Indianapolis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Indianapolis (disambigua).
Indianapolis
city
(EN) City of Indianapolis
Indianapolis – Stemma Indianapolis – Bandiera
Indianapolis – Veduta
Localizzazione
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Stato federato Flag of Indiana.svg Indiana
Contea Marion
Amministrazione
Sindaco Joe Hogsett (D)
Territorio
Coordinate 39°46′06″N 86°09′23″W / 39.768333°N 86.156389°W39.768333; -86.156389 (Indianapolis)Coordinate: 39°46′06″N 86°09′23″W / 39.768333°N 86.156389°W39.768333; -86.156389 (Indianapolis)
Altitudine 218 m s.l.m.
Superficie 963,5 km²
Abitanti 820 445 (2010)
Densità 851,53 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 46201, 46202, 46203, 46204, 46205, 46206, 46207, 46208, 46209, 46211, 46214, 46216, 46217, 46218, 46219, 46220, 46221, 46222, 46223, 46224, 46225, 46226, 46227, 46228, 46229, 46230, 46231, 46234, 46235, 46236, 46237, 46239, 46240, 46241, 46242, 46244, 46247, 46249, 46250, 46251, 46253, 46254, 46255, 46256, 46259, 46260, 46266, 46268, 46274, 46275, 46277, 46278, 46280, 46282, 46283, 46285, 46290, 46291, 46295, 46296 e 46298
Prefisso 317
Fuso orario UTC-5
Cartografia
Mappa di localizzazione: Stati Uniti d'America
Indianapolis
Indianapolis
Indianapolis – Mappa
Sito istituzionale

Indianapolis (spesso abbreviata in Indy in inglese) è una città degli Stati Uniti d'America capitale dello Stato dell'Indiana e capoluogo della Contea di Marion. Secondo il censimento del 2010, la popolazione è composta da 820.445 residenti, rendendola la città più popolata dell'Indiana e la dodicesima negli USA. La stima del 2014 dell'United States Census Bureau, porta la città a 848.788 abitanti e l'area metropolitana (un agglomerato urbano chiamato Regione delle Nove Contee) a una popolazione vicina ai 2 milioni di residenti.

Indianapolis è la terza città del midwest dopo Chicago e Detroit ed è una delle tre città importanti nel midwest ad avere un tasso di crescita superiore al 5%.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I nativi americani che vivevano nella zona compresa in origine le tribù Miami e Lenape (o Delaware) furono sfollati dalla zona a cominciare dal 1820.

Indianapolis fu scelta come sede della nuova capitale dello stato nel 1820, sostituendo la precedente Corydon, nominata capitale fin dalla formazione dello stato dell'Indiana nel 1816. Mentre la maggior parte delle capitali americane tendono ad essere situate nella regione centrale dei loro rispettivi Stati, Indianapolis è la capitale più vicina al centro esatto del suo stato. È stata fondata sul White River a causa del presupposto errato che il fiume sarebbe servito come un'importante arteria di trasporto. Tuttavia, il corso d'acqua alla fine si è rivelato troppo sabbioso per il commercio.

Jeremiah Sullivan, un giudice della Corte Suprema dell'Indiana, inventò il nome Indianapolis unendo con Indiana con la parola greca polis, che significa "città": letteralmente, dunque, Indianapolis è la "Città dell'Indiana". Lo stato commissionò Alexander Ralston per progettare la nuova capitale. Ralston era un apprendista dell'architetto francese Pierre L'Enfant, con cui aveva contribuito a progettare Washington D.C. Il piano originale di Ralston per Indianapolis prevedeva una città di un solo miglio quadrato (circa 3 km2). Al centro della città fu posto il Circolo del Governatore, un grande bene comune circolare che doveva essere il sito del palazzo del governatore. La capitale si trasferì da Corydon il 10 gennaio 1825. Il palazzo del governatore fu infine demolito nel 1857 e al suo posto sorge oggi un monumento neoclassico in bronzo e calcare alto 87 metri (284 piedi), chiamato The Indiana Soldiers' and Sailors' Monument. La strada circostante è ora conosciuta come Monument Circle o semplicemente "The Circle". L'attuale sede del governo, il Campidoglio, fu costruita nel 1878.

Il Campidoglio visto da Market Street.

La città si trova sull'originaria ferrovia nazionale est-ovest. La prima ferrovia a servire Indianapolis, la cosiddetta Madison and Indianapolis, entrò in funzione il 1º ottobre 1847 e successivi collegamenti ferroviari resero possibile la crescita espansiva della rete di trasporti e della città. Indianapolis è stata la sede della prima Union Station, una stazione con binari gestiti da due diverse compagnie ferroviarie. Entro la fine del XX secolo, Indianapolis era già diventata un grande produttrice di automobili, rivaleggiando con pionieri del settore del calibro di Detroit. Con strade che portano fuori dalla città in tutte le direzioni, Indianapolis è diventata un importante nodo di trasporto regionale che collega a Chicago, Louisville, Cincinnati, Columbus, Detroit, Cleveland e St. Louis. A tal proposito, si addice alla capitale il soprannome di The Crossroads of America ("Il crocevia dell'America").

Una rivitalizzazione delle aree degradate della città, come ad esempio Fall Creek Place e il centro di Indianapolis, ha avuto inizio nel 1980 ed ha portato ad un'accelerazione della crescita ai margini dell'area metropolitana. Le aperture di RCA Dome, Circle Centre e l'Indianapolis Artsgarden hanno rivitalizzato il quartiere centrale degli affari. La città ha ospitato i Giochi Panamericani nel 1987 e, insieme allo stato, ha investito pesantemente in progetti di miglioramento, come l'espansione della Indiana Convention Center, l'aggiornamento della tangenziale della I-465 e la costruzione di un nuovo terminal aeroportuale per l'Aeroporto internazionale di Indianapolis.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

La superficie totale di Indianopolis è di 953,5 km², dei quali 936,2 km² sono terra e 17,3 km² acqua.

Indianapolis è divisa in diversi quartieri, anche chiamati distretti culturali:

  • Broad Ripple Village
  • Brightwood
  • Butler-Tarkington
  • Castleton
  • Chatham Arch
  • Downtown Indianapolis
  • Eagledale
  • Fall Creek Place
  • Fountain Square
  • Geist
  • Haughville
  • Historic Meridian Park
  • Irvington
  • Lawrence
  • Mars Hill
  • Meridian Hills
  • Nora
  • Riverside
  • Southport
  • Speedway
  • Wholesale District
  • Woodruff Place

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Skyline innevato

Indianapolis ha un clima continentale, con estati calde e inverni molto freddi.

Le temperature sono molto piacevoli in autunno che circondano i 18°. L'estate può essere molto calda, con tempo umido. I mesi più caldi sono luglio e agosto, le temperature sono intorno ai 31°. I mesi invernali di dicembre, gennaio e febbraio sono i più freddi dell'anno e le temperature scendono sotto lo zero. Inoltre ci sono nevicate soprattutto nei mesi di gennaio e febbraio. La nevicata media annuale è di 58 centimetri.

La piovosità media annua è di 102 cm.

Demografia[modifica | modifica wikitesto]

Popolazione[modifica | modifica wikitesto]

Chase Tower, alto 253 m alle antenne, è l'edificio più alto della città.

Indianapolis è la città più grande in Indiana, con il 12,8 per cento della popolazione totale dello Stato. L'U.S. Census Bureau considera Indianapolis come due entità, la città consolidata e il resto della città, detto balance. La città consolidata copre un'area conosciuta come UNIGOV e include tutta la Contea di Marion, tranne le città autonome di Beech Grove, Lawrence, Speedway e Southport. Il balance non comprende le popolazioni di undici zone semi-indipendenti che sono incluse nella città consolidata. La popolazione della città consolidata nell'anno 2012 era di 844.220 abitanti. Il resto della città, balance, aveva una popolazione stimata a 834.852 nel 2012, con un aumento del 2% rispetto alla popolazione di 820.445 riportata nel censimento degli Stati Uniti del 2010. La densità di popolazione della città, nel 2010, è stata di 2.270 persone per miglio quadrato.

L'area metropolitana di Indianapolis è costituita dalla Contea di Marion e le contee adiacenti di Boone, Brown, Hamilton, Hancock, Hendricks, Johnson, Morgan, Putnam, e Shelby. Nel 2012 la popolazione della zona metropolitana di Indianapolis era di 1.798.634 abitanti, la più grande dello stato.

Combined Statistical Area (CSA) di Indianapolis sostiene che la città ha superato i 2 milioni in una stima del 2007, classificandosi al ventitreesimo posto delle città più grandi degli Stati Uniti e al settimo nel Midwest.

Secondo il censimento degli Stati Uniti del 2010, il 97,2 per cento della popolazione di Indianapolis è così composto: 61,8% bianca, 27,5% nera o afro-americana, 2,1% asiatica (0,4% birmana, 0,4% indiana, 0,3% cinese, 0,3% filippina, 0,1% coreana, 0,1% vietnamita, 0,1% giapponese, 0,1% thailandese, 0,1% altri paesi asiatici), 0,3% indiani d'America, 5,5% altri. Il restante 2,8% della popolazione è stato segnalato come multirazziale (due o più incroci). La comunità ispanica o latino della città comprende il 9,4% della popolazione della città nel censimento degli Stati Uniti del 2010, ed è così composta: 6,9% dal Messico, 0,4% da Porto Rico, 0,1% da Cuba, e il 2% da altri paesi.

A causa dell'emigrazione risultante dalle guerre jugoslave del 1990, Indianapolis conta più di 10.000 persone provenienti dalla ex-Jugoslavia.

Nel 2010, l'età media di Indianapolis è stata di 33,7 anni. La distribuzione per età degli abitanti della città era: 25% al di sotto dei 18 anni; 4,4% tra i 18 ei 21; 16,3% tra i 21 e i 65 anni; e 13,1% oltre 65 anni. Per ogni 100 femmine si registrano 93 maschi. Per ogni 100 femmine sopra i 18 anni, si registrano 90 maschi.

Il censimento degli Stati Uniti del 2010 ha registrato 332.199 famiglie, con una dimensione media della famiglia fra le 2,42 persone e le 3,08 persone.

L'American Community Survey US Census Bureau 2007-2011 ha indicato come reddito medio di una "casa" la somma di $ 42.704, e come reddito di una famiglia la somma di $ 53.161.

Religione[modifica | modifica wikitesto]

La Christ Church Cathedral nel 2010

La religione predominante è quella protestante (nello stato dell'Indiana è presente la più grande popolazione di chiese protestanti degli Stati Uniti), anche se vi è una significativa popolazione cattolica. Oltre l'influenza cattolica protestante e romana, vi è una grande concentrazione di ebrei, ed in presenza minore troverete chiese battiste, luterane, metodiste, non credenti e altri.

Religioni Percentuale della popolazione nel 2010[1]
Nessuna 57.6%
Evangelica 15.9%
Cattolica 11.1%
Protestante (Mainline Protestant) 9.8%
Battista/Metodista (Black Church) 3.5%
Altre 2.0%
Ortodossa 0.2%

Economia[modifica | modifica wikitesto]

I principali settori industriali a Indianapolis sono l'industria manifatturiera, la sanità e i servizi sociali, e il commercio. Rispetto all'Indiana nel suo complesso, l'area metropolitana di Indianapolis ha una percentuale più bassa di posti di lavoro nell'industria manifatturiera e una maggiore concentrazione di posti di lavoro nel commercio al dettaglio e all'ingrosso; nella pubblica amministrazione, servizi di supporto al cittadino, gestione dei rifiuti; servizi professionali, scientifici e tecnici; nei trasporti e nella logistica.

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Monumenti[modifica | modifica wikitesto]

Monumento ai Soldati e Marinai

Monument Circle è nel centro della città, è una rotatoria all'incrocio tra Meridian e la strada dei mercati, è il Monumento dedicato ai soldati e ai marinai. (il Monument Circle è raffigurato nella bandiera della città, ed è generalmente considerato come un simbolo della città.). Questo monumento è all'ombra del grattacielo più alto di Indiana (Chase Tower).

Monumento a la guerra.

Il Monumento a la Guerra situato all'incrocio tra Meridian e Vermout, è stato costruito in memoria dei soldati indiani che hanno combattuto e sono morti nella prima guerra mondiale, ma la costruzione è stata interrotta a causa della Grande Depressione, completato nel 1951, anche se il suo scopo originario è stato modificato per includere tutte le guerre americane in cui hanno combattuto tutti gli indiani.

Il monumento ricorda il Mausoleo di Alicarnasso, la sua altezza è di 64 m, che lo rende più alto del Mausoleo originale.

Sentiero culturale[modifica | modifica wikitesto]

Costruito tra il 2007 e il 2013, il sentiero culturale di Indianapolis è una pista ciclabile e percorso pedonale che collega cinque distretti della città, è anche un centro culturale, offre servizi di intrattenimento, ed è il centro di tutto il sistema centrale Indiana greenway. Il percorso comprende panchine, rastrelliere per biciclette, illuminazione, segnaletica e biciclette / drop-off lungo la strada e dispone anche di opera d'arte locale. E 'stato inaugurato ufficialmente nel maggio 2013

Festival[modifica | modifica wikitesto]

All'inizio del 1999 la città divenne ospite del Festival Jazz Indy. Si tratta di un evento di tre giorni tenutosi al Military Park vicino al canale. Tra le celebrità che hanno partecipato ci sono: B.B. King, Aretha Franklin, Bruce Hornsby, Béla Fleck and the Flecktones, Kool & the Gang, Ray Charles, The Temptations, Dave Brubeck, Emmylou Harris, Chris Isaak, Jonny Lang, Norah Jones.

Musei e gallerie[modifica | modifica wikitesto]

Children's Museum of Indianapolis

Persone legate a Indianapolis[modifica | modifica wikitesto]

Istruzione[modifica | modifica wikitesto]

Biblioteche[modifica | modifica wikitesto]

I servizi della biblioteca pubblica sono forniti ai cittadini di Indianapolis e della contea di Marion dalla Biblioteca Pubblica di Indianapolis. L'istituzione educativa e culturale, fondata nel 1873, è attualmente composto da una biblioteca principale, Biblioteca Centrale, situata nel centro di Indianapolis, e 22 filiali dislocate in tutta la città. Nel 2006 servi oltre 5.430.000 visitatori, la sua missione è quella di fornire "materiali e programmi a sostegno della formazione permanente, interessi ricreativi ed economici di tutti i cittadini della contea di Marion."

Istruzione primaria e secondaria[modifica | modifica wikitesto]

Indianapolis ha undici distretti scolastici pubblici unificati, ognuno dei quali fornisce servizi di istruzione primaria, secondaria e ad adulti all'interno dei suoi confini. Indianapolis Public Schools, è ancora la più grande società di scuole in Indiana.

Le scuole private gestite dalle arcidiocesi di Indianapolis sono Bishop Chatard, Roncalli, cardinale Ritter, e Scecina. Altre scuole private includono Brebeuf Jesuit, Park Tudor, la Cattedrale e il patrimonio cristiano.

Svago[modifica | modifica wikitesto]

Parchi[modifica | modifica wikitesto]

Indianapolis ha un vasto sistema di parchi urbani con quasi 200 parchi che occupano più di 10.000 acri (40 km²). Il fiore all'occhiello, Eagle Creek Park è il più grande parco comunale della città, e si colloca tra i più grandi parchi urbani degli Stati Uniti.

Altri importanti parchi regionali a Indianapolis sono:

  • Garfield Park (Fondata nel 1881, è il più antico parco della città di Indianapolis.)
  • Riverside Park
  • Sahm Park
  • Southeastway Park
  • Southwestway Park
  • White River State Park

Inoltre, Indianapolis, dispone di un programma forestale urbano che è riconosciuto per gli standard USA del National Arbor Day Foundation Tree City.

Zoo[modifica | modifica wikitesto]

Inaugurato nel 1988, lo zoo di Indianapolis è il più grande zoo di Stato, e si trova a ovest del centro di White River State Park. Esso dispone di 360 specie di animali, ed è noto per la sua mostra del delfino.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Aeroporti[modifica | modifica wikitesto]

Aeroporto Internazionale di Indianopolis

La città è servita dall'Aeroporto internazionale di Indianapolis.

Strade[modifica | modifica wikitesto]

Ci sono 6 interstatali che passano per Indianapolis la I-70, I-74, I-65, I-69, I-465 e la interstatale 865.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Ad Indianapolis nel 1987 si sono tenuti i X Giochi panamericani.

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

La squadra calcistica di Indianapolis è la Indy Eleven, che milita nella NASL, la seconda serie statunitense.

Football americano[modifica | modifica wikitesto]

Nella NFL militano gli Indianapolis Colts, che giocano al Lucas Oil Stadium e hanno in albo d'oro 2 Super Bowl.

Motori[modifica | modifica wikitesto]

Indianapolis è nota soprattutto per l'omonimo circuito automobilistico, l'Indianapolis Motor Speedway, sul quale si svolge una delle competizioni più celebri del mondo, la 500 Miglia e una delle due tappe americane del Motomondiale (l'altra è il Gp di Austin).

Pallacanestro[modifica | modifica wikitesto]

La Bankers Life Fieldhouse.

La città è rappresentata nella NBA dagli Indiana Pacers. Nella lega basket femminile americana, Indianapolis è difesa dagli Indiana Fever. Entrambe le squadre giocano al Bankers Life Fieldhouse.

Politica[modifica | modifica wikitesto]

Indianapolis utilizza un sistema politico chiamato UNIGOV, che è la combinazione della maggior parte dei servizi di governo unita con i servizi della contea. L'UNIGOV è stato creato nel 1970.

Fino agli anni '90, Indianapolis è stata considerata una delle aree metropolitane più conservatrici del paese, rispetto alle altre grandi città degli Stati Uniti. Per 36 anni, i repubblicani sono stati una maggioranza in città. Per 32 anni, il sindaco è stato un repubblicano. Nel 1999 il democratico Bart Peterson sconfisse Sue Anne Gilroy, con il 52% dei voti contro il 42%. Quattro anni più tardi, Peterson è stato rieletto con una larga maggioranza, il 63% dei voti totali. I repubblicani persero anche il controllo del Consiglio della Città-Contea, che consolidarono nel 2003.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Le Forze dell'Ordine[modifica | modifica wikitesto]

Indianapolis e la contea di Marion storicamente hanno mantenuto agenzie di polizia distinte: il Dipartimento di Polizia di Indianapolis e il Dipartimento dello sceriffo della contea di Marion. Il 1º gennaio 2007, una nuova agenzia, la Metropolitan Police Department di Indianapolis (IMPD), è stata formata dalla fusione dei due dipartimenti. IMPD è un dipartimento separato, come Dipartimento dello Sceriffo mantiene il carcere e le funzioni giudiziarie. IMPD ha giurisdizione su quelle parti della contea di Marion non esplicitamente previsti dalla polizia di una città. A partire dal 29 febbraio 2008, il IMPD è diretto da un direttore di Pubblica Sicurezza nominato dal Sindaco di Indianapolis, il direttore di pubblica sicurezza nomina il capo della polizia. Il IMPD era in precedenza sotto la guida dello sceriffo di contea di Marion, Frank J. Anderson. Lo sceriffo resta responsabile della prigione e della sicurezza della contea. Lo Sceriffo deve essere consultato, ma non ha l'ultima parola, sulla nomina del direttore di Pubblica Sicurezza e il capo della polizia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.city-data.com/city/Indianapolis-Indiana.html

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN154230519 · LCCN: (ENn79055094 · GND: (DE4095953-3 · BNF: (FRcb11974094f (data)
Stati Uniti d'America Portale Stati Uniti d'America: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Stati Uniti d'America