Jonny Quest

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jonny Quest
serie TV cartone
Titolo orig.Jonny Quest
Lingua orig.inglese
PaeseStati Uniti
AutoreDoug Wildey
SoggettoWilliam D. Hamilton, Walter Black
MusicheHoyt Curtin
StudioHanna-Barbera
ReteABC
1ª TV18 settembre 1964 – 11 marzo 1965
Episodi26 (completa)
Durata ep.25 min
Rete it.Rai Uno

Jonny Quest è è una serie televisiva a cartoni animati prodotta dalla Hanna-Barbera e Screen Gems nel 1964, ispirata all'omonimo fumetto di Doug Wildey. Nel 1996 ne è stata prodotta una seconda, Le avventure di Jonny Quest (The Real Adventures of Jonny Quest).

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Jonny è un ragazzino che accompagna il padre scienziato, assieme alla guardia del corpo Race Bannon e all'amico Hadji, in una serie di avventure in giro per il mondo, sempre rivolte a sventare qualche malvagia cospirazione.

Le avventure di Jonny Quest
serie TV cartone
Titolo orig.The Real Adventures of Jonny Quest
Lingua orig.inglese
PaeseStati Uniti
AutorePeter Lawrence, Takashi Masunaga
RegiaMike Milo
StudioHanna-Barbera
ReteCartoon Network
1ª TV26 agosto 1996 – 16 aprile 1997
Episodi52 (completa)
Durata ep.22 min
Rete it.Raiuno, Raidue, Cartoon Network
Episodi it.52 (completa)
Durata ep. it.22 min
Studio dopp. it.Johnny è doppiato da Giuliano Giacomelli

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Jonny Quest
  • Benton Quest
  • Roger T. 'Race' Bannon
  • Hadji
  • Bandit

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

Le avventure di Jonny Quest (The Real Adventures of Jonny Quest) è un cartone animato prodotto da Hanna-Barbera nel 1996 e trasmesso su Cartoon Network. Si tratta di un remake della serie Jonny Quest prodotta anni prima da Hanna-Barbera e Screen Gems. Venne suddiviso in due stagioni televisive per un totale di 52 episodi. Viene introdotto un nuovo personaggio, Jessie Bannon, figlia di Race Bannon e il QuestWorld, un mondo virtuale creato da Dr. Quest nel quale Jonny e Jessie si avventurano e dove si scontrano con il diabolico Dr. Jeremiah Surd.

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Nel maggio 2015 la Warner Bros. incarica il regista Robert Rodriguez di portare sullo schermo una versione live action della serie. Rodriguez riscriverà assieme a Terry Rossio la sceneggiatura, la cui prima stesura (appartenente alla Blacklist ovvero la raccolta delle migliori sceneggiature non prodotte) è opera di Dan Mazeu.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Animazione Portale Animazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di animazione