Avegno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il comune del Canton Ticino, vedi Avegno Gordevio.
Avegno
comune
Avegno – Stemma Avegno – Bandiera
Panorama del territorio avegnese
Panorama del territorio avegnese
Dati amministrativi
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Liguria.svg Liguria
Provincia Provincia di Genova-Stemma.png Genova
Sindaco Giuseppe Tassi (Lista civica di Centro-destra "Uniti per Avegno") dal 07/06/2009
Data di istituzione 1797
Territorio
Coordinate 44°22′56.4″N 9°09′31.13″E / 44.382333°N 9.158647°E44.382333; 9.158647 (Avegno)Coordinate: 44°22′56.4″N 9°09′31.13″E / 44.382333°N 9.158647°E44.382333; 9.158647 (Avegno)
Altitudine 40 m s.l.m.
Superficie 13 km²
Abitanti 2 531[1] (31-12-2011)
Densità 194,69 ab./km²
Frazioni Avegno, Salto, Testana, Vescina
Comuni confinanti Rapallo, Recco, Sori, Tribogna, Uscio
Altre informazioni
Cod. postale 16036
Prefisso 0185
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 010002
Cod. catastale A506
Targa GE
Cl. sismica zona 3B (sismicità bassa)
Cl. climatica zona D, 1 535 GG[2]
Nome abitanti avegnesi
Patrono santi Pietro e Paolo
Giorno festivo 29 giugno
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Avegno
Posizione del comune di Avegno nella provincia di Genova
Posizione del comune di Avegno nella provincia di Genova
Sito istituzionale

Avégno (Avëgno in ligure[3]) è un comune italiano di 2.531 abitanti[1] della provincia di Genova in Liguria. La sede comunale è ubicata presso la località di Molino Nuovo.

Geografia fisica[modifica | modifica sorgente]

Il territorio comunale di Avegno è situato lungo l'alta valle del torrente Recco, ad est da Genova da cui dista all'incirca 31 km, costeggiando la strada provinciale 333 di Uscio che dalla costa del Golfo Paradiso (Recco) s'inerpica verso il colle Caprile (470 m) dove è possibile, valicando il crinale, discendere verso Gattorna (frazione di Moconesi) e quindi la val Fontanabuona.

Il comune è costituito dalle tre frazioni di Salto, Testana e Vescina storicamente riconosciute dalla comunità e dallo statuto comunale[4] per un totale di 13 km2; tra le località, Molino Nuovo è la sede del municipio, nel fondovalle del torrente. Confina a nord con i comuni di Uscio e Tribogna, a sud con Recco, ad ovest con Sori e ad est con Rapallo.

I principali corsi d'acqua del territorio sono il torrente Recco e il rio Arbora, tributario del primo. La morfologia del territorio è prevalentemente collinare e le sue vette maggiori sono il monte Caravaggio (507 m) - nella cui sommità è situato il santuario della Madonna di Caravaggio nel territorio comunale rapallese - e il monte Bello (657 m).

Storia[modifica | modifica sorgente]

La prima citazione ufficiale e scritta su Avegno[5] risalirebbe al XIII secolo dove in un antico documento è attestata la presenza della locale chiesa parrocchiale di San Pietro. Il territorio divenne in seguito feudo della famiglia Malaspina.

Facente parte dei domini della Repubblica di Genova e soggetto territorialmente alla municipalità di Uscio, nel capitaneato di Recco (anche se il compito di governo fu pressoché gestito dalla varie comunità religiose parrocchiali locali), fu solo con la dominazione francese di Napoleone Bonaparte che Avegno acquisì una propria autonomia amministrativa. Dal 2 dicembre 1797 rientrò nel Dipartimento del Golfo del Tigullio, con capoluogo Rapallo, all'interno della Repubblica Ligure. Dal 28 aprile 1798 Avegno venne inserito nel V cantone, con capoluogo Uscio, della Giurisdizione della Frutta e dal 1803 centro principale del VI cantone della Frutta nella Giurisdizione del Centro. Annesso al Primo Impero francese, dal 13 giugno 1805 al 1814 fece parte del Dipartimento di Genova: nacque così ufficialmente il Comune di Avegno composto ancora oggi dalle tre frazioni di Salto, Testana e Vescina.

Nel 1815 fu inglobato nel Regno di Sardegna, così come stabilì il Congresso di Vienna del 1814, e successivamente nel Regno d'Italia dal 1861. Dal 1859 al 1926 il territorio fu compreso nel VI mandamento di Recco del Circondario di Genova facente parte della provincia di Genova.

Dal 1973 al 30 aprile 2011 ha fatto parte della Comunità montana Fontanabuona.

Simboli[modifica | modifica sorgente]

Avegno-Stemma.png
Avegno-Gonfalone.png


« Campana d'argento in campo azzurro, sormontato il tutto da croce rossa in campo d'argento »
(Descrizione araldica dello stemma[6])

Lo stemma comunale di Avegno è rappresentato con la raffigurazione nel centro e in campo blu di una campana d'argento, simbolo della celebre attività economica legata alla produzione locale di campane delle fonderie Picasso. Il simbolo è sormontato da una croce rossa in campo d'argento richiamante il vessillo di San Giorgio della Repubblica di Genova.

Lo stemma è stato concesso con il decreto n° 3307 del Presidente del Consiglio dei ministri datato al 19 novembre del 1977.[7][6]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

Architetture religiose[modifica | modifica sorgente]

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[8]


Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica sorgente]

Secondo i dati Istat al 31 dicembre 2011[9] i cittadini stranieri residenti ad Avegno sono 102, pari al 4,03% della popolazione comunale.

Qualità della vita[modifica | modifica sorgente]

Dati sulla percentuale di raccolta differenziata dei rifiuti:

Recycling symbol.svg 2006 2007 2008 2009 2010 2011
Avegno[10] 5.1% 7.4% 12.4% 15.4% 19.1% 19.22%

Cultura[modifica | modifica sorgente]

Panorama della frazione di Testana

Istruzione[modifica | modifica sorgente]

Musei[modifica | modifica sorgente]

Il museo delle campane, inaugurato e aperto al pubblico dall'8 settembre 2012[11], è ospitato nei locali dell'antica e storica fonderia della famiglia Picasso, attività che dal 1594 ha sempre legato nei secoli il nome di Avegno alle produzioni di campane.

Eventi[modifica | modifica sorgente]

Le principali feste patronali del comune sono quella ufficiale dei santi Pietro e Paolo[12], il 29 giugno, festeggiata nella frazione di Avegno; a Testana la festa di santa Margherita d'Antiochia il 20 luglio; a Salto la prima domenica di agosto la Madonna della Salute e a Vescina la festa patronale di san Lorenzo martire il 10 agosto.

Nel periodo autunnale viene organizzata, assieme al vicino comune di Uscio la seconda metà di settembre, la manifestazione "Antichi sapori d'autunno" dove vengono presentate anche le ricette della Colonia Arnaldi. Il 22 novembre si organizza la fiera autunnale.

Geografia antropica[modifica | modifica sorgente]

Targa ai caduti delle guerre mondiali della frazione di Salto

Frazioni[modifica | modifica sorgente]

Salto[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Salto (Avegno).

Ubicata a 300 m di altitudine comprende i quartieri di Posato, Maggiolo, Ponte di Salto e Chiesa; la frazione, distante dal capoluogo comunale di Molino Nuovo circa 2 km, è raggiungibile dalla strada provinciale 333 di Uscio. Il nome deriverebbe dalla parola latina Saltus, toponimo genericamente usato per indicare gli abitanti del luogo. La locale chiesa parrocchiale è dedicata a sant'Antonio.

Testana[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Testana.

Ubicata a 279 m di altitudine fu anticamente citata con il toponimo Arbore, molto probabilmente dal nome del torrente Arbora che qui scorre nella valle; la frazione, distante dal capoluogo comunale circa 3 km, è raggiungibile dalla strada provinciale 333 e quindi proseguendo su un'apposita deviazione. La locale chiesa parrocchiale è dedicata a santa Margherita.

Vescina[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Vescina.

Ubicata a 250 m di altitudine viene talvolta citata con il toponimo in lingua ligure Vexina e comprende i quartieri di Casareto, Camoglino, Chiesa e Steneri; la frazione, la più piccola del territorio avegnese e distante dal capoluogo comunale circa 2 km, è raggiungibile dalla strada provinciale 333 e quindi proseguendo su un'apposita deviazione. La locale chiesa parrocchiale è dedicata a san Lorenzo.

Economia[modifica | modifica sorgente]

L'economia del comune si basa essenzialmente sull'agricoltura e l'artigianato locale. Inoltre sono presenti imprese operanti nel settore alimentare e nel campo dei cosmetici. Le seconde case presenti nel territorio attirano molto i tanti foresti contribuendo allo sviluppo del turismo.

Nel territorio comunale operavano le fonderie di campane Picasso, il cui nucleo originario era presente già dal XVI secolo e una delle più antiche in Italia.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica sorgente]

Strade[modifica | modifica sorgente]

Il centro di Avegno è attraversato dalla strada provinciale 333 di Uscio la quale permette il collegamento stradale a nord con Uscio e a sud con Recco, e quindi con la costa del Golfo Paradiso nella riviera ligure di levante.

Mobilità urbana[modifica | modifica sorgente]

Da Recco un servizio di trasporto pubblico locale gestito dall'ATP garantisce quotidiani collegamenti bus con Avegno e per le altre località del territorio comunale.

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Il municipio nella località di Molino Nuovo
Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1985 1990 Lorenzo Gasparini Democrazia Cristiana Sindaco
1990 1995 Claudio Carbone Partito Socialista Italiano Sindaco
1995 1999 Bruno Badaracco Lista civica di Centro-destra Sindaco
1999 2004 Bruno Badaracco Lista civica di Centro-destra Sindaco
2004 2009 Giuseppe Tassi Lista civica di Centro-destra Sindaco
2009 in carica Giuseppe Tassi Lista civica di Centro-destra "Uniti per Avegno" Sindaco

Sport[modifica | modifica sorgente]

Calcio[modifica | modifica sorgente]

La principale squadra di calcio del comune è l'A.S.D. Camogli-Avegno Golfo Paradiso militante nel girone B di Promozione dopo la fusione nel 2012 con la società Camogli Calcio.

Gemellaggi[modifica | modifica sorgente]

Avegno è gemellata con:[13]

Galleria fotografica[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Dato Istat al 31/12/2011
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Il toponimo dialettale è citato nel libro-dizionario del professor Gaetano Frisoni, Nomi propri di città, borghi e villaggi della Liguria del Dizionario Genovese-Italiano e Italiano-Genovese, Genova, Nuova Editrice Genovese, 1910-2002.
  4. ^ Fonte dallo Statuto Comunale di Avegno
  5. ^ Fonte dal sito del Comune di Avegno-paragrafo storia
  6. ^ a b Fonte dal sito Araldica Civica.it. URL consultato il 6 novembre 2011.
  7. ^ Dallo statuto comunale di Avegno Articolo 6 dello statuto
  8. ^ Statistiche I.Stat ISTAT  URL consultato in data 28-12-2012.
  9. ^ ISTAT, cittadini stranieri al 31 dicembre 2011. URL consultato l'8 gennaio 2014.
  10. ^ Dati Rifiuti Ambienteinliguria.it
  11. ^ Inaugurato ad Avegno il nuovo Museo delle Campane. URL consultato il 16 settembre 2012.
  12. ^ Fonte dal sito Comune di Avegno-Scheda
  13. ^ Fonte dal sito dell'A.I.C.C.R.E. Liguria.it

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • S. Pellegrini, Recco, Avegno, Uscio. Storia di una vallata, Recco, Microlito, 1983.
  • A. Schmuckher; S. Carbone, Avegno. Testana, Salto, Vexina. Storia e immagini di due valli, Genova, Alkaest, 1990.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Liguria Portale Liguria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Liguria