンとバウウ」 - iyamon to baū
2 settembre 1972
9 Gondoroma e gli animali
「脳波妖獣ゴンドローマ」 - nōha yōjū gondoroma
9 settembre 1972
10 I tre fratelli Gan
「妖獣ガンデエ眼が歩く」 - yōjū gandee me ga aruku
16 settembre 1972
11 Il fiore misterioso
「真紅の妖花ラフレール」 - shinku no yō hana rafureru
23 settembre 1972
12 Fiam, la regina del fuoco
「火炎妖獣ファイアム」 - kaen yōjū faiamu
30 settembre 1972
13 La rabbia di Mermane
「誇り高きマーメイム」 - hokori takaki mameimu
7 ottobre 1972
14 Sfida alla terra dei ghiacci
「氷の国への挑戦」 - koori no kuni heno chōsen
14 ottobre 1972
15 Il mostro del francobollo
「妖獣エバイン千本の腕」 - yōjū ebain senbon no ude
21 ottobre 1972
16 L'ipnosi diabolica
「闇に棲む妖獣ジェニー」 - yami ni sumu yōjū jieni
28 ottobre 1972
17 Bera, la strega della discordia
「切手妖獣ダゴン」 - kitte yōjū dagon
4 novembre 1972
18 Ebain, dalle mille braccia
「銀色の魔矢子」 - gin'iro no ma ya ko
11 novembre 1972
19 I manichini di Damon
「妖獣アダル 人形作戦」 - yōjū adaru ningyō sakusen
18 novembre 1972
20 Addio fantasma Dorango!
「さらば妖獣ドランゴ」 - saraba yōjū dorango
25 novembre 1972
21 Doro, il divoratore di uomini
「妖獣ドローは人間が好き」 - yōjū doro ha ningen ga suki
2 dicembre 1972
22 Mugal e Muzan
「妖獣ムガール 幻影の魔術師」 - yōjū mugaru gen'ei no majutsushi
9 dicembre 1972
23 Il villaggio degli zombi
「妖獣ベラ チベットの怪」 - yōjū bera chibetto no kai
16 dicembre 1972
24 Jacon il mostro
「妖獣ジャコン 生きている幽霊」 - yōjū jakon iki teiru yūrei
23 dicembre 1972
25 Muzan... il generale dei demoni
「妖将軍ムザン 学園大襲撃」 - yō shōgun muzan gakuen dai shūgeki
30 dicembre 1972
26 Dodo
「白銀の妖獣ララ」 - hakugin no yōjū rara
6 gennaio 1973
27 Gioiello... alleato di Zenon
「妖獣ジュエル 果てなき欲望」 - yōjū jueru hate naki yokubō
13 gennaio 1973
28 Miniyol... un avversario pericoloso
「妖獣ミニヨン 悪魔のペンダント」 - yōjū miniyon akuma no pendanto
20 gennaio 1973
29 Il mistero della collana
「妖獣ケネトス 謎のネックレス」 - yōjū kenetosu nazo no nekkuresu
27 gennaio 1973
30 L'incantesimo di Faisel
「妖獣ファイゼル 影に狂う」 - yōjū faizeru kage ni kurū
3 febbraio 1973
31 Kilski: il boia ubriacone
「妖獣キルスキイ 真紅の旋風」 - yōjū kirusukii shinku no senpū
10 febbraio 1973
32 Aurora: una nemica accecante
「妖獣オーロラ 輝く牢獄」 - yōjū orora kagayaku rōgoku
17 febbraio 1973
33 Weters: un avversario imprevedibile
「妖獣ウェザース 太陽の反乱」 - yōjū uezasu taiyō no hanran
24 febbraio 1973
34 Alron e il cappotto che strangola
「妖獣アルロン 恐怖のマキシ」 - yōjū aruron kyōfu no makishi
3 marzo 1973
35 La ragazza del tempo
「妖元帥レイコック 凍れる学園」 - yō gensui reikokku koore ru gakuen
10 marzo 1973
36 Magdora: il vulcano vivente
「妖獣マグドラー 空飛ぶ溶岩」 - yōjū magudora kūhi bu yōgan
17 marzo 1973
37 Wuduu... il mostro
「妖獣ウッドドウ 怒れる緑」 - yōjū uddodō ikare ru midori
24 marzo 1973
38 Alta Marea: terrore sulla città
「妖獣ドリムーン 月は地獄だ!」 - yōjū dorimun gatsu ha jigoku da!
31 marzo 1973
39 Godman e la Torre di Babele
「妖獣ゴッド 神の奇蹟」 - yōjū goddo kami no kiseki
7 aprile 1973

Episodi OAV[modifica | modifica sorgente]

Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
In onda
Giappone
1 La genesi
「誕生編」 - Tanjō hen
1º novembre 1987
2 L'arpia Silen
「妖鳥死麗濡編」 - Yōchō shiren hen
25 febbraio 1990
3 Amon L'Apocalisse di Devilman
「AMON デビルマン黙示録」
24 maggio 2000

Gli OAV ripercorrono la storia del manga fedelmente, fermandosi però a circa metà della narrazione.

Film[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Debiruman (film).

Nel 2004 è uscito nelle sale un film live-action diretto da Hiroyuki Nasu con l'utilizzo della computer grafica (Debiruman, ossia Devilman).

A metà degli anni 90 il regista horror Brian Yuzna, l'effettista Screaming Mad George e i produttori Aki Komine e Taka Ichise cominciarono a lavorare su una sceneggiatura per un film live action sul manga. Il progetto fu tuttavia annullato, a causa di alcuni contrasti tra Yuzna e Ichise, e per via del fatto che, in un'epoca in cui ancora gli effetti speciali in CGI erano ancora ad uno stadio molto rudimentale, tale soggetto sarebbe stato molto difficile da trasporre in versione cinematografica.[5]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Francesco Prisco, Go Nagai, il padre di Goldrake Devilman? È figlio del Lucifero di Dante in Il Sole 24 Ore, 27 aprile 2007. URL consultato il 12 ottobre 2008.
  2. ^ http://www.serateotaku.it/devilman.html
  3. ^ Go Nagai, Io e Mao Dante, in Mao Dante vol. 1, edizioni d/books
  4. ^ DEVILMAN EDIZIONE DELUXE SERIE TV ( 8 DVD ) - Shop Yamato Video
  5. ^ Intervista su Occhi sul Cinema

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]