Daisuke Jigen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Daisuke Jigen
Jigen - Lupin Ikka Seizoroi.jpg
Daisuke Jigen in Rupan ikka seizoroi
UniversoLupin III
Nome orig.大介 次元 (Daisuke Jigen)
Lingua orig.Giapponese
AutoreMonkey Punch
EditoreFutabasha
1ª app.1967
1ª app. inWeekly Manga Action
Editore it.Star Comics
app. it.1979
app. it. inLe avventure di Lupin III
Interpretato da
Voci orig.
Voci italiane
SessoMaschio
Data di nascita29 novembre
Professioneladro, abile pistolero

Daisuke Jigen (次元 大介 Jigen Daisuke?), di solito chiamato semplicemente Jigen[1], è un personaggio immaginario del manga e anime Lupin III creato da Monkey Punch.

Personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Braccio destro di Lupin, è un uomo dai folti capelli neri e una barba sotto il mento lunga non più di tre pollici e indisciplinata (spunta dal basso verso l'alto). Il suo guardaroba consiste in un completo scuro, una camicia chiara, una cravatta e una fedora a larga tesa come cappello, costantemente calata sugli occhi e che toglie solo quando è in occasioni formali o in lutto.

Taciturno, accanito fumatore e bevitore, quando non fuma non manca mai di tenere tra le labbra un mozzicone spento di sigaretta Pall Mall superlong filter, dando il via ad un vero e proprio modo di dire: vengono chiamate "sigarette alla Jigen" tutte quelle che escono spiegazzate dal pacchetto. È anche sospettoso nei confronti delle donne, ma non totalmente immune al loro fascino. Jigen non è particolarmente interessato ai soldi o alle ricchezze, ma al puro gusto della sfida. Nel film Lupin III - Il sigillo di sangue, la sirena dell'eternità, Lupin gli chiede perché abbia intrapreso la carriera di ladro e perché preferisca avvertire le forze dell'ordine prima di ogni colpo; Jigen risponde che "Così il suo vino avrà un sapore più buono." e che compiere furti comuni non gli darebbe alcuna soddisfazione.

Jigen è un pistolero fenomenale con una mira infallibile e dall'animo gentile (così apostrofato anche nel film crossover Lupin Terzo vs Detective Conan - Il film, da Conan Edogawa stesso), con la sua potente rivoltella Smith & Wesson M19 Combat Magnum spara "prontamente, efficacemente e apparentemente a caso", senza sbagliare mai.

Estremamente fedele a Lupin, costituisce una sorta di fratello maggiore e partner leale e affidabile per Lupin, accompagnandolo in tutte le sue avventure (eccetto nella serie anime spin-off, dove qui si incontrano per la prima volta nel quinto episodio). Jigen, nonostante la sua facciata seria e irascibile, ha un ironico senso dell'umorismo e si diverte sinceramente a partecipare alle missioni con Lupin e Goemon. Diffida di Fujiko Mine e spesso è la voce della ragione per l'incosciente Lupin, avvertendolo in anticipo di possibili tradimenti da parte della ragazza. Della banda di Lupin, Jigen è quello che meno si preoccupa di uccidere e, sebbene consideri un tabù uccidere donne e bambini, è disposto ad eliminare chiunque sia una grave minaccia per lui.

Il suo genere di musica preferito è la musica classica, ma non disdegna il jazz, passione quest'ultima derivatagli dal fatto che, durante la sua carriera di pistolero, ha vissuto per un certo periodo a New Orleans. Monkey Punch per il personaggio di Jigen si è ispirato a James Coburn nel film I magnifici sette[2].

All'inizio di Viaggio nel pericolo Jigen, rivolgendosi a Lupin, esclama che hanno la stessa età.

Abilità[modifica | modifica wikitesto]

Abilità con le armi[modifica | modifica wikitesto]

Jigen è uno dei più abili cecchini del mondo, ma il suo vero ruolo è quello del pistolero. Può estrarre la sua pistola e sparare con una precisione che rasenta il sovrumano in 0.3 secondi, una velocità tale da poter competere anche con Goemon; infatti, nel lungometraggio Episodio: 0 i due hanno avuto uno scontro che è terminato con un pareggio, senza arrivare ad uccidersi a vicenda. La sua mira è talmente precisa che è in grado di colpire anche una pallottola in volo. Tiene la sua pistola in una fondina di tessuto nella parte posteriore dei pantaloni.

Jigen è un maestro di molte armi da fuoco diverse, avendo utilizzato fucili di precisione, lanciagranate, mitragliatrici e persino un fucile anticarro PTRS. La sua arma preferita rimane un revolver Smith & Wesson 19 con cartucce .357 Combat Magnum. All'inizio del film Un diamante per sempre Jigen afferma che non userebbe una pistola automatica perché gli "piacciono i revolver", mentre nel film La lapide di Jigen Daisuke si rifiuta categoricamente di adottare un altro tipo di arma, anche se il peso della sua Magnum la rende poco maneggevole.

Disprezza le armi automatiche: sempre nel film Un diamante per sempre afferma di considerarle barbare e nel film Tutti i tesori del mondo si riferisce alle mitragliatrici del suo avversario dicendo "che schifo di armi".

Il segreto della sua mira infallibile è il cappello, che utilizza per mirare utilizzando la tesa come riferimento facendo collimare il mirino con essa. Tuttavia è stato visto sparare in modo eccellente anche senza il suo cappello.

Altre abilità[modifica | modifica wikitesto]

È esperto nel combattimento corpo a corpo e abile anche nell'utilizzo di pugnali e armi bianche di vario genere.

È anche un esperto del travestimento e un pilota molto ben addestrato, capace di guidare qualunque mezzo di trasporto terrestre, aereo e marittimo.

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Nella versione originale giapponese, Jigen è sempre doppiato da Kiyoshi Kobayashi, ad eccezione dello Special La cospirazione dei Fuma, dove è doppiato da Banjō Ginga.

In Italia, Jigen è stato doppiato in tutti i media da Sandro Pellegrini ad eccezione del primo doppiaggio della prima serie (dove era doppiato da Germano Longo), a cui ha rimediato, però, partecipando al secondo doppiaggio. Successivamente alla morte di Pellegrini, Jigen viene doppiato da Alessandro Maria D'Errico. È stato anche doppiato da Raffaele Uzzi nel primo doppiaggio de Il castello di Cagliostro e da Marco Balzarotti nel terzo doppiaggio de La pietra della saggezza e nel secondo doppiaggio de Il castello di Cagliostro.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Sia nel doppiaggio originale che in quello italiano, Jigen è il personaggio ad aver mantenuto più a lungo il suo doppiatore originale: Kobayashi che lo doppia tutt’ora dalla versione originale del 1969 (per più di 50 anni) e Pellegrini che lo ha doppiato dal 1979 fino alla morte nel 2013 (più di 30 anni).
  • Nell'episodio 39 della terza stagione di Samurai Jack appare un personaggio chiamato "il ladro" che è un riferimento a Daisuke Jigen. Entrambi hanno lo stesso aspetto, la stessa barba, stile di indossare il cappello e abbigliamento, le uniche differenze tra i due sono lo schema di colori altamente contrastati e il fatto che la sigaretta caratteristica di Jigen è stata sostituita da uno stuzzicadenti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nei titoli di testa italiani de La pietra della saggezza è erroneamente scritto Gighen, mentre nel titolo italiano dell'episodio 99 della seconda serie è erroneamente scritto Jiggen
  2. ^ La persona che insegnò a Jigen a sparare si chiamava Gallauco che compare in un unico episodio dove Jigen racconta di sé (l'episodio della terza serie si chiama Il tesoro dei Megas).intervista a Monkey Punch[collegamento interrotto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga