Lupin III - Trappola mortale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lupin III - Trappola mortale
Lupin III - Dead or Alive.jpg
Cover del DVD Dynit
Titolo originaleルパン三世 DEAD OR ALIVE
Rupan Sansei: DEAD OR ALIVE
Lingua originalegiapponese
Paese di produzioneGiappone
Anno1996
Durata97 min
Rapporto16:9
Generegiallo
RegiaMonkey Punch
SoggettoMonkey Punch
SceneggiaturaHiroshi Kashiwabara
Casa di produzioneTMS Entertainment
Distribuzione in italianoMediaset
MusicheYūji Ōno, Takayuki Negishi
Character designMarisuke Eguchi
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Lupin III - Trappola mortale (ルパン三世 DEAD OR ALIVE Rupan Sansei: DEAD OR ALIVE?) è il quinto lungometraggio d'animazione giapponese con protagonista Lupin III, il celebre ladro creato da Monkey Punch, e proprio da lui è diretto. Egli ha utilizzato uno stile molto vicino a quello del manga per la realizzazione delle scene. La data di uscita nelle sale cinematografiche giapponesi è stata il 20 aprile 1996, stesso anno della prima trasmissione dello special Il segreto del Diamante Penombra, andato in onda per la prima volta il 2 agosto.
In Italia, il film venne trasmesso per la prima volta il 16 maggio 2000 su Italia 1. In seguito fu distribuito in home video coi titoli Lupin III: The Movie - Dead or Alive e Lupin III: Dead or Alive - Trappola mortale.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver salvato alcuni uomini rinchiusi in una prigione, il cui direttore aveva il sadico passatempo di dare la caccia ai detenuti cui permetteva di tentare la fuga, Lupin si reca in un piccolo Paese del Sud Est asiatico, Zufu, per mettere le mani sul tesoro dell'ultima famiglia reale, da poco spodestata da un colpo di Stato guidato dallo spietato e sinistro generale Cacciateste. Il tesoro in questione però si trova su di un'isola resa inespugnabile da un sofisticato sistema cibernetico che uccide all'istante chiunque tenti di avvicinarsi alla cassaforte.

L'unica persona in grado di rendere inoffensivo il sistema di sicurezza sarebbe il principe Pannish, che però risulta ufficialmente morto durante il golpe.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Arsenio Lupin III: il miglior ladro del mondo, ricercato dalle polizie e dalle forze dell'ordine di tutte le nazioni. Ladro gentiluomo, geniale e audace, nonché inguaribile e romantico donnaiolo, ha preso di mira il favoloso tesoro che si dice essere stato nascosto dalla famiglia reale di Zufu.
  • Daisuke Jigen: il migliore amico di Lupin, nonché suo fidato complice in ogni avventura. È il miglior cecchino del mondo ed è in grado di sparare alla velocità del pensiero con il suo fedele revolver.
  • Goemon Ishikawa XIII: ultimo discendente di un'antica famiglia di ladri giapponesi, è un abilissimo samurai in grado di tagliare qualsiasi cosa con la sua spada, la Zantetsu-ken.
  • Fujiko Mine: una ladra e truffatrice giapponese, eterna complice-rivale di Lupin, che ne è perdutamente innamorato. Mira anch'essa al tesoro di Zufu e si intrufola nella reggia del generale Cacciateste per indagare.
  • Ispettore Koichi Zenigata: è l'acerrimo nemico di Lupin, un ispettore dell'Interpol che ha consacrato la propria vita a dare la caccia e catturare il celebre ladro.
  • La Nanomacchina: sebbene non sia un personaggio in carne ed ossa, la Nanomacchina è un vero e proprio personaggio senziente, che attacca indiscriminatamente chiunque metta piede sull'isola misteriosa a meno che non si tratti del principe Panish; è dotata di un sistema di puntamento all'avanguardia che le permette di identificare la posizione dei suoi obiettivi ed è in grado di generare in quantità pressoché infinita dei tentacoli armati con cui eliminarli. È un dispositivo incredibilmente avanzato: riconosce autonomamente la presenza di Panish e, stando a quanto letto su un rapporto ufficiale, è in grado di curare qualsiasi malattia (resuscitando persino i morti), la sua applicazione spazia dalla medicina all'alta tecnologia fino alle applicazioni belliche, ed essendo alimentata da una batteria solare e dotata di un sistema di autoriparazione può funzionare virtualmente in eterno. Fu costruita per il benessere dei cittadini di Zufu e per proteggere il tesoro reale, ma poiché la sua materia prima è la polvere d'oro si può affermare che la Nanomacchina sia il tesoro reale.
  • Il Generale Cacciateste: è l'antagonista principale del film. È un uomo gigantesco e spietato, dotato di una forza incredibile, già militare dell'esercito di Zufu sotto la monarchia e ideatore e guida del colpo di Stato che la rovesciò; si è poi posto a capo del regime che ora governa il Paese. Vive nel lusso, mentre Zufu fa la fame. Ha una vera e propria passione per i coltelli e le armi da lancio, che manovra con estrema abilità, e intende impossessarsi del tesoro dei re di Zufu.
  • Crisis: è il sinistro braccio destro del Generale Cacciateste, membro di spicco della Polizia di Stato. È stato l'esecutore materiale dell'omicidio del principe Panish.
  • Oleandro, detta "Ole": è un agente segreto della polizia di Zufu che agisce sotto la copertura di Emera e poi quella di una barista. Inizia a dubitare del suo ruolo quando Crisis bombarda il nascondiglio di Lupin senza curarsi della sua presenza e soprattutto quando Lupin le rivela di aver visto Panish, con cui lei aveva una relazione e che credeva morto durante il colpo di Stato, a Zufu.
  • Il principe Panish: era l'erede al trono di Zufu. Fu ucciso da Crisis, ma il Generale Cacciateste raccontò alla popolazione (Ole compresa) che Panish fu ucciso dal re e di averlo vendicato giustiziando il re. Lupin assume le sue sembianze per convincere Ole a passargli informazioni dall'interno del regime.
  • Emera: viene presentata come la figlia del Generale Cacciateste, ma in realtà è sua prigioniera; il suo vero padre era il professor Voltsky, il direttore del laboratorio situato sull'isola dove è nascosto il tesoro e inventore della Nanomacchina. Cacciateste l'ha risparmiata solo perché è convinto che conosca il segreto per disattivare il dispositivo.
  • Spunky: un ubriacone che Lupin salva da un carcere di massima sicurezza. Apparentemente è un disgraziato come tanti altri, ma dimostra di sapere molte cose sull'isola del tesoro poiché prima del colpo di Stato lavorava alla reggia a stretto contatto con il re.
  • Il direttore del carcere: un uomo gobbo, grasso e sadico. Si diverte, una volta l'anno, a liberare alcuni detenuti dal suo carcere e a spedire le guardie alle loro spalle in una vera e propria caccia all'uomo. Non compare mai di persona, ma Lupin assume le sue sembianze per liberare Spunky.
  • Il direttore Voltsky: era lo scienziato a capo del laboratorio situato sull'isola del tesoro, nonché il padre di Emera. Fu ucciso da una coltellata in fronte che l'ha inchiodato alla sua poltrona, per cui probabilmente da Cacciateste. Inizialmente compare solo il suo cadavere, ma dalla foto allegata ad un suo rapporto sulla Nanomacchina che Lupin consulta si apprende che in vita era un uomo grasso e stempiato, con grossi baffi e un grosso naso.
  • I bulli, il barista, il mago di strada, i cacciatori di taglie e la motociclista: personaggi minori.
    • I primi sono una coppia di bulli che assale Ole nei vicoli di Zufu. Uno di loro è grosso e muscoloso e porta con sé un grosso serpente, l'altro è piccolo e magro, con un ciuffo varipinto.
    • Il secondo è un anziano barista che inizialmente denuncia Zenigata alla polizia, ma poi collabora con lui per tenerlo prigioniero.
    • Il terzo è un prestigiatore di strada incaricato da Crisis di sorvegliare Ole; è avido e viscido.
    • I cacciatori di taglie sono una coppia di cacciatori di taglie attirati dalla ricompensa promessa da Crisis a chiunque sia in grado di catturare Lupin III, vivo o morto, e lo ingaggiano in una sparatoria notturna per i vicoli di Zufu.
    • L'ultima è una motociclista dal look punk che salva Lupin dalla sparatoria solo per consegnarlo a Zenigata.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Edizione italiana[modifica | modifica wikitesto]

Il doppiaggio italiano fu eseguito dalla Edit e diretto da Roberto Del Giudice su dialoghi di Antonella Damigelli. Esso presenta rispetto all'edizione originale, dove c'era del silenzio, in due punti del film una BGM tratta dallo special Il segreto del Diamante Penombra.

Edizioni home video[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato distribuito in VHS sia da Medusa Video, col titolo "Trappola mortale", che da Dynit, col titolo "Dead or Alive".

Nel 2004 il film è stato edito in DVD da Dynit col titolo "Dead or Alive" e ristampato in seguito da Yamato Video come "Dead or Alive: Trappola mortale". Per le edicole è uscito con De Agostini e il 16 dicembre 2011 con La Gazzetta dello Sport, in entrambe le versioni col titolo "Dead or Alive: Trappola mortale".

In Giappone il film è stato restaurato in alta definizione e venduto in Blu-ray Disc a partire dal 15 settembre 2010.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

La colonna sonora del film è stata composta da Yūji Ōno e Takayuki Negishi.

  • Lupin the 3rd - Dead or Alive - Original Soundtrack (VAP 01/07/96 VPCG-84605)
    1. Rupan Sansei no Theme '96
    2. Opening
    3. Secret of the Drifting Island
    4. Escape and Escape
    5. The Man Called "The Headhunter General"
    6. Soldier Fujiko's Appearance!
    7. Secret Police Crisis
    8. Advertising Ballon Begins the Plan
    9. Beautiful, Mysterious Princess Emrra!
    10. Emera Gets It!
    11. Cornered Lupin
    12. Beautiful, Dangerous Oleander
    13. Hard Fighting Man Zenigata!
    14. Late Night on the Streets of Zufu
    15. Side Street of Yabaize
    16. Ole's Fate Sways
    17. Dictator's Evil Influence Falls on Oleander?
    18. Resistance Punishing
    19. Pay Attention to the Nano Machine!
    20. Who Wins!? Lupin and the General
    21. Golden Battle
    22. Sweet Trap Damage (Media Use)

Citazioni[modifica | modifica wikitesto]

Lungo il film appaiono molti camei di diversi anime, tra cui Candy Candy e Sampei.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]