Oyace

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Oyace
comune
Oyace – Stemma Oyace – Bandiera
Panorama invernale di Oyace
Panorama invernale di Oyace
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Valle d'Aosta-Stemma.svg Valle d'Aosta
Provincia Non presente
Amministrazione
Sindaco Remo Domaine (lista civica Pour Oyace) dal 24/05/2010
Territorio
Coordinate 45°51′00″N 7°23′00″E / 45.85°N 7.383333°E45.85; 7.383333 (Oyace)Coordinate: 45°51′00″N 7°23′00″E / 45.85°N 7.383333°E45.85; 7.383333 (Oyace)
Altitudine 1377 m s.l.m.
Superficie 30 km²
Abitanti 225[1] (31-12-2010)
Densità 7,5 ab./km²
Frazioni Bérrioz, Chez les Brédy, Gallian, La Crétaz (chef-lieu), Sergnau, Condemine, Closé, Bouyoz, Chez les Chenaux, Grenier, Vernosse, Voisinal, Pied-de-Ville
Comuni confinanti Bionaz, Nus, Ollomont, Quart, Valpelline
Altre informazioni
Cod. postale 11010
Prefisso 0165
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 007047
Cod. catastale G012
Targa AO
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climatica zona F, 4 313 GG[2]
Nome abitanti rosson
Patrono san Michele Arcangelo
Giorno festivo 29 settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Oyace
Posizione del comune di Oyace all'interno della Valle d'Aosta
Posizione del comune di Oyace all'interno della Valle d'Aosta
Sito istituzionale

Oyace (Oiasse durante il fascismo dal 1939[3] al 1946) è un comune italiano di 214 abitanti[4] della Valle d'Aosta centrosettentrionale.

Geografia fisica[modifica | modifica sorgente]

Territorio[modifica | modifica sorgente]

Oyace è il primo comune della val di Bionaz, che si divide dalla Valpelline a monte del capoluogo omonimo. Oyace sorge a 1377 m s.l.m. sulla destra orografica del torrente Buthier.

Clima[modifica | modifica sorgente]

Storia[modifica | modifica sorgente]

Toponomastica[modifica | modifica sorgente]

Il toponimo latino è Ojacium'[6], anticamente Castum Agaciæ[7] o Agacium[8].

Medioevo[modifica | modifica sorgente]

La Baronia di Quart, Valpelline e Oyace fu tra le più importanti del Ducato di Savoia: essa era in mano ai potenti Signori De Porta Sancti Urs, detti comunemente Signori di Porta Sant'Orso.[9]

In epoca medievale i Signori di Oyace, di cui sappiamo poco, furono infeudati nel cosiddetto castello di Oyace, feudo di cui oggi resta memoria nella presenza della torre castellata detta Tornalla; probabilmente per la loro cattiva condotta tali Signori di Oyace furono destituiti e la loro casaforte distrutta.[10]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

Notevole la torre che domina la vallata: a pianta ottagonale, già citata in documenti del XII secolo, è detta Tornalla. Altri monumenti:

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[12]

Lingue e dialetti[modifica | modifica sorgente]

Come nel resto della regione, anche in questo comune è diffuso il patois valdostano.

Cultura[modifica | modifica sorgente]

Biblioteche[modifica | modifica sorgente]

In Località La Crétaz 1 ha sede la biblioteca comunale.

Eventi[modifica | modifica sorgente]

Il 5 agosto si svolge il pellegrinaggio della Madonna delle Nevi al santuario di Verdonaz (pron. "Verdonà").

Carnevale della Combe Froide[modifica | modifica sorgente]

A carnevale, di grande interesse la sfilata delle Landzette, le maschere tradizionali della Combe Froide. Tali maschere sono ispirate alla divisa delle truppe napoleoniche, che seminarono il terrore al loro passaggio nel maggio del 1800. Per esorcizzare questo evento, la popolazione della Combe Froide, la zona della Valpelline e della Valle del Gran San Bernardo, ha elaborato nei secoli una coloratissima parodia delle divise militari dell'epoca, e il giorno del carnevale percorrono tutti i comuni delle due vallate in maniera estremamente chiassosa e festosa.

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Il municipio di Oyace

Fa parte della Comunità Montana Grand Combin.

Gemellaggi[modifica | modifica sorgente]

Oyace è gemellato con:

Sport[modifica | modifica sorgente]

Sport tradizionali[modifica | modifica sorgente]

Ad Oyace, come in altri comuni valdostani, si praticano sport tradizionali come il fiolet[13] e la pétanque.

Altri sport[modifica | modifica sorgente]

Sul territorio comunale è possibile praticare vari sport invernali ed estivi. Numerosi gli itinerari possibili: si pratica trekking e sono possibili escursioni invernali con le ciaspole. Presente un bivacco, il Bivacco La Lliée. Il comune è attraversato dall'Alta via della Val d'Aosta n. 1, percorsa anche dal Tor des Géants.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Regio Decreto 22 luglio 1939, n. 1442
  4. ^ Dato Istat all'1/1/2007.
  5. ^ Le zone sismiche in Italia: Valle-Aosta, statistica 2006, www.abspace.it
  6. ^ DIZIONARIO GEOGRAFICO - Di GOFFREDO CASALIS, Vol XIII, Torino 1845
  7. ^ Vallée d'Aoste autrefois, raccolta di opere di Robert Berton, 1981, Sagep ed., Genova.
  8. ^ Comune di Oyace sul sito ufficiale del Turismo in Valle d'Aosta
  9. ^ Jean-Baptiste de Tillier, op. cit., p. 105 (14)
  10. ^ Jean-Baptiste de Tillier, op. cit., p. 40
  11. ^ Comunità Montana Grand Combin (a cura di), Guida rurale della Valle d'Aosta, 2009, p.27.
  12. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  13. ^ Dati 2011. Cfr. Anna Maria Pioletti, Giochi, sport tradizionali e società. Viaggio tra la Valle d'Aosta, l'Italia e l'Unione Europea, Quart (AO), Musumeci, 2012, pp. 74-100, ISBN 978-88-7032-878-3.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]