Il viaggio di Natale di Braccio di Ferro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il viaggio di Natale di Braccio di Ferro
film cartone
Il viaggio di Natale di Braccio di Ferro.png
Una scena del film
Titolo orig.Popeye's Voyage: The Quest for Pappy
Lingua orig.inglese
PaeseCanada, Stati Uniti
AutorePaul Reiser, Jim Hardison
RegiaEzekiel Norton
StudioKing Features Syndicate, Nuance Productions, Mainframe Entertainment
ReteFox
1ª edizione17 dicembre 2004
Aspect ratio1,78 : 1
Durata44 min

Il viaggio di Natale di Braccio di Ferro (Popeye's Voyage: The Quest for Pappy) è un film per la televisione del 2004, creato in occasione del 75º anniversario della nascita di Braccio di Ferro.

È stato distribuito per il mercato home-video il 9 novembre 2004 ed è andato in onda per la prima volta negli Stati Uniti su Fox il 17 dicembre. In Italia è stato trasmesso su Rai 2 a Natale dello stesso anno.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Braccio di Legno sta attraversando il Mare del Mistero quando, proprio mentre sta per raggiungere un'isola avvolta in un banco di nebbia, sopraggiunge una tempesta che lo sbalza fuori dalla barca, gettandolo tra le grinfie di feroci pescecani. Per fortuna arriva il figlio Braccio di Ferro, ma una piovra lo immobilizza con i suoi tentacoli; resta un'unica salvezza per il marinaio: gli spinaci. Il mostro glieli leva di torno e lo trascina sul fondo del mare, quando Popeye si sveglia: era tutto un sogno.

Braccio di Ferro infatti cade dall'amaca su cui riposava e comincia a litigare con Bruto, suo compagno di bordo perché sta facendo fracasso ed ha paura che Pisellino si svegli. Dopo averlo sistemato per le feste, Popeye scende a terra nel villaggio di Sweethaven per andare a far visita a Olivia con Pisellino, dato che è il periodo di Natale e le rivela il suo strano sogno, dicendole che dovrebbe fare un viaggio in mare per capire il suo significato e ritrovare finalmente il padre perduto tanto tempo fa. Così tutti partono in un viaggio ricco di avventure, intrighi e pericoli e scopriranno che l'isola del sogno di Braccio di Ferro esiste davvero e che è governata dalla Strega del Mare la quale tiene prigioniero Braccio di Legno.

Le terribile nemica farà di tutto per impedire alla ciurma di Braccio di Ferro di arrivare alla metà, scagliando contro di loro ogni tipo di pericolo e insidia. Braccio di Ferro però non si fa fermare e scettico sull'esistenza della Strega continua il suo viaggio. Una volta venuta a sapere l'identità del marinaio, quest'ultima, decide di usare un incantesimo su di lui, apparendo al suo occhio buono come la Regina degli Abissi, una bellissima sirena. Riesce quasi a portarlo via ma il suo piano fallisce per via dell'amore che Braccio di Ferro prova per Olivia.

Decisa a prendere Braccio di Ferro, la Strega aizza contro Olivia un serpente marino che però il prode capitano sconfigge facilmente. A questo punto decide di occuparsene personalmente, usando una magia che fa innamorare pazzamente Olivia di Bruto. Questo rattrista Braccio di Ferro che trova in Pisellino l'unico conforto rimasto.

Il giorno dopo la nave approda allo scoglio dei naufragi, luogo dove Braccio di Legno si nasconde da anni. Trovato il padre, Braccio di Ferro subisce un altro rifiuto, cadenso in depressione. La Strega del Mare ne approfitta e con l'incantevole aspetto della Regina degli Abissi riesce ad ipnotizzare Braccio di Ferro. Si viene a sapere che l'oracolo degli abissi aveva fatto una profezia e che Braccio di ferro rappresenta la chiave per il domino dei mare, motivo per cui la Strega è tanto interessata a lui. Braccio di Legno era rimasto sull'isola dalla nascita di Braccio di Ferro per combattere la Strega e impedirle di prendere suo figlio. Olivia, rinsavita, si accorge che la Strega sta tenendo sotto scacco il fidanzato e con Braccio di Legno si precipita a salvarlo.

Nel frattempo la Regina degli Abissi ha convinto Braccio di Ferro a stare dalla sua parte e gli ordina successivamente di darle un bacio, cosa che lo renderebbe suo per l'eternità. Il marinaio obbedisce ma per sua fortuna i suoi cari arrivano a bordo della nave per impergli di farlo. La Regina degli Abissi scaglia un fulmine sulla barca che comincia a colare a picco. La Stega ha apparentemente vinto e Braccio di Ferro la prende in braccio per terminare il suo compito. In quel momento però, Pisellino, chiama il nome del padre che si sveglia dalla trans, vedendo la bella Regina degli Abissi sparire lasciando posto alla vecchia Strega del Mare.

Ne segue uno scontro dal quale Braccio dI ferro ne esce vincitore grazie ala sua arma segreta: gli spinaci. Sconfitta la malvagia, la famiglia può finalmente riunirsi e festeggiare allegramente il Natale insieme.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Animazione Portale Animazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di animazione