Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Lupin III: Il castello di Cagliostro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lupin III: Il castello di Cagliostro
Lupin III - Il castello di Cagliostro.png
Titolo originale Rupan Sansei: Kariosutoro no shiro
Lingua originale giapponese
Paese di produzione Giappone
Anno 1979
Durata 96 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 16:9
Genere animazione
Regia Hayao Miyazaki
Soggetto Monkey Punch
Casa di produzione TMS Entertainment
Character design Hayao Miyazaki, Yasuo Ōtsuka
Musiche Yūji Ōno
Tema musicale Honō no takaramono (Fire Treasure)
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Doppiaggio originale

Primo ridoppiaggio (anni '90)

Secondo ridoppiaggio (2007)

Lupin III: Il castello di Cagliostro (ルパン三世カリオストロの城 Rupan Sansei - Kariosutoro no shiro?) è un film anime del 1979 diretto da Hayao Miyazaki.

Si tratta del secondo lungometraggio dedicato al personaggio di Arsenio Lupin III, disegnato da Monkey Punch, uscito nelle sale cinematografiche giapponesi il 15 dicembre 1979. In Italia, il film è apparso per la prima volta in televisione su Italia 1 il 1º gennaio 1984.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Lupin è alla ricerca dei leggendari falsari della dinastia del Caprone, da sempre feudatari del piccolo paese di Cagliostro. Il caso gli farà incontrare la principessa Clarisse, futura sposa del malvagio Conte di Cagliostro. L'ultimo discendente del Caprone è alla ricerca del tesoro segreto della sua famiglia e per trovarlo ha bisogno dell'anello di Clarisse.

Edizioni italiane[modifica | modifica wikitesto]

Prima edizione italiana[modifica | modifica wikitesto]

La prima edizione è apparsa in televisione, la prima volta su Italia 1 il 1º gennaio 1984, e poi in replica su Rete 4 divisa in due parti. Questa versione non è stata doppiata dal cast ufficiale della serie TV ed è curata dal Gruppo Trenta (ora Pumaisdue). Questa edizione presenta alcuni errori: in una scena finale il doppiatore di Lupin non è più Loris Loddi, ma Mauro Gravina e più avanti si sentono ripetersi due battute, in un tempo che niente ha in comune con le frasi. Inoltre il nome di Fujiko Mine è stato cambiato in "Rosaria", mentre quello di Clarisse diventa "Clarissa".

Seconda edizione italiana[modifica | modifica wikitesto]

La seconda edizione del film è stata fatta dalla Logica 2000 per l'home video ed è uscita prima in videocassetta nel 1992 edita dalla Yamato Video e poi nel 2003 in DVD edito dalla DVD Storm e nel 2005 dalla Yamato Video. Questa versione è stata anche trasmessa in televisione, per la prima volta su Hiro il 10 gennaio 2009 e poi in chiaro su Italia 2 il 30 marzo 2012. Anche questa edizione non ha il cast ufficiale della serie televisiva; rispetto all'edizione home video de La pietra della saggezza, rimangono fissi i doppiatori Marco Balzarotti (Jigen), Jasmine Laurenti su (Fujiko), Flavio Arras (Goemon) e Maurizio Scattorin (Zenigata), mentre cambia la voce di Lupin, precedentemente di Giorgio Melazzi, sostituito da Gigi Rosa. Vi sono molti errori nella traduzione, come ad esempio l'arcivescovo che diventa Papa o delle rovine erroneamente attribuite a Roma; inoltre Zenigata da ispettore passa a detective. È stato doppiato dalla DDE di Milano.

Terza edizione italiana[modifica | modifica wikitesto]

La terza edizione del doppiaggio è stata distribuita su iniziativa della Yamato Video per la prima volta nei cinema italiani il 6 luglio 2007 da Mikado Film. Questa edizione è stata poi pubblicata in DVD sempre nel 2007 prima da Dolmen Home Video e Yamato Video poi allegata alla rivista TV Sorrisi e Canzoni, e in Blu-ray Disc da Yamato Video nel 2012. Non è mai stata trasmessa in televisione. Questa versione è stata presentata in un'edizione completamente rinnovata: è stato infatti acquisito l'internegativo giapponese per poter offrire una qualità superiore delle immagini, è stato convocato il cast storico della serie per il doppiaggio, ed è stato approntato un adattamento più fedele ai dialoghi originali (senza censure). La direzione è stata affidata ad Aldo Stella (che nel film doppia l'arcivescovo) e tornano dei doppiatori della seconda edizione: Ivo De Palma, che è ancora la voce del conte di Cagliostro; Antonio Paiola, che è di nuovo il giardiniere e Giulia Franzoso, che nella seconda edizione doppiava Clarisse, la cui voce viene data alla cameriera. Questo è l'ultimo cartone animato di Lupin con la voce di Roberto Del Giudice, che morì poco dopo per una grave malattia.

Edizioni home video[modifica | modifica wikitesto]

VHS[modifica | modifica wikitesto]

Il film è uscito in VHS edito da Yamato Video con il doppiaggio home video nel 1992.[1] La stessa edizione è uscita anche con marchio "Cartoon Collection" e in edicola con la raccolta "Manga Mania".

DVD[modifica | modifica wikitesto]

  • La prima edizione in DVD del film risale al 2003, pubblicata da Dvd Storm, sia in un'edizione a disco singolo che doppio, e comprende il primo doppiaggio italiano (in versione mono, è stato infatti impossibile effettuare lavori di restauro) e il secondo doppiaggio (in DTS, 5.1 e 2.0). I sottotitoli sono presenti solo in italiano e sono fedeli al secondo doppiaggio. Nel cofanetto del doppio disco vi è anche un booklet con le descrizioni del film e dei personaggi.
    • Extra
      • Edizione a disco singolo: galleria fotografica con gli storyboard di personaggi, macchine e armi
      • Edizione a disco doppio (DVD 1): galleria fotografica (la stessa dell'edizione singola), elenco della filmografia essenziale di Miyazaki
      • Edizione a disco doppio (DVD 2): storia del film raccontata da Alessandro Bencivenni, interviste ad alcuni doppiatori ufficiali e non dei personaggi (anche se nessuno di questi presta la sua voce nei due doppiaggi presenti in quest'edizione), intervista a Jonathan e Riccardo Zara con esecuzione della loro sigla scartata per Le nuove avventure di Lupin III, ovvero "Il fantomatico Lupin", un'esibizione live di Enzo Draghi della sigla "Lupin, l'incorreggibile Lupin" a La notte delle stelle più un easter egg con il backstage dell'intervista e dell'esibizione di Jonathan e Riccardo Zara.
  • La seconda versione in DVD risale al 2005, edita da Yamato Video e altri non è che la ristampa dell'edizione a disco singolo della Dvd Storm. La stessa edizione è stata presentata anche in edicola in collaborazione con De Agostini.
  • Nel 2007 è uscito con TV Sorrisi e Canzoni per la prima volta il film con il solo doppiaggio da cinema.
  • Infine sempre nel 2007 è uscita l'edizione Dolmen Home Video/Yamato Video che comprende il terzo doppiaggio italiano, in DTS, 5.1 e 2.0, e quello giapponese in dual mono. Le tracce dei sottotitoli presenti sono fedeli sia al doppiaggio italiano che a quello giapponese. È distribuita da Yamato Video in un'edizione a disco singolo, una a disco doppio e un'altra sempre a disco doppio ma con in più un diorama con Lupin, Jigen e Goemon tratto dalla cover. L'edizione singola è stata ristampata anche per uscire con La Gazzetta dello Sport il 18 novembre 2011.
    • Extra
      • Edizione a disco singolo e primo disco della doppia: Trailer, galleria fotografica, schede varie ("Biografia di Hayao Miyazaki", "Identikit: la squadra", "Notizie dal mondo di Cagliostro", "Buon compleanno Lupin III", "Monkey Punch, il disegnatore che amava James Bond" e "Un capolavoro: il castello di Cagliostro")
      • Secondo disco dell'edizione doppia: Storyboard del film in multiangolo, speciale "Ridoppiare un classico" e collegamento al sito internet ufficiale italiano (solo usandolo come dvd-rom).

Blu-ray Disc[modifica | modifica wikitesto]

L'ultima versione in DVD è uscita anche in formato Blu-ray Disc a partire dal marzo 2012, sempre edita da Yamato Video; [2] l'unica differenza è che nel Blu-Ray manca tra gli extra lo storyboard del film in multiangolo. Questa edizione è stata racchiusa nel BD Box "Lupin III - Red Box", contenente anche i Blu-ray Disc de "La pietra della saggezza" e "La lampada di Aladino".[3] Attualmente la migliore versione del film in alta definizione è stata distribuita di recente all'interno di una raccolta giapponese dedicata al regista Miyazaki: la pellicola ha subito un intenso restauro tramite il quale sono stati ripristinati i colori originali.

Videogiochi ispirati al film[modifica | modifica wikitesto]

Vari sono i videogiochi ispirati o che proseguono la storia del film:

Inoltre, i videogiochi Cliff Hanger e Lupin the 3rd - Chronicles contengono scene del film.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Durante una proiezione al Festival di Cannes nel 1980, il film ricevette gli applausi di Steven Spielberg per una scena in particolare: l'inseguimento sulla Fiat 500. È stato detto che il regista Miyazaki e il cosceneggiatore e character design Yasuo Otsuka abbiano provato la scena dal vero, usando le loro macchine in un strada di montagna poco frequentata.
  • Questo film è ancora considerato da molti critici e numerosi fan il migliore tra quelli dedicati a Lupin III; il suo creatore Monkey Punch elogiò la pellicola, pur facendo notare che la visione di Miyazaki era agli antipodi con quella immaginata da lui stesso al momento dell'ideazione del manga nel 1967!
  • Miyazaki e Otsuka avevano già lavorato sui parecchi episodi della prima serie (quella con la giacca verde, che qui ritorna), e dopo il successo del film la produzione incaricò Miyazaki di terminare la seconda serie scrivendo, disegnando e dirigendo gli ultimi episodi; in particolare, il 145 e il 155 sono incentrati su uno dei temi favoriti del maestro, l'antimilitarismo!
  • Il film viene citato sia nel manga (Capitolo 83) che nell'anime (Episodio 31) Great Teacher Onizuka, quando Eikichi Onizuka, per trovare i soldi necessari a pagare una costosa gita ad Okinawa, cerca di falsificarli paragonando il denaro falso del conte a quello creato da lui (in realtà di pessima qualità).
  • La vicenda si svolge tra l'8 e il 13 settembre 1968. Queste date sono ricavabili sia dal manga originale che dal film.
  • Nell'episodio 21 della serie anime Keroro viene parodiato l'inseguimento in 500.
  • A distanza di 35 anni dalla prima proiezione in Giappone la pellicola è tornata al cinema in patria a partire dal 9 maggio 2014 con la nuova versione restaurata.
  • In una scena, dei leader mondiali, si nota nei titoli dei giornali si legge un nome italiano malscritto CALIGOLTLO anziché Cagliostro.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lupin III: Il castello di Cagliostro
  2. ^ Il castello di Cagliostro, la magia continua
  3. ^ Yamato Video Store - LUPIN III RED BOX (3 BLURAY)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]