Braccobaldo Show

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Braccobaldo Show
serie TV cartone
Braccob.png
Titolo orig.The Huckleberry Hound Show
Lingua orig.inglese
PaeseStati Uniti
AutoreJoseph Barbera, William Hanna
ProduttoreJoseph Barbera, William Hanna
SceneggiaturaCharles Shows, Dan Gordon
MusicheHoyt Curtin
StudioHanna-Barbera
Retesyndication, Boomerang, ABC
1ª TV2 ottobre 1958 – 1º dicembre 1961
Episodi68 (completa)
Aspect ratio4:3
Durata ep.30 min
Rete it.Rai 1, Rai 2
1ª TV it.26 dicembre 1962 – ?
Episodi it.66 (completa)
Generecommedia
Preceduto daRuff & Reddy
Seguito daErnesto Sparalesto

Il Braccobaldo Show (The Huckleberry Hound Show) è una serie televisiva d'animazione del 1958, la seconda prodotta dalla Hanna-Barbera dopo Ruff & Reddy. La serie contribuì a rendere Hanna-Barbera un nome familiare ed è spesso accreditato per aver legittimato il concetto di animazione realizzata appositamente per la televisione. Nel 1960 la serie divenne il primo programma d'animazione a ricevere un Premio Emmy.[1]

Produzione e trasmissione[modifica | modifica wikitesto]

Ogni episodio delle prime due stagioni era composto da tre segmenti distinti: uno con protagonista Braccobaldo Bau, un altro con protagonisti l'orso Yoghi e il suo assistente Bubu e un terzo con Pixie, Dixie e Mr. Jinks, con i due topolini che cercano sempre nuovi modi per superare in astuzia il gatto Jinks. Il segmento sull'orso Yoghi si rivelò più popolare di quello su Braccobaldo generando una sua serie nel 1961.[2] Esso fu quindi sostituito da un segmento con Ugo Lupo e Ding-A-Ling durante la stagione 1960-1961.

Fu trasmessa in syndication e sponsorizzata dalla Kellogg Company.

In Italia la serie è stata trasmessa il 26 dicembre 1962 da Rai 1 su TV dei ragazzi[3], successivamente su Italia 1, Cartoon Network e Boomerang.

Personaggi e doppiatori[modifica | modifica wikitesto]

Solvejg D'Assunta è stata la direttrice al doppiaggio del cartone

Personaggio Doppiatore originale Doppiatore italiano
Braccobaldo Bau Daws Butler Renzo Palmer (primo doppiaggio)
Sergio Di Giulio

Mino Caprio[4]

Orso Yoghi Francesco Mulè (primo doppiaggio)
Gino Pagnani
Bubu Don Messick Sandro Pellegrini
Ranger Smith Giorgio Lopez
Pixie Laura Latini
Dixie Daws Butler Isa Di Marzio
Jinks Franco Latini
Ugo Lupo Lino Troisi
Ding-A-Ling Doug Young Alida Cappellini

N.B.: i doppiatori italiani, tranne quando diversamente indicato, si riferiscono ai ridoppiaggi effettuati a partire dagli anni settanta per la trasmissione autonoma dei segmenti.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Episodi del Braccobaldo Show.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Animation legend William Hanna dies at 90, CNN.com/Entertainment, 23 marzo 2001. URL consultato il 6 agosto 2008 (archiviato dall'url originale il 15 maggio 2008).
  2. ^ Mallory, Michael. Hanna-Barbera Cartoons. New York: Hugh Lauter Levin Associates, 1998. ISBN 0-88363-108-3. p. 44.
  3. ^ Zap Zap TV • Leggi argomento - Cronologia produzioni Hanna Barbera in Italia, su www.tv-pedia.com. URL consultato il 02 giugno 2017.
  4. ^ AntonioGenna.net presenta: IL MONDO DEI DOPPIATORI - ZONA ANIMAZIONE: "Braccobaldo", su www.antoniogenna.net. URL consultato il 02 giugno 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]