Pollein

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pollein
comune
Pollein – Stemma Pollein – Bandiera
Veduta del capoluogo (villaggio Saint-Bénin)
Veduta del capoluogo (villaggio Saint-Bénin)
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Valle d'Aosta-Stemma.svg Valle d'Aosta
Provincia Non presente
Amministrazione
Sindaco Luca Bianchi (lista civica) dal 24/05/2010
Territorio
Coordinate 45°43′40.8″N 7°21′25.2″E / 45.728°N 7.357°E45.728; 7.357 (Pollein)Coordinate: 45°43′40.8″N 7°21′25.2″E / 45.728°N 7.357°E45.728; 7.357 (Pollein)
Altitudine 551 m s.l.m.
Superficie 15,33 km²
Abitanti 1 528[1] (31-12-2010)
Densità 99,67 ab./km²
Frazioni Chébuillet, Rabloz, Crêtes, Drégier, Chenaux, Chenières, Saint-Bénin, Tharençan, Moulin, Grand-Pollein, Petit Pollein, Donanche, Château, Autoport, Rongachet, Terreblanche, Tissonière
Comuni confinanti Aosta, Brissogne, Charvensod, Quart, Saint-Christophe
Altre informazioni
Cod. postale 11020
Prefisso 0165
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 007049
Cod. catastale G794
Targa AO
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climatica zona E, 2 802 GG[2]
Nome abitanti pollençois
Patrono san Giorgio
Giorno festivo 23 aprile
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Pollein
Posizione del comune di Pollein all'interno della Valle d'Aosta
Posizione del comune di Pollein all'interno della Valle d'Aosta
Sito istituzionale

Pollein è un comune italiano di 1.451 abitanti[3] della Valle d'Aosta centro-meridionale.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio di Pollein si estende all'envers della valle della Dora Baltea, a sud della Plaine d'Aoste (la piana di Aosta).

Sul suo territorio si trovano una parte della zona industriale di Aosta, l'autoporto e l'eliporto della Valle d'Aosta, e il complesso commerciale "Les halles d'Aoste".

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

In località Grand-Place sono presenti un'area verde attrezzata di 10 ettari dove dal 1998 è esposta una collezione di 50 esemplari di rocce a rappresentare la varietà geologica della Valle d'Aosta[5] e una sala conferenze. Il 14 maggio1973, nei pressi dell`eliporto di Pollein, un elicottero militare è precipitato a causa di un guasto. Nell`incidente persero la vita sette alpini. Una targa commemorativa di tale sciagura è stata posta presso l`eliporto stesso.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[6]

Lingue e dialetti[modifica | modifica wikitesto]

Come nel resto della regione, anche in questo comune è diffuso il patois valdostano.

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Biblioteche[modifica | modifica wikitesto]

In località Capoluogo 1 ha sede la biblioteca comunale.

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

  • Fiera enogastronomica Le Bourg en Fête[7], a ottobre al villaggio Les Crêtes;
  • 25 aprile: annuale Trofeo delle età di tsan

Persone legate a Pollein[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Fa parte della Comunità Montana Mont Emilius.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

In questo comune si gioca a tsan , fiolet, palet e rebatta, caratteristici sport tradizionali valdostani.[8]

Galleria fotografica[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Dato Istat all'1/1/2007.
  4. ^ Le zone sismiche in Italia: Valle-Aosta, statistica 2006, www.abspace.it
  5. ^ Area Verde Grand-Place sul sito del Comune di Pollein.
  6. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  7. ^ Le Bourg en Fête su lovevda.it
  8. ^ Dati 2011. Cfr. Anna Maria Pioletti (a cura di), Giochi, sport tradizionali e società. Viaggio tra la Valle d'Aosta, l'Italia e l'Unione Europea, Quart (AO), Musumeci, 2012, pp. 74-100, ISBN 978-88-7032-878-3.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Pollein, Aosta: ITLA, 1995
  • Joseph-Gabriel Rivolin, Pollein: materiali per una storia, Quart: Musumeci, 1993
  • Laura Decanale Bertoni (a cura di), Archivio storico del comune di Pollein, Torino: Hapax, 2008
  • Gruppo Penne Nere Pollein, 1965-2005: i nostri primi quarant'anni, Aosta: Tipografia valdostana, 2006
  • Autoporto Valle d'Aosta, 1979
  • Le aree a verde per i centri turistici dell'ambiente alpino: Pollein (Aosta), atti del convegno, 30 settembre 2000, Aosta: Tipografia valdostana, 2001

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Pollein: un comune della cintura di Aosta di Patrizio Vichi, 2002

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]