Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Carletto il principe dei mostri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kaibutsu-kun
怪物くん
(Kaibutsu-kun)
manga
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Autore Fujiko Fujio
Editore Shonen Gahosha
Rivista Shōnen King, CoroCoro Comic
1ª edizione gennaio 1965 – maggio 1969
Tankōbon 15 (completa)
Carletto il principe dei mostri
怪物くん
(Kaibutsu-kun)
serie TV anime
Autore Fujiko Fujio
Musiche Michio Okamoto
Studio TBS, Tokyo Movie Shinsha
Rete TBS
1ª TV 21 aprile 1968 – 23 marzo 1969
Episodi 13 (completa)
Durata 10 min
Durata ep. 30 min
Rete it. Rai 5
1ª TV it. 4 febbraio 1995 – 9 settembre 2000
Episodi it. 13 / 26 Completa al 50%
Durata ep. it. 21 min
Carletto il principe dei mostri
怪物くん
(Kaibutsu-kun)
Carletto.png
Carletto, Conte, Wolf e Frankie nella sigla iniziale.
serie TV anime
Autore Fujiko Fujio
Regia Hiroshi Fukutomi
Dir. artistica Ken Kawai
Musiche Hiroshi Tsutsui
Studio Shin'ei Doga
Rete TV Asahi
1ª TV 2 settembre 1980 – 28 settembre 1982
Episodi 53 (completa)
Durata 10 min
Durata ep. 20 min
Reti it. JeemTV, (prima TV della 1^ edizione, 52 episodi), Rai Cinque, (prima TV 2^ edizione, 44 episodi), TV locali, Disney XD (repliche 1^ edizione), K2, Rai 1, Rai 2, Rai 3 (repliche 2^ edizione)
1ª TV it. 1983 – 2009
Episodi it. 65 (completa) (44 episodi in seconda edizione: DVD e TV)
Durata ep. it. 20 min
Dialoghi it. Aldo Barberito (primo doppiaggio)
Studio dopp. it. Studi Arizona
Dir. dopp. it. Aldo Barberito
Generi comico, horror, commedia, fantasy

Kaibutsu-kun (怪物くん?) è un manga di Fujiko Fujio, autore anche di Doraemon. È stato pubblicato da gennaio 1965 a maggio 1969 da Shonen Gahosha sulle pagine di Shonen King e di CoroCoro Comic e successivamente raccolto in 15 volumi tankōbon.

Nel 1968 ne è stata tratta una prima serie anime in bianco e nero, composta da 50 episodi e mai arrivata in Italia. Nel 1980 ne è stata prodotta un'altra a colori, formata da 94 episodi di 20 minuti (contenenti 2 segmenti ciascuno per 188 episodi). In Italia quest'ultima è stata trasmessa per la prima volta nel 1983 da Italia 1 con il titolo Carletto il principe dei mostri, in un'edizione italiana parziale comprendente i primi 52 episodi per un totale di 104 segmenti, successivamente replicata su reti regionali. Nel 2009 la Yamato Video ha prodotto e pubblicato in DVD una nuova edizione di questa serie, che comprende parte degli episodi editi in passato e 3 segmenti inediti, per un totale di 44 episodi: questa edizione è stata trasmessa più volte in TV su vari canali digitali e satellitari.

Nel 2010 è stato trasmesso in Giappone anche un omonimo dorama in 10 puntate, conosciuto con il titolo internazionale di Monster. Ad esso è seguito anche un film in 3D, distribuito nel 2011.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il piccolo Carletto, principe di un Paese abitato dai mostri noto come Mostrilandia, decide di venire ad abitare sulla Terra, a Tokyo, insieme ai suoi aiutanti, Conte Dracula, Frank e Uomo Lupo, per poter avere un po' di tranquillità. Carletto diventa presto amico di Hiroshi, un bambino intraprendente che vive con sua sorella Sis in un piccolo appartamento vicino alla vecchia casa dove i mostri si sono stabiliti. Nel corso della serie, Carletto non solo incontra dei mostri un po' buoni o un po' cattivi, e fa amicizia con gli uomini, ma deve anche aiutare Hiroshi e rendere più felice la sorella del proprio amico.

In tutti i vari episodi Carletto e il suo trio, soprattutto in compagnia di Hiroshi, vivono un'avventura dopo l'altra in cui mostri e umani si affrontano, si capiscono, si combattono e diventano amici, ma soprattutto mirano alla salvezza del mondo da pericoli mostruosi e demoniaci, nonostante il mondo non sia più popolato da mostri come una volta.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Personaggi di Carletto il principe dei mostri e Personaggi secondari di Carletto il principe dei mostri.

Principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Carletto De Mostris

Ha l'aspetto di un bambino, anche se si capisce ben presto che è più grande di quanto sembri. È figlio del re di Mostrilandia, il paese dei mostri, e ha il potere di cambiare forma, volto e di allungare mani e piedi. Si muove spesso su una scopa volante, e abita in una vecchia casa insieme a Il Trio dei mostri|Lupo, Frank e Dracula. Utilizza un passaggio segreto che parte dal suo frigorifero e che lo porta nella camera del suo piccolo vicino di casa Hiroshi. La sua unica debolezza sono i tuoni, di cui ha paura. Doppiato da Massimo Corizza.

È un bambino umano ed è il migliore amico di Carletto. Orfano di entrambi i genitori, vive con la sorella maggiore Sis. Doppiato da Fabrizio Manfredi.

  • Lupo (detto anche Wolf o Uomo lupo)

È il cuoco della casa in cui abitano i mostri. Parla con un accento tedesco e di giorno è umano, mentre di notte, se c'è la luna piena, si tramuta in un lupo mannaro. Doppiato da Rodolfo Baldini.

È la parodia di Frankenstein. È il maggiordomo della casa, alto, grosso e dotato di una forza enorme. Parla con un linguaggio spesso incomprensibile. Doppiato da Aldo Barberito.

Passa il giorno a dormire, esce soltanto di notte e beve succo di pomodoro invece che sangue umano. Parla con un accento francese. Doppiato da Roberto Del Giudice.

Secondari[modifica | modifica wikitesto]

Il suo vero nome é Utako ed è la sorella di Hiroshi. Doppiata da Silvia Pepitoni.

Il medico dei mostri, lavora in uno studio sulla Terra. Doppiato Carlo Croccolo.

Fidanzata di Carletto e figlia del duca di Mostrilandia. Doppiata da Carla Comaschi.

Ricorrenti[modifica | modifica wikitesto]

Doppiaggio e trasmissione in Italia[modifica | modifica wikitesto]

Prima edizione[modifica | modifica wikitesto]

Il doppiaggio italiano è stato effettuato presso gli studi Arizona sotto la direzione di Aldo Barberito[1].

Personaggi Voce giapponese Voce italiana
Carletto Fuyumi Shiraishi (St.1)
Masako Nozawa (St.2)
Massimo Corizza
Alessio Cigliano (OAV)
Hiroshi Minori Matsushima; (St.1)
Katsue Miwa (St.2)
Fabrizio Manfredi (prima edizione, ep.1-52)
Massimo Di Benedetto (episodi inediti della seconda edizione)
Frank Masao Imanishi (St.1)
Taro Sagami (St.2[2]), Shingo Kanemoto (St.2[3])
Aldo Barberito (prima edizione, ep.1-52)
Pietro Ubaldi (episodi inediti della seconda edizione)
Conte Dracula Hiroshi Otake (St.1)
Kaneta Kimotsuki (St.2)
Roberto Del Giudice (prima edizione, ep.1-52)
Paolo De Santis (episodi inediti della seconda edizione)
Wolf Shingo Kanemoto (St.1)
Takuzou Kamiyama (St.2)
Rodolfo Baldini (prima edizione, ep.1-52)
Oliviero Corbetta (episodi inediti della seconda edizione)
Kaiko Eiko Masuyama Carla Comaschi
Dottor No Reizou Nomoto Carlo Croccolo
Sis Mariko Mukai (St.1)
Chiyoko Kawashima (St.2)
Silvia Pepitoni
Ako Keiko Han Antonella Baldini
Kizao Sanji Hase Marco Guadagno
Banja Kiyonobu Suzuki Fabrizio Mazzotta
Uomo Pesce Shigeru Chiba Bruno Cattaneo (prima edizione, ep.1-52)
Carlo Croccolo (episodi inediti della seconda edizione)
Nobilas Gastone Pescucci
Kong Luciano Roffi
Bem Shun Yashiro Gastone Pescucci

Altri doppiatori italiani: Carlo Allegrini, Sergio Matteucci, Manlio Guardabassi, Oliviero Dinelli, Carlo Reali, Mario Milita, Vittorio Di Prima, Giuliano Santi, Giorgio Borghetti, Daniela Saria, Massimo Venturiello, Giorgio Locuratolo, Francesca Palopoli, Diego Michelotti.

Questa edizione di 52 episodi (ovvero 104 segmenti) è stata trasmessa inizialmente su Italia 1 dal luglio al settembre 1983 all'interno del contenitore Bim Bum Bam - Ritorno da scuola, ed è stata poi replicata su reti regionali, fra cui il circuito Junior TV.

Seconda edizione[modifica | modifica wikitesto]

A partire dalla fine del 2009 sono stati doppiati, per conto di Yamato Video e DeA Kids, diversi episodi rimasti inediti. Ad eccezione di Massimo Corizza, voce storica di Carletto, per le altre voci dei personaggi ci si è affidati ad altri doppiatori[4], indicati nella tabella soprastante.

Unendo alcuni episodi già presenti nella prima edizione (ma non tutti) e questi nuovi si è ottenuta una nuova edizione di 88 segmenti, per un totale di 44 episodi. Questa versione è stata pubblicata da Yamato Video in due box DVD (il primo comprende gli episodi 1-21, il secondo gli episodi 22-44; l'episodio "Lo specchio magico" non è incluso) e poi trasmessa interamente in televisione sui canali di Sky DeA Kids (nel 2009) e Super!, sul canale terrestre Anime Gold (nel 2011), di nuovo sul satellitare con Man-ga ed infine su Boing dal 4 luglio 2016. In quest'ultima trasmissione si verificano diversi spostamenti d'orario: inizialmente gli appuntamenti sono uno nell'orario serale, uno nel notturno e uno nel diurno, che viene ritardato per scomparire infine del tutto; attualmente rimangono una trasmissione nell'orario mattutino e una nell'orario notturno. Probabilmente questo è dovuto allo scarso successo riscontrato nel corso delle trasmissioni.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Episodi di Carletto il principe dei mostri.

Nella pagina allegata si elencano tutti gli episodi della serie in base all'ordine originale giapponese. Qui si indica la lista degli episodi compresi in ciascuna edizione italiana:

Prima edizione (TV, 104 episodi)

  1. Diventiamo amici / Carletto cambia casa
  2. Un rapimento pericoloso / La ricerca in mostrologia
  3. Una questione di stile / Un gatto in cerca di orecchie
  4. La musica mostruosa / Una famiglia unita
  5. Un ventaglio di vento / Il mostro dormiglione
  6. La piovra volante / I tre angioletti
  7. Il mantello del conte / Attenti all'acqua
  8. Il museo delle cere / Una sardina di tre quintali
  9. I mostri vanno a lavorare / Un lago affollato
  10. Il cucciolo / Una macchina truccata
  11. I mostri hanno cuore / Il lupacchiotto triste
  12. Il dottor No e il dottor Yes / Lo zio Frank
  13. Un'operazione di plastica / Il mostro di neve
  14. Un capodanno fuori dal comune / L'allievo supera il maestro
  15. Un cavallo, un genio, un tappeto / I tre desideri
  16. Una mente mostruosa / Tutti i gusti sono gusti
  17. Joe di Giugno / La potenza della cattiveria
  18. Il cacciatore di teste / Il cactus venuto da lontano
  19. Attenti al cane / L'importanza di chiamarsi Hiroshi
  20. L'uomo invisibile / Il genio della sabbia
  21. La mummia / Sbadiglio
  22. Il signor Ombra / Mosca
  23. Cose da dinosauri / Il giorno degli alberi
  24. A scuola di magia / Un piano diabolico
  25. Il ritratto / Avventure nel sottosuolo
  26. La ragazza di Carletto / Il mal d'Africa
  27. La casa delle bambole / Il grande cuoco
  28. Il principe delle mummie / Il disco volante
  29. Sfida ai mostri / Il gatto rapito
  30. Le bolle magiche / Maniwa e il demonio
  31. Il conte contro l'uomo zanzara / Il mostro d'energia
  32. L'esercito dei mostri / L'uomo conchiglia
  33. Polaris / Olimpiadi
  34. Famedoro / Famedoro va in città
  35. Il cappello di satana / Avventura in fondo al mare
  36. Il vecchio e il fumo / La riunione dei mostri
  37. Muffa / Uno strano castello
  38. Il cacciatore / I mostri nella prateria
  39. Fratelli siamesi / La rosa carnivora
  40. I ragazzi piranha / Il paladino degli uccelli
  41. Una gita al mare / L'invasione dei fagioloni
  42. Il portasfortuna / Re pinguino alla ricerca del freddo
  43. Un'occasione da non perdere / Barney il pisellino
  44. Carletto capellone / Sul set
  45. Mostri in cerca d'autore / I sette nani samurai
  46. Le sculture viventi / L'avventura nella foresta dei mostri
  47. Attenti alle donne / Il bimbo in maschera
  48. Sogno o son desto / Uno scheletro di successo
  49. Il fantastico dottor Quack / Una gita alle terme
  50. Le talpe / Lo specchio magico
  51. L'uomo delle nevi / Un fulmino birichino
  52. Joker / Di nuovo in famiglia

Seconda edizione, dal 2009 (DVD e TV, 44 episodi)

  1. Diventiamo amici / Carletto cambia casa
  2. Un rapimento pericoloso / La ricerca in mostrologia
  3. Una questione di stile / Un gatto in cerca di orecchie
  4. Una famiglia unita / La piovra volante
  5. Un ventaglio di vento / Il mostro dormiglione
  6. Il mantello del conte / Attenti all'acqua
  7. Il museo delle cere / Una sardina di tre quintali
  8. I mostri vanno a lavorare / Un lago affollato
  9. Il cucciolo / Il mostro di neve
  10. I mostri hanno cuore / Il lupacchiotto triste
  11. Il dottor No e il dottor Yes / Lo zio Frank
  12. Un capodanno fuori dal comune / L'allievo supera il maestro
  13. Una mente mostruosa / Mosca
  14. Joe di Giugno / La potenza della cattiveria
  15. Il cacciatore di teste / Il cactus venuto da lontano
  16. Attenti al cane / L'importanza di chiarmarsi Hiroshi
  17. L'uomo invisibile / Il genio della sabbia
  18. La mummia / Sbadiglio
  19. Cose da dinosauri / Il giorno degli alberi
  20. A scuola di magia / Un piano diabolico
  21. Il ritratto / Avventure nel sottosuolo
  22. Un trio mostruoso / Un candidato alla scuola dei mostri
  23. La ragazza di Carletto / Il mal d'Africa
  24. La casa delle bambole / Il grande cuoco
  25. Il disco volante / Le bolle magiche
  26. Sfida ai mostri / Il gatto rapito
  27. Il conte contro l'uomo zanzara / L'uomo conchiglia
  28. Famedoro / Famedoro va in città
  29. Polaris / Olimpiadi
  30. Il cappello di satana / Il portasfortuna
  31. Il vecchio e il fumo / La riunione dei mostri
  32. Muffa / Uno strano castello
  33. Fratelli siamesi / La rosa carnivora
  34. Il cacciatore / I mostri nella prateria
  35. I ragazzi piranha / Il paladino degli uccelli
  36. Barney il pisellino / Sogno o son desto
  37. Carletto capellone / Sul set
  38. Mostri in cerca d'autore / I sette nani samurai
  39. Le sculture viventi / L'avventura nella foresta dei mostri
  40. Attenti alle donne / Il bimbo in maschera
  41. Il fantastico dottor Quack / Una gita alle terme
  42. Lo specchio magico[5] / Hiroshi scappa da casa
  43. L'uomo delle nevi / Un fulmino birichino
  44. Joker / Di nuovo in famiglia

Curiosità sull'anime[modifica | modifica wikitesto]

  • Nell'episodio ”L'allievo supera il maestro“ tra la folla si notano Doraemon e Nobita.
  • Nell'episodio ”Una famiglia unita“ e ”Il principe delle mummie“, ”Una gita al mare“ e ”Re Pinguino alla ricerca del freddo“ appare Doraemon.
  • Nell'episodio ”Una macchina truccata“ appare Suneo.
  • Nell'episodio ”Joe di Giugno“ si fa un chiaro riferimento al grande campione di baseball italo americano Joe DiMaggio.
  • Nell'episodio ”Olimpiadi“ i personaggi conoscono il mostro Famedoro sebbene sia già apparso in ”Famedoro“ e ”Famedoro va in città“. Difatti nella prima edizione italiana sono stati invertiti fra loro gli episodi originali 33 ("Polaris"/"Olimpiadi") e 34 ("Famedoro"/"Famedoro va in città"); lo stesso è successo anche fra gli episodi 38 ("Il cacciatore"/"I mostri nella prateria") e 39 ("Fratelli siamesi"/"La rosa carnivora"). Gli errori sono stati corretti nella seconda edizione italiana.

Film[modifica | modifica wikitesto]

Esistono 2 film animati: il primo che è inedito in Italia e bandito dal Giappone è 怪物くん 怪物ランドへの招待 (Kaibutsu-kun: Kaibutsu Land e no Shoutai?) uscito il 14 marzo 1981 della durata di 75 minuti; il secondo trasmesso in Italia e molto successo in Giappone è 怪物くん デーモンの剣 (Kaibutsu-kun Demon no Ken?) uscito il 13 marzo 1982 della durata di 50 minuti. Il secondo ed unico film è stato doppiato in italiano e trasmesso nel 1985 dalle tv locali e si intitola rispettivamente: La spada del demone.

Dorama[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Kaibutsu-kun (serie televisiva).

Il 17 aprile 2010 viene trasmesso in Giappone un dorama avente come protagonista Satoshi Ōno, leader del famoso gruppo della Johnny & Associates: Arashi[6].

Il 26 novembre 2011 è uscito in Giappone un film 3D.

Sigle[modifica | modifica wikitesto]

Sigle giapponesi della serie del 1968[modifica | modifica wikitesto]

Sigle giapponesi della serie del 1980[modifica | modifica wikitesto]

Tutte le sigle hanno testi di Fujiko Fujio, musica di Aboshi Kobayashi e sono arrangiate da Hiroshi Tsutsui.

Sigla di apertura:

  • Yukaitsūkai kaibutsu-kun, cantata da: Nozawa Masako, Kimotsuki Kaneta, Kamiyama Taku san e Sagami Tarō.

Sigle di chiusura:

  • Ore tacha kaibutsu san-ningumi yo, cantata da: Kimotsuki Kaneta, Kamiyama Taku san e Sagami Tarō (prima sigla);
  • Shin kaibutsu-kun ondo, cantata da: Nozawa Masako, koorogi' 73, Kimotsuki Kaneta, Kamiyama Taku san, Sagami Tarō (seconda sigla).

Sigle italiane[modifica | modifica wikitesto]

Nella prima edizione le sigle erano due: in apertura "Carletto e i mostri" ed in chiusura "Che paura mi fa", entrambe cantate da I Mostriciattoli. La prima era montata sulle immagini della sigla di apertura giapponese, ma era un remake della prima sigla di chiusura originale Ore tacha kaibutsu san-ningumi yo; la seconda usava le prime immagini di chiusura (quelle originali di Ore tacha kaibutsu san-ningumi yo) ma era un remake della seconda sigla di chiusura Shin kaibutsu-kun ondo.

Nella seconda edizione italiana le sigle sono cambiate per richiesta dei produttori giapponesi: come sigla di apertura vi è la nuova "Effetto Carletto", edizione italiana di Yukaitsūkai kaibutsu-kun sulle sue corrette immagini originali; "Carletto e i mostri" è spostata in chiusura venendo anch'essa posizionata sopra le sue immagini originali, ed è presentata in una versione rifatta (seppure con lo stesso testo storico) incisa su una versione sintetizzata della base giapponese. Non compare più "Che paura mi fa".

Sigla giapponese del Dorama[modifica | modifica wikitesto]

  • "Monster", di apertura, cantata dagli Arashi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Scheda di Carletto il principe dei mostri su Il mondo dei doppiatori.
  2. ^ in alternanza Shingo Kanemoto
  3. ^ in alternanza Taro Sagami
  4. ^ Intervista a Massimo Corizza, voce di Shin-chan e Carletto
  5. ^ Questo episodio è stato trasmesso in tv ma non è presente nel secondo Box DVD, di cui si fermano sempre per 44 episodi.
  6. ^ Articolo in lingua giapponese tratto dal sito ufficiale della Johnny's

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga