Croce di San Giorgio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Croce di San Giorgio (disambigua).
Croce di San Giorgio
Croce di San Giorgio
Proporzioni 3:5
Simbolo FIAV Bandiera di stato e civile
Uso Bandiera civile e di stato
Tipologia nazionale (non sovrana)

La croce di San Giorgio è una bandiera costituita da una croce rossa in campo bianco; graficamente è complementare alla croce di San Giovanni Battista. Originariamente vessillo della Repubblica di Genova, venne poi utilizzata dai crociati e in seguito adottata dall'Inghilterra, nonché da molte altre nazioni e città: tra queste, la città di Milano

Storia[modifica | modifica sorgente]

La simbologia del Salvifico vessillo della vera croce, come Jacopo da Varagine indicò la croce di San Giorgio, determinò nel medioevo, per i pellegrinaggi armati, l'appellativo di crociati. La Croce di San Giorgio venne quindi scelta come simbolo dei pellegrini che si recavano presso i luoghi santi del Cristianesimo e che dopo il 1095, anno di conquista di Gerusalemme da parte dei Turchi selgiuchidi, mossi in gran parte da spirito sincero di missione, decisero di prendere la croce ed armarsi per liberare la terra ove nacque e visse Gesù Cristo, in risposta ai ripetuti attacchi subiti dai Turchi, decisi, soverchiati gli Arabi, a spingersi alla conquista dell'impero Bizantino.

L'uso del vessillo da parte dei genovesi, invece, pare[senza fonte] risalire ad epoche remote, quando l'esercito bizantino stanziava nella città, e il vessillo della guarnigione (una croce rossa in campo bianco) veniva portata in omaggio nella piccola chiesa di San Giorgio, ma è di sicuro attestato nel 1096.[senza fonte]

Nel 1190 Londra e l'Inghilterra chiesero e ottennero la possibilità di utilizzo della bandiera crociata per avere le loro navi protette dalla flotta genovese nel Mar Mediterraneo e in parte del Mar Nero dai numerosi attacchi di pirateria; per questo privilegio il monarca inglese corrispondeva al Doge della Repubblica di Genova un tributo annuale.[1]

L'Inghilterra, la città di Londra e la Royal Navy issano tutt'oggi la bandiera di San Giorgio ed è la loro bandiera nazionale (in seguito alla creazione dell'odierno Regno Unito, si è creata la Union Flag, o Union Jack, risultata dalla sovrapposizione, delle bandiere di Inghilterra, Scozia e della vecchia bandiera adottata dalla corona britannica per l'Irlanda).

Nazioni e città di cui è bandiera o parte dello stemma[modifica | modifica sorgente]

Nazioni[modifica | modifica sorgente]

Regioni[modifica | modifica sorgente]

Regioni in cui appare nello stemma e/o bandiera con colori diversi[modifica | modifica sorgente]

Città[modifica | modifica sorgente]

Città in cui appare nello stemma e/o bandiera con colori diversi[modifica | modifica sorgente]

Società di calcio[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Franco Bampi, Benvenuti al Padiglione Britannico!.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]