Wacky Races

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Wacky Races
serie TV cartone
Wackyr.png
Titolo orig. Wacky Races
Lingua orig. inglese
Paese Stati Uniti
Studio Hanna-Barbera
Rete CBS
1ª TV 14 settembre 1968 – 4 gennaio 1969
Episodi 34 (completa)
Durata ep. 10 min
Rete it. Rai 1, Canale 5, Cartoon Network, Boomerang
1ª TV it. 24 marzo – 25 aprile 1980

Wacky Races - Le corse pazze è una serie di cartoni animati statunitensi prodotti sul finire degli anni sessanta da Hanna-Barbera. Ispirati al film La grande corsa di Blake Edwards, narrano le imprese di undici insolite vetture guidate da altrettanto inusuali piloti.

La serie ha pertanto un'impronta marcatamente paradossale e umoristica, grazie soprattutto alla presenza dell'eterno perdente, il cattivo Dick Dastardly. È questo uno dei personaggi di maggior fortuna di Hanna & Barbera, che subito dopo lo ripresero per un'altra serie di successo: Dastardly e Muttley e le macchine volanti. Come quest'ultima, e come il noto Wile E. Coyote della Warner, anche i Wacky Races assumono il tema della meta irraggiungibile a pretesto di un effetto umoristico, ma in più sviluppano una vasta galleria di personaggi (tutti più o meno stereotipati) e realizzano una molteplicità di scene e situazioni ulteriori.

L'anno successivo fu prodotta, anche, la serie Le avventure di Penelope Pitstop che vede come protagonisti la stessa Penelope Pitstop e la banda capeggiata da Clyde.

La serie composta da trentaquattro episodi, fu trasmessa per diciassette puntate contenenti due corse ciascuna.

Vetture e personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • I fratelli Slag (slag = ghiaietto). La vettura 1 darebbe già da sola la misura del grottesco sottostante ai Wacky Races. È la Macigno-Mobile, una macchina di pietra pilotata da due rozzi cavernicoli: Rock e Gravel, gemelli coperti di lunghi capelli e armati di una clava che usano talvolta per bastonarsi a vicenda, talaltra per “ricostruire” il mezzo andato in frantumi in qualche incidente. I due cavernicoli ricordano molto un altro personaggio famoso di Hanna & Barbera ossia Capitan Cavey (Captain Caveman).
  • Il Diabolico Coupé. Non meno singolare appare la vettura 2. Se l'aspetto dei fratelli Slag può ricordare il cugino Itt de Addams, quello del Diabolico Coupé richiama invece in qualche modo la loro tetra dimora. Sulla macchina, simile a un carro funebre degli anni trenta, pilotata da due mostri (i fratelli Big e Li'l Gruesome[1]. : "gruesome" significa "orribile, pauroso"), è montata una cella campanaria circondata di pipistrelli: un drago al suo interno funge da propulsore dell'auto.
  • Il professor Pat Pending. È lo scienziato pazzo del gruppo alla guida della vettura 3: la Multiuso capace, con accorgimenti tecnici, di trasformarsi in qualsiasi altro mezzo di trasporto idoneo a superare gli ostacoli a volte insormontabili che la gara propone. La formula inglese "Pat. Pending" significa "Brevetto in corso di approvazione".
  • Red Max. È un asso dell’aviazione che si ispira a due figure reali: il pilota tedesco della prima guerra mondiale Max Immelmann ed il Barone Rosso. La vettura 4, lo Scarafaggio Volante[2] (in inglese The Crimson Haybaler, "L'Imballatrice Scarlatta"), è perciò un vecchio biplano della prima guerra mondiale, ma capace di semplici balzi di cui il concorrente si serve per scavalcare avversari e ostacoli. Proverbiale è la sua descrizione da parte della voce fuori campo nei titoli di coda dell'edizione italiana: «Red Max, balzellon balzelloni, avanza spedito».
  • Penelope Pitstop. La “bella” del gruppo guida la vettura 5: la Compact Pussycat (nell'edizione italiana Vezzoso Coupé), di colore giallo e rosa e dotata di tutti gli accessori per la cura della persona e il trucco. Penelope è un altro dei personaggi di maggior successo della serie, e sarà infatti a sua volta ripresa da Hanna & Barbera per uno spin-off assieme ai piloti della vettura numero 7. Si può notare che "pit-stop" significa "sosta ai box". La celeberrima frase di Penelope Pitstop è: «Oh mio Dio...», ad ogni sosta improvvisa.
  • L'Armata Speciale. La vettura 6 è il mezzo militare della corsa: un carro armato, guidato dal soldato Meekly ("meek" significa "mite") agli ordini del guerrafondaio sergente Blast (ovvero "esplosione"), che per darsi una spinta a volte sfrutta il rinculo del cannone.
  • Clyde e la sua banda (chiamati in inglese The Ant Hill Mob, ovvero "La Banda del Formicaio") Sette nani gangster sono gli occupanti della vettura numero 7, la Macchina Antiproiettile: si tratta di una banda degli anni venti, a bordo di una limousine dell'epoca, capeggiata dal boss Clyde (ispirato sia all'omonimo criminale Clyde Chestnut Barrow che al personaggio di Edward G. Robinson nel film Piccolo Cesare). All'occorrenza fanno spuntare le gambe da sotto la loro auto e spingono tutti insieme per guadagnare terreno. Molte volte vengono inoltre inseguiti dalle forze dell'ordine su ordine di Dick Dastardly e questi prontamente si travestono per non farsi riconoscere (in una puntata si sono travestiti da Sette Nani), lasciando sbigottiti gli spettatori sul fatto che i poliziotti o lo sceriffo locale non li riconoscano senza i loro abiti da gangster. Saranno ripresi da Hanna & Barbera per Le avventure di Penelope Pitstop.
  • L'Insetto Scoppiettante. A bordo della vettura 8 sta un classico montanaro dei monti Appalachi, Luke, che sonnecchia quasi tutto il tempo guidando coi piedi, con il nervosissimo e freddoloso orso Blubber (il blubber è il grasso che protegge i mammiferi marini dal freddo) alle sue spalle. La vettura è di legno e mossa da una rudimentale caldaia.
  • Peter Perfect. È il damerino della gara, sempre galante e sempre pronto a corteggiare Penelope e dotato anche di un incredibile forza fisica come si può notare nell'episodio n 24 in cui con una sola mano riesce a scaraventare per aria Dastardly Muttley e la loro macchina insieme. La vettura 9, denominata Sei Cilindri o anche Turbo Terrific è l'unica vera auto da corsa, simile a un dragster, e ha la singolare caratteristica di riprendersi da ogni incidente con una semplice scrollata, come fosse di gomma.
  • Rufus Roughcut. La Spaccatutto, vettura 10, è occupata da un rude boscaiolo (il cui cognome, in inglese, suona come "taglio approssimativo" (rough cut), idiomatico per "qualcosa fatto alla bell'e meglio") e dal suo castoro Sawtooth (ovvero "dente di sega"): è, naturalmente, una macchina di legno con al posto delle ruote altrettante seghe circolari in grado di tagliare via gli eventuali ostacoli.
  • Dick Dastardly e Muttley. La vettura 00 (nome originale: "Mean Machine"), emblematicamente contrassegnata da questa cifra, è quella di Dastardly e del suo cane Muttley, gli eterni perdenti, nonché protagonisti anti-eroi della serie. Per tutta la durata della serie Dastardly (dastardly significa "in modo ignobile"), caricatura del cattivo delle commedie vaudeville, insegue la vittoria a costo di ogni sorta di scorrettezza, fino al paradosso di tendere trappole agli altri concorrenti aspettandoli lungo la strada e rinunciando al vantaggio. Le trappole si rivelano sempre fallimentari e Dastardly arriva puntualmente ultimo. Controparte del personaggio è il cinico Muttley, che rappresenta l'esatto contrario di ciò che ci si potrebbe aspettare da un cane: opportunista, infedele e, soprattutto, sempre pronto a ghignare delle “sventure” del suo padrone. Il ghigno di Muttley, le imprecazioni di Dastardly («Accidenti, doppio e triplo accidenti») e la sua classica vana invocazione d'aiuto («Muttley, fa' qualcosa!») sono tratti caratteristici e punti di forza di questo sfortunato duo.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Titolo originale Titolo italiano Prima TV USA Stati Uniti Prima TV ITA Italia
1 See-Saw To Arkansas

Creepy Trip to Lemon Twist

Su e Giù per l'Arkansas

Viaggio per Lemon Twist

14 settembre 1968 23 aprile 1980

25 aprile 1980

2 Why Oh Why Wyoming

Beat the Clock to Yellow Rock

Verso il Wyoming

Traguardo Yellow Rock

21 settembre 1968 24 marzo 1980
3 Mish-Mash Missouri Dash

Idaho a Go-Go

Meta Mish Mash nel Missouri

Di Corsa nell'Idaho

28 settembre 1968 26 marzo 1980

25 aprile 1980

4 Baja-Ha-Ha Race

Real Gone Ape

La Gara di Baja

Il Gorilla di King Klong

5 ottobre 1968 26 marzo 1980

28 marzo 1980

5 Scout Scatter

Free Wheeling to Wheeling

Fuga Precipitosa

Corsa per il Wheeling

12 ottobre 1968 28 marzo 1980

30 marzo 1980

6 By Rollercoaster to Upsan Downs

The Speedy Arkansas Traveler

Prossima Tappa Upsan Downs

Traversata per l'Arkansas

19 ottobre 1968 3 aprile 1980

1 aprile 1980

7 The Zippy Mississippi Race

Traffic Jambalaya

La Rombante Gara del Mississippi

Blocco in Alabama

26 ottobre 1968 30 marzo 1980

1 aprile 1980

8 Hot Race at Chillicothe

The Wrong Lumber Race

Corsa per Chillicote

Tranelli nella foresta

2 novembre 1968 5 aprile 1980

7 aprile 1980

9 Rhode Island Road Race

The Great Cold Rush Race

Il circuito dell'isola di Rhode

Gara tra i ghiacci

9 novembre 1968 3 aprile 1980

5 aprile 1980

10 Wacky Race to Ripsaw

Oils Well That Ends Well

Entusiasmante viaggio per Rip Saw

Trappole di petrolio

16 novembre 1968 17 aprile 1980

19 aprile 1980

11 Whizzin' to Washington

The Dipsy Doodle Desert Derby

Volata per Washington

Il rally del deserto

23 novembre 1968 7 aprile 1980

9 aprile 1980

12 Eeny, Miny Missouri Go!

The Super Silly Swamp Sprint

Partenza per Eeny Miny

Nella pericolosa palude

30 novembre 1968 19 aprile 1980

21 aprile 1980

13 The Dopey Dakota Derby

Dash to Delaware

Il derby del Dakota

Arrivo a Wott Will

7 dicembre 1968 21 aprile 1980

23 aprile 1980

14 Speeding for Smogland

Race Rally to Raleigh

Jolly Wood è in vista

Rally per Raleigh

14 dicembre 1968 9 aprile 1980

11 aprile 1980

15 Ballpoint, Penn. or Bust!

Fast Track to Hackensack

Ballpoint in Pennsylvania

La veloce pista di Hackensack

21 dicembre 1968 11 aprile 1980

13 aprile 1980

16 The Ski Resort Road Race

Overseas Hi-Way Race

Gara automobilistica sciistica

Da un'isola all'altra

28 dicembre 1968 13 aprile 1980

15 aprile 1980

17 Race to Racine

The Carlsbad or Bust Bash

Traguardo Racine

Caverna di Carlsbad

4 gennaio 1969 15 aprile 1980

17 aprile 1980

Fra parentesi i numeri delle vetture al primo, secondo e terzo posto

  1. [4/2/10]
  2. [5/2/10 (00 prima ma squalificata)]
  3. [2/1/8]
  4. [8/10/2]
  5. [3/5/2]
  6. [1/10/3]
  7. [1/7/4]
  8. [6/4/10]
  9. [10/1/3]
  10. [7/9/5]
  11. [4/1/8]
  12. [1/7/9]
  13. [9/7/5]
  14. [5/9/2]
  15. [6/5/1]
  16. [10/7/2]
  17. [2/1/8]
  18. [4/8/7]
  19. [10/4/1]
  20. [3/6/10]
  21. [9/3/8]
  22. [9/10/2]
  23. [3/7/5]
  24. [8/10/5]
  25. [7/3/4]
  26. [8/10/3]
  27. [8/2/4]
  28. [7/1/9]
  29. [5/4/7]
  30. [7/1/2]
  31. [6/10/3]
  32. [9/1/5]
  33. [2/1/3]
  34. [5/4/1]

I risultati dei “Wacky Races”[modifica | modifica wikitesto]

Si possono naturalmente ricostruire i risultati dei Wacky Races considerando il primo, il secondo e il terzo posto che la “telecronaca” sottostante rileva al termine di ogni corsa. Ecco, quindi, una vera e propria classifica generale delle vetture e dei piloti di Hanna & Barbera. La distribuzione delle vittorie è abbastanza equa, non così invece i secondi e i terzi posti.

Concorrente Numero della Vettura Vittorie Secondi posti Terzi posti
Clyde e la sua banda 7 4 5 2
Penelope Pitstop 5 4 2 5
Peter Perfect 9 4 2 2
Insetto Scoppiettante 8 4 1 4
Fratelli Slag 1 3 8 3
Rufus Roughcut 10 3 6 4
Red Max 4 3 4 3
Diabolico Coupé 2 3 3 6
Pat Pending 3 3 2 5
Armata Speciale 6 3 1 0
Dastardly e Muttley 00 0[3] 0 0

Doppiatori[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori originali[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Fra i doppiatori italiani dei personaggi delle Wacky Races si ricordano Aldo Barberito (Dick Dastardly), Anna Rita Pasanisi (Penelope Pitstop), Enrico Luzi (Red Max e Willy), Carlo Reali (Pat Pending), Sergio Graziani (Rufus Roughcut) e (Peter Perfect) Riccardo Garrone (Sergente), Elio Pandolfi (Fratelli Slag), Franco Latini (Muttley), Gino Donato (Clyde), Gianfranco Bellini (Ring-A-Ding e voci varie), Oreste Lionello (Little Grousome)[1], Vittorio Stagni (Meekly), Enzo Liberti (Big Grousome)[1], Sandro Pellegrini (Luke)

La voce del narratore nella maggioranza degli episodi era quella di Pino Locchi, fu sostituito in alcuni episodi da Ferruccio Amendola.

Tuttavia, durante l'introduzione agli episodi 24, 26, 32 e 34 è ancora possibile udire la voce di Amendola.

La famosa introduzione di Ferruccio Amendola:

"Ed ora Signore e Signori vi presentiamo i più famosi e spericolati piloti che partecipano alla gara senza regole: il Wacky Races, dove ogni espediente è consentito per conquistare il titolo mondiale del Wacky Race. Sono sulla linea di partenza. La prima vettura è la Sei Cilindri di Peter Perfect. Rufus Roughcut lo segue con la sua Spaccatutto. In terza posizione troviamo l'Armata Speciale. Subito dopo, Clyde e la sua banda con la loro macchina antiproiettile. Poi, il supergenio delle piste: Pat Pending, con la sua Multiuso. A breve distanza la divina Penelope Pitstop, l'affascinante ragazza che partecipa alla corsa. Appresso abbiamo la Macigno Mobile dei fratelli Slag, Rock e Gravel. Quindi, il Diabolico Coupé con alla guida Big Gruesome. Proprio alle sue spalle, concentratissimo, Red Max. In penultima posizione, l'Insetto Scoppiettante di Luke e Blubber. E, all'ultimo posto, sulla vettura 00, Dick Dastardly - pilota dall'astuzia proverbiale. Suo compagno di corse il fedele Muttley, che lo aiuta nei suoi trucchi al limite del regolamento. Ma, attenzione: lo starter dà il VIA! Ma...che succede! I piloti non si muovono dalla linea di partenza! È un altro degli sporchi trucchi di Dick Dastardly, che però ha ingranato la marcia indietro! In questo momento sono partiti! Inizia l'avventura del Wacky Race!"

E quella di Pino Locchi:

"E ora Signore e Signori vi presentiamo i più famosi e spericolati piloti che partecipano alla gara senza regole: il Wacky Races, dove ogni espediente è consentito per conquistare il titolo mondiale del Wacky Race. Sono sulla linea di partenza. La prima vettura è la Sei Cilindri di Peter Perfect. Rufus Roughcut lo segue con la sua Spaccatutto. In terza posizione troviamo l'Armata Speciale. Subito dopo, Clyde e la sua banda con la loro macchina antiproiettile. Poi, il supergenio delle piste: Pat Pending, sulla sua Multiuso. A breve distanza la divina Penelope Pitstop, l'affascinante ragazza che partecipa alla corsa. Viene poi la Macigno Mobile dei fratelli Slang, Rock e Gravel. Quindi, il Diabolico Coupé di Big Gruesome. Alle sue spalle il concentratissimo, Red Max. In penultima posizione, l'Insetto Scoppiettante di Luke e Blubber. E, all'ultimo posto, sulla vettura 00, Dick Dastardly - pilota dall'astuzia proverbiale. Suo compagno di corse il fedele Muttley, che lo aiuta nei suoi trucchi al limite del regolamento. Ma, attenzione: lo starter dà il VIA! Ma...che succede! I piloti non si muovono! È un infame trucco di Dick Dastardly, che però ingrana la marcia indietro. In questo momento sono partiti! Inizia l'avventura del Wacky Race!"

Repliche dei veicoli[modifica | modifica wikitesto]

Sono state costruite in Gran Bretagna delle repliche dei veicoli a grandezza naturale e sin dal 2008, presenziano annualmente al Goodwood Festival of Speed, aggiungendo ogni anno un nuovo veicolo.[4]

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Dalla serie si sono ispirati alcuni videogiochi per diverse piattaforme, come Carmageddon e Death Race.

Parodie e riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Nella "sequenza iniziale" della quarta puntata della ventiquattresima stagione de I Simpson vediamo una palese citazione alle Wacky Races.[5]
  • Il videoclip del brano Ogni Adolescenza (2001) dalla band post-punk Tre Allegri Ragazzi Morti, è una chiara citazione alle Wacky Races.
  • Il videoclip del brano Steady, As She Goes della band The Raconteurs, fa dei chiari riferimenti alla serie.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Nel videogioco Wacky Races: La corsa più pazza del mondo sono chiamati Mentus e Tappus
  2. ^ a b Nel videogioco Wacky Races: La corsa più pazza del mondo la vettura è chiamata il Barone Rosso
  3. ^ In realtà Dastardly arrivò una volta primo, ma venne squalificato perché aveva imbrogliato. Altre due volte perse proprio all'ultimo istante: una volta sì fermò in posa per il fotofinish (alla prima gara) classificandosi quindi quarto e un'altra per dare a Muttley il suo autografo (episodio 11 prima parte).
  4. ^ VIDEO: Wacky Races take over at Goodwood, in Chichester Today. URL consultato il 21 ottobre 2010.
  5. ^ tv.com

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]