Eli Lilly and Company

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Eli Lilly and Company
Logo
StatoStati Uniti Stati Uniti
ISINUS5324571083
Fondazione1876 a Indianapolis Indiana USA
Fondata daEli Lilly
Sede principaleIndianapolis
SettoreFarmaceutico
ProdottiInsulina, Cialis, Cymbalta, Zyprexa, Prozac
Fatturato22,871 miliardi $ (2017)
Utile netto- 204 milioni $ (2017)
Dipendenti40655 (2017)
NoteIn Italia ha circa 1170 dipendenti
Sito web

Eli Lilly and Company è un'azienda farmaceutica globale con sede a Indianapolis, Indiana, con uffici in 18 paesi.

I suoi prodotti sono venduti in circa 125 paesi. In Italia la Eli Lilly SpA, controllata al 100% dalla Eli Lilly and Company, ha sede a Sesto Fiorentino.

La compagnia fu fondata nel 1876 dal colonnello Eli Lilly, un chimico farmaceutico e veterano della guerra civile americana, da cui prese il nome la compagnia.

La Eli Lilly è stata la prima azienda a produrre in serie il vaccino contro la poliomielite sviluppato da Jonas Salk e l'insulina, inoltre è stata una delle prime aziende farmaceutiche a produrre insulina umana utilizzando il DNA ricombinante incluso Humulin (farmaco insulinico), Humalog (Insulina lispro) e il primo prodotto insulinico biosimilare approvato negli Stati Uniti, Basaglar (insulina glargine).[1]

Lilly è attualmente il più grande produttore di farmaci psichiatrici e produce Prozac (fluoxetina), Dolophine (metadone), Cymbalta (duloxetina) e Zyprexa (olanzapina).

La compagnia è classificata al 132 ° posto su Fortune 500[2]. Si trova al 221esimo posto nell'elenco Forbes Global 2000 delle più grandi aziende al mondo[3] e 252 nella lista di Forbes dei migliori datori di lavoro in America[4]. Nel 2018, Eli Lilly and Company è stata riconosciuta come una delle società più etiche al mondo di Ethisphere Institute per il secondo anno consecutivo.[5]

A luglio 2016 Dave Ricks è stato nominato CEO della Eli Lilly[6].

Controversie

Nel 2009 l'azienda è stata condannata a pagare una multa di 1,4 miliardi di $ per aver promosso illegalmente un suo farmaco psichiatrico[7] e per aver utilizzato sofisticate tecniche di disease mongering.[8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) 10 all-time greatest Eli Lilly drugs, in Indianapolis Star. URL consultato il 9 giugno 2018.
  2. ^ (EN) Eli Lilly, su Fortune. URL consultato il 9 giugno 2018.
  3. ^ (EN) Eli Lilly on the Forbes Global 2000 List, in Forbes. URL consultato il 9 giugno 2018.
  4. ^ (EN) Lilly on the Forbes America's Best Employers List, in Forbes. URL consultato il 9 giugno 2018.
  5. ^ (EN) Lilly Among the 2018 World’s Most Ethical Companies, su www.lilly.com. URL consultato il 9 giugno 2018.
  6. ^ (EN) Lilly Turns From One Company Veteran to Another for New CEO, in Bloomberg.com, 27 luglio 2016. URL consultato il 9 giugno 2018.
  7. ^ Maxi risarcimenti / Farmaceutica, ilsole24ore. URL consultato il 14 dicembre 2013.
  8. ^ (RN) Mayer Brezis, Big Pharma and Health Care: Unsolvable Conflict of Interests between Private Enterprise and Public Health (PDF), Isr J Psychiatry Relat Sci Vol 45 No. 2 (2008) 83–94. URL consultato il 27 agosto 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN142527899 · ISNI (EN0000 0001 2111 0100 · BNF (FRcb11587650q (data)
Aziende Portale Aziende: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di aziende