Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Doraemon (personaggio)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Doraemon
Dorapemon.png
Universo Doraemon
Nome orig. ドラえもん (Doraemon)
Lingua orig. Giapponese
Autore Fujiko F. Fujio
Editore Shogakukan 1969
1ª app. in 1969
Editore it. Star Comics 2003
app. it. in 1982
Voci orig.
Voci italiane
Specie gatto-robot
Sesso Maschio
Abilità
  • Intelligenza elevata
  • Astuzia
  • Abile leader
  • Superbo meccanico
  • Mira infallibile
  • Abilissimo giocatore di videogames
  • Abilissimo giocatore di baseball
  • Abile combattente
  • Ottimo disegnatore artistico

Doraemon (ドラえもん?) è il protagonista del manga e anime dall'omonimo titolo.

Il personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Doraemon è rappresentato come un gatto robot proveniente dallo spazio nel futuro del XXII secolo dal carattere buono, socievole, intelligente e sensibile. È di colore azzurro e bianco, ha un piccolo e tondo naso rosso ed un collare rosso con una campanellina dorata attorno al collo, aveva le orecchie ma le ha perdute a causa dei topi che gliele hanno mangiate (è per questo che è costantemente terrorizzato da questi animali ; inoltre a causa dello spavento il robot è divenuto da giallo a blu, in inglese il termine "blue" indica proprio l'essere spaventati) ed è equipaggiato di una tasca quadridimensionale chiamata gattopone, contenente una sorta di gadget molto particolari detti "chiusky". Alloggia a casa della famiglia Nobi, aiutando soprattutto il bambino Nobita nella vita di tutti i giorni e cercando di correggere alcune sue abitudini di vita sbagliate (come dormire piuttosto che fare i compiti). In tutti gli episodi, Doraemon dà uno dei suoi gadget a Nobita, ma il bambino lo usa impropriamente, finendo spesso per combinare pasticci. Al ritorno a casa, come la madre di Nobita, anche Doraemon lo sgrida maleducatamente per essersi cacciato nei guai. Ha una sorella di nome Dorami, molto simile a lui nell'aspetto, ma più bassa e di colore giallo. Doraemon è ghiottissimo di dorayaki, merendine giapponesi ripiene di una marmellata di fagioli dolci. La madre di Nobita le riceve sempre per posta. Lui è quello più ghiotto di questo cibo, e spesso le condivide con Nobita, Shizuka e talvolta anche con Gian e Suneo, gli amici "bulli" di Nobita.

Secondo il cartone Doraemon dovrebbe pesare 120 kg. In alcuni episodi Nobita, Gian e Suneo offrono a Doraemon dei dorayaki ma in cambio loro cercano aiuto per avere dei ciusky per risolvere i loro problemi personali. Tante volte Doraemon viene spesso scambiato per un tasso o per un procione.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

La figura di Doraemon viene ripresa in cinque segmenti dell'anime Carletto il principe dei mostri e in tre puntate di Nino, il mio amico ninja.