Lillianes

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lillianes
comune
Lillianes – Stemma Lillianes – Bandiera
Lillianes – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Valle d'Aosta-Stemma.svg Valle d'Aosta
Provincia Non presente
Amministrazione
Sindaco Daniele De Giorgis (lista civica Lillianes en avant) dal 24/05/2010
Territorio
Coordinate 45°38′00″N 7°51′00″E / 45.633333°N 7.85°E45.633333; 7.85 (Lillianes)Coordinate: 45°38′00″N 7°51′00″E / 45.633333°N 7.85°E45.633333; 7.85 (Lillianes)
Altitudine 667 m s.l.m.
Superficie 18,55[1] km²
Abitanti 480[2] (31-12-2010)
Densità 25,88 ab./km²
Frazioni Chessun, Chessun Vieux, Chichal, Praz, Rouby, Fey, They, Court, Foby, Tournoun, Suc, Lazé, Bonnesheures, Barmetta, Barbiaz, Salé, Las, Toux, Coeurtes, Fangeas, Vérigoz, Mattet, Costey, Parte-Joux, Grange, Choulére, Moler, Tetoun, Sassa, Moliné, Pines, Sénéchaz, Russy, Vallomy, Montcervier, Rive, Piatta, Pérapianaz, Traversagn, Duzeré, Mirioux, Verfey, Riasseu, Berlechuz, Couleura
Comuni confinanti Carema (TO), Fontainemore, Graglia (BI), Issime, Perloz, Pollone (BI), Settimo Vittone (TO), Sordevolo (BI)
Altre informazioni
Cod. postale 11020
Prefisso 0125
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 007042
Cod. catastale E587
Targa AO
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climatica zona F, 3 223 GG[3]
Nome abitanti lillianesi o lillinois
Patrono san Rocco
Giorno festivo 16 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Lillianes
Posizione del comune di Lillianes all'interno della Valle d'Aosta
Posizione del comune di Lillianes all'interno della Valle d'Aosta
Sito istituzionale

Lillianes (Elljini nella variante Töitschu della lingua walser[4], Lilliana durante il fascismo dal 1939 al 1946[5]) è un comune italiano di 485 abitanti[6] della Valle d'Aosta sudorientale situato nella valle del Lys (o valle di Gressoney).

Toponomastica[modifica | modifica wikitesto]

Il toponimo latino è Liliana[7] (anticamente: Insula Hæliana[8]).

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[10]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa parrocchiale di San Rocco, del XVII secolo con campanile del XV secolo
  • ponte di pietra del 1733
  • Bec Fourà (1830 m s.l.m.) dalla cima "forata"
  • Plan des Sorcières (1800 m s.l.m.), con reperti di antichi riti
  • Anche a Lillianes sorgeva una casaforte della famiglia Vallaise, consegnata durante le Udienze del 1351.[11]

Lingue e dialetti[modifica | modifica wikitesto]

Cartello bilingue (francese-italiano) all'entrata del territorio comunale

Come nel resto della regione, anche in questo comune è diffuso il patois valdostano. In virtù della vicinanza geografica e dei rapporti storici con il Canavese, la popolazione locale parla anche il piemontese.

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Musei[modifica | modifica wikitesto]

Il Museo della castagna di Lillianes ha sede nei locali della cooperativa “Il Riccio" e testimonia le varie fasi tradizionali della lavorazione delle castagne, in passato principale alimento della bassa valle del Lys. Nel mese di ottobre è possibile prenotare una visita didattica alla scoperta della moderna lavorazione delle castagne[12]

Persone legate a Lillianes[modifica | modifica wikitesto]

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco della Rouotta praticato il 26 dicembre[13][14].

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Il municipio

Fa parte della Comunità Montana Mont Rose e della Communauté des 4 communes[15].

Sport[modifica | modifica wikitesto]

La squadra di Lillianes in trasferta gioca alla rouotta durante il carnevale di Etroubles. In questa variante, al posto del boccino viene usata una scatola.

A Lillianes, come a Chambave, si pratica il tradizionale gioco della rouotta[16][17].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.comuni-italiani.it/007/042/
  2. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  4. ^ Michele Musso, Imelda Ronco, D'Eischemtöitschu : vocabolario töitschu-italiano, Walser Kulturzentrum, Gressoney-Saint-Jean, ed. Musumeci, Quart, 1998, p. 299-300.
  5. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 354.
  6. ^ Dato Istat all'1/1/2007.
  7. ^ DIZIONARIO GEOGRAFICO - Di GOFFREDO CASALIS, Vol IX, Torino 1841
  8. ^ Vallée d'Aoste autrefois, raccolta di opere di Robert Berton, 1981, Sagep ed., Genova.
  9. ^ Le zone sismiche in Italia: Valle-Aosta, statistica 2006, www.abspace.it
  10. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  11. ^ André Zanotto, Castelli valdostani, Quart (AO), Musumeci [1980], 2002, p. 114, ISBN 88-7032-049-9.
  12. ^ Museo della castagna di Lillianes sul sito ufficiale del Turismo in Valle d'Aosta
  13. ^ Territori di gioco > Val d'Aosta sul sito dell'Associazione Giochi Antichi
  14. ^ Il gioco della Rouotta su www.ilcomuneinforma.it
  15. ^ Insieme a Pontboset, Fontainemore e Perloz.
  16. ^ Territori di gioco > Val d'Aosta sul sito dell'Associazione Giochi Antichi
  17. ^ Il gioco della Rouotta su www.ilcomuneinforma.it

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Orphée Zanolli, Lillianes: histoire d'une communauté de montagne de la Basse Vallée d'Aoste, 3 tomi, Quart: Musumeci, 1986
  • Orphée Zanolli, La Confrérie du Saint-Esprit de Lillianes, Aoste: Imprimerie valdôtaine, 1977
  • Orphée Zanolli, La communauté de Perloz et Lillianes un siècle de vie administrative (1614-1713), in Archivum Augustanum, 6, 1973
  • Clorinda Vercellin (a cura di), Racconti e proverbi della valle del Lys (Perloz e Lillianes), Ivrea: Giglio Tos, 1958

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]