Che papà Braccio di Ferro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Che papà Braccio di Ferro
serie TV cartone
Titolo orig. Popeye and Son
Lingua orig. inglese
Paese Stati Uniti
Studio Hanna-Barbera, King Features Syndicate
Rete CBS
1ª TV 12 settembre 1987 – 5 dicembre 1987
Episodi 26 (completa)
Durata ep. 11 min
Reti it. Italia 1, Canale 5
1ª TV it. 10 settembre 1992
Episodi it. 26 (completa)

Che papà Braccio di Ferro (Popeye and Son) è una serie televisiva a cartoni animati prodotta da Hanna-Barbera e King Features Syndicate e basata al personaggio di Braccio di Ferro.

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Braccio di Ferro, doppiato da *[[Franco Latini]]
  • Junior, doppiato da *[[Ilaria Stagni]]
  • Olivia, doppiata da *[[Stefanella Marrama]]
  • Bruto, doppiato da *[[Vladimiro Grana]]
  • Tank
  • Lizzie, doppiata da *[[Franco Latini]]
  • Poldo, doppiato da *[[Leo Valeriano]]
  • Woody, doppiato da *[[Federica De Bortoli]]
  • Polly
  • Dee Dee
  • Il doppiaggio italiano è stato eseguito dalla *[[Effe Elle Due]].

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

  1. "L'attacco della strega Bacheca"
  2. "Felice Anniversario"
  3. "Il mostro marino"
  4. "Poopdeck Pappy and the Family Tree"
  5. "La piscina con le onde di Bruto"
  6. "Oggi Qui,Domani Li"
  7. "Non rinunciare al picnic"
  8. "Il tesoro perso nella baia dei pirati"
  9. "Il genio di Junior"
  10. "La potente Olivia battitrice"
  11. "Junior trova lavoro"
  12. "Surf Movie"
  13. "Barbarossa"
  14. "La ragazza venuta dagli abissi"
  15. "Ricorre il compleanno di Junior"
  16. "Olivia e il Dilemma Dinosauro"
  17. "Dr. Junior and Mr. Hyde
  18. "Popeye's Surfin' Adventure"
  19. "Divise da una decisione"
  20. "Il caso del Burger Burglar"
  21. "Orchid You Not"
  22. "Non è Mythbehavin"
  23. "There Goes the Neighborhood"
  24. "Il giorno di liberta' di Olivia"
  25. "Principe di un compagno"
  26. "La donzella in pericolo"

Sigla italiana[modifica | modifica wikitesto]

La sigla italiana della serie è scritta da Alessandra Valeri Manera e Ninni Carucci e cantata da Cristina D'Avena.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]