Roberto Del Giudice

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Roberto Del Giudice nel 1984

Roberto Del Giudice (Milano, 25 settembre 1940Roma, 25 novembre 2007) è stato un attore, doppiatore e direttore del doppiaggio italiano. Dotato di una voce fresca e giovanile, è noto per essere stato dal 1979 fino alla morte, la voce italiana di Arsenio Lupin III, il ladro gentiluomo protagonista di fortunati cartoni animati giapponesi trasmessi con successo anche in Italia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver frequentato l'Accademia nazionale d'arte drammatica, negli anni sessanta ha una breve esperienza come attore in radio, teatro e televisione interpretando piccoli ruoli.[1]

Roberto Del Giudice nel 1990

Ha prestato la voce a molti personaggi animati, sia del cinema che della televisione: è stato ad esempio Benny il taxi in Chi ha incastrato Roger Rabbit, Zazu ne Il re leone e nei seguiti Il re leone II - Il regno di Simba e Il re leone 3 - Hakuna Matata, Roberto Sedinho (Roberto Hongo) in Holly e Benji (solo nelle prime tre serie), Conte Dracula in Carletto il principe dei mostri, Lupo de' Lupis (nella terza edizione italiana), la seconda voce di Miss Piggy nel Muppet Show, la seconda voce di Bo Duke (interpretato da John Schneider) nella serie televisiva Hazzard, Neelix in Star Trek: Voyager, Taiso in Giant Robot, Yess-man in SilverHawks, Nabeshin in Excel Saga e la Morte ne I Griffin.

Ha prestato la voce anche a Lee Majors nelle serie tv La grande vallata e L'uomo da sei milioni di dollari, a Terry Jones nel Monty Python's Flying Circus e al caporale Reyes, nella versione colorata digitalmente della serie Zorro, prodotta dalla Disney negli anni cinquanta e sessanta. Inoltre ha doppiato Fiocco di neve nel secondo e terzo film di Stuart Little.

Roberto Del Giudice è noto soprattutto per essere stato la voce di Lupin III in tutti gli anime dedicati al personaggio, eccezion fatta per il lungometraggio Il castello di Cagliostro, per il quale ha rimediato nel 2007 partecipando al terzo doppiaggio del film, eseguito per conto della Mikado. Questo è probabilmente l'ultimo lavoro di Del Giudice su Lupin III insieme ai TV Special del 2004 e del 2005 e al quarto doppiaggio del film La pietra della saggezza.

Ha diretto il doppiaggio delle edizioni italiane di film come Nikita di Luc Besson, Allucinazione perversa di Adrian Lyne, Il padre della sposa di Charles Shyer, Haunting - Presenze di Jan de Bont e Prova a incastrarmi di Sidney Lumet, nonché di telefilm quali Beverly Hills, 90210 e Dr. House - Medical Division.

Nel 2004 si è aggiudicato la terza edizione della targa "Franco Latini - Le voci di Cartoonia".

È morto la sera del 25 novembre 2007 dopo una lunga malattia.[2]

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Teatrografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Film[modifica | modifica wikitesto]

Film d'animazione[modifica | modifica wikitesto]

Serie televisive[modifica | modifica wikitesto]

Soap opera e telenovelas[modifica | modifica wikitesto]

Cartoni animati[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Andrea Giorgetti, Intervista a Roberto Del Giudice, su antoniogenna.net, Il mondo dei doppiatori, 1º giugno 2006. URL consultato il 24 agosto 2015.
  2. ^ Antonio Genna, È morto Roberto Del Giudice, la voce italiana di Lupin III, su antoniogenna.com, 26 novembre 2007. URL consultato il 24 agosto 2015.
  3. ^ Ignazio Silone, Ed egli si nascose, a cura di Benedetta Pierfederici, Roma, Città Nuova Editrice, 1999, p. 118, ISBN 8831102117. URL consultato il 24 agosto 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]