Emiliano Viviano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Emiliano Viviano
Viviano emiliano (2).JPG
Emiliano Viviano con la maglia del Bologna
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 195 cm
Peso 91 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Portiere
Squadra Sampdoria Sampdoria
Carriera
Giovanili
1990-1992
1992-1996
1996-2002
2002-2004
Dopolavoro Ferroviari Firenze
Polisportiva Firenze Ovest
Fiorentina Fiorentina
Brescia Brescia
Squadre di club1
2004-2005 Cesena Cesena 13 (-18)
2005-2009 Brescia Brescia 126 (-120)
2009-2011 Bologna Bologna 72 (-104)
2011 Inter Inter 0 (-0)
2011 Genoa Genoa 0 (-0)
2011-2012 Inter Inter 0 (-0)
2012 Palermo Palermo 20 (-36)
2012-2013 Fiorentina Fiorentina 32 (-34)
2013 Palermo Palermo 0 (-0)
2013-2014 Arsenal Arsenal 0 (-0)
2014- Sampdoria Sampdoria 2 (-1)
Nazionale
2001
2003
2004
2004-2005
2006-2007
2008
2010-2011
Italia Italia U-15
Italia Italia U-18
Italia Italia U-19
Italia Italia U-20
Italia Italia U-21
Italia Italia Olimpica
Italia Italia
1 (-1)
2 (-1)
11 (-7)
10 (-15)
5 (-4)
6 (-3)
6 (-3)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 14 settembre 2014

Emiliano Viviano (Fiesole, 1º dicembre 1985) è un calciatore italiano, portiere della Sampdoria in prestito dal Palermo.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Il 7 aprile 2008, dopo cinque anni di convivenza, si è sposato con Manuela Tosini, all'epoca suo procuratore sportivo,[1] da cui ha avuto Viola (nata il 16 agosto 2009, dal nome già deciso a priori vista la fede calcistica di Viviano)[1][2] e Lorenzo.[3]

Della Fiorentina è stato un abbonato della Curva Fiesole anche da professionista, in quanto ai tempi del Brescia giocava il sabato ed aveva quindi la domenica libera.[4]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

È un portiere molto abile nelle uscite[5] e nei rinvii.[6]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Gli esordi nella Fiorentina, Brescia e Cesena[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver cominciato nel Dopolavoro Ferroviari Firenze e nella Polisportiva Firenze Ovest,[7] è cresciuto nel vivaio della Fiorentina, squadra di cui è tifoso,[8] venendo poi acquistato (a seguito del fallimento della società viola nell'estate del 2002) dal Brescia. Dopo due anni nella Primavera del Brescia, nella stagione 2004-2005 viene mandato in prestito al Cesena, in Serie B. Debutta tra i professionisti l'11 settembre 2004, a 18 anni, entrando nel secondo tempo della partita Cesena-Triestina (1-0) dopo l'espulsione del portiere titolare Giovanni Indiveri. A fine stagione totalizza 13 presenze in campionato.

L'anno successivo torna al Brescia appena retrocesso in 2006-2007 e riesce a giocare 14 partite, sostituendo Federico Agliardi, il portiere titolare infortunato. Nella stagione 2006-2007 diventa titolare e gioca 40 partite in campionato. Dopodiché disputa altri due campionati con le Rondinelle, di cui il primo sotto la guida di Serse Cosmi con cui ha avuto un ottimo rapporto,[9][10][11] perdendo le finali play-off per la promozione nella stagione 2008-2009. Nel febbraio 2009 la metà del suo cartellino viene acquistata dall'Inter per 3,5 milioni di euro.[12]

Bologna[modifica | modifica sorgente]

Il 26 giugno 2009 la compartecipazione fra Inter e Brescia viene rinnovata,[13] quindi il 13 luglio seguente passa al Bologna, che acquista la metà del suo cartellino dal Brescia per la cifra di 2 milioni di euro più il prestito di Francesco Della Rocca,[14] per un totale di 3,5 milioni di euro, la cifra più alta mai sborsata dalla presidenza Menarini fino a quel momento.[15] Il 22 agosto 2009, a 23 anni, esordisce in Serie A nella partita Bologna-Fiorentina (1-1).[16][17] Viene impiegato come titolare e disputa 34 gare nel suo primo campionato in Serie A. Il 10 giugno 2010 la compartecipazione tra Bologna e Inter viene rinnovata per un'altra stagione.[18]

Inter e Genoa[modifica | modifica sorgente]

Il 25 giugno 2011 l'Inter si assicura alle buste l'intero cartellino del portiere offrendo 4,2 milioni di euro contro i 2,35 del Bologna. In realtà, la cifra offerta dalla squadra felsinea è stata frutto di un errore del direttore generale felsineo Stefano Pedrelli, il quale, non essendo il Bologna titolare dell'intero cartellino ma della sola compartecipazione acquisita per 3,5 milioni nel 2009,[19] avrebbe dovuto compilare il modulo inserendo sia il valore della compartecipazione offerta che quello del valore dato al cartellino. La società bolognese, anziché raddoppiare, ha indicato una sola volta i 4,71 milioni, interpretabili come valore complessivo dell'operazione, ovvero 2,355 milioni per la metà in questione. All'apertura delle buste quindi, l'offerta dell'Inter di 4,1 milioni risulta superiore a quella del Bologna determinando il passaggio definitivo di Viviano alla squadra nerazzurra.[20][21][22]

Il 23 luglio durante un allenamento svolto alla Pinetina, si procura una lesione completa del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro;[23] l'infortunio lo tiene lontano dai campi per sei mesi.[24] Il 31 agosto l'Inter definisce col Genoa lo scambio di compartecipazioni tra Viviano e Juraj Kucka, con i giocatori che rimangono in prestito nei rispettivi club.[25][26][27]

Palermo e prestiti a Fiorentina, Arsenal e Sampdoria[modifica | modifica sorgente]

Senza riuscire ad esordire con l'Inter, il 13 gennaio 2012 il Palermo sottoscrive un contratto fino al 2016 con il giocatore appena guarito dall'infortunio, dopo aver acquistato la metà del cartellino appartenente al Genoa per la cifra di 5 milioni di euro; nell'operazione viene anticipato il riscatto, già previsto per il prossimo giugno, di tutto il cartellino di Cesare Bovo, valutato 4 milioni, già in prestito ai liguri;[28][29][30][31] l'Inter ottiene il controriscatto.[32] Esordisce in maglia rosanero in Palermo-Genoa (5-3) della 19ª giornata di campionato giocata il 22 gennaio seguente.[33] Col Palermo gioca tutte le 20 partite a disposizione da titolare, subendo 36 gol; solo in tre occasioni la sua porta resta inviolata, ovvero contro il Novara battuto 2-0 nella 20ª giornata, contro la Fiorentina (0-0) alla 32ª giornata e contro il Genoa all'ultima giornata. Quest'ultima partita finisce 2-0 per gli avversari ma a subire le reti è Giacomo Brichetto, dopo l'uscita di Viviano dal campo all'intervallo a causa di una contrattura alla coscia sinistra.[34]

Scaduta alla fine di maggio 2012 l'opzione di controriscatto della metà del cartellino per l'Inter,[35] il 22 giugno Inter e Palermo si accordano per il rinnovo della compartecipazione.[36][37][38]

Non convocato dal Palermo per il ritiro estivo,[39] il 1º agosto 2012 viene ceduto in prestito oneroso di 500 mila euro con diritto di riscatto fissato a 7,5 milioni di euro alla Fiorentina[40][41] dopo che lo stesso Palermo lo ha riscattato interamente dall'Inter per 3 milioni di euro.[42] Tornato così nella squadra in cui era cresciuto, nei giorni precedenti il giocatore aveva dichiarato sul proprio sito ufficiale che vestire la maglia viola fosse «un sogno».[43] Nella partita disputata a Parma nella quarta giornata, para un calcio di rigore a Jaime Valdés nella partita terminata 1-1.[44] Chiude la stagione con 32 presenze, tutte in campionato, e 34 gol subiti. Dalla 17ª alla 22ª gli viene preferito il suo secondo Neto.[45]

A fine stagione non viene riscattato e ritorna al Palermo,[46] che non lo convoca per il ritiro estivo in vista della stagione 2013-2014.[47]

Il 2 settembre 2013, ultimo giorno di calciomercato, si trasferisce alla società inglese dell'Arsenal in prestito con diritto di riscatto.[48][49] Con questa squadra non esordisce limitando la sua presenza a sette panchine in tutta la stagione, e l'unico incontro disputato è invece la sconfitta per 5-1 in casa contro il Sunderland nella U21 Premier League. Il 17 maggio vince il suo primo trofeo in carriera, la FA Cup, quindi a fine stagione lascia il club londinese per fine prestito ritornando al Palermo.[50]

Il 12 agosto 2014 viene ceduto in prestito con diritto di riscatto a 4 milioni di euro[51] – e controriscatto a favore del Palermo – alla Sampdoria,[52] con cui già si allenava da due giorni.[53] Sceglie di indossare la maglia numero 2,[51] il numero più basso disponibile, data l'impossibilità di prendere la casacca numero 1 in quanto già occupata.[54] Il 31 agosto seguente esordisce in blucerchiato giocando da titolare la prima partita di campionato Palermo-Sampdoria (1-1).

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Con la Nazionale Under-20 ha preso parte da titolare ai Mondiali Under-20 del 2005.

Nel 2006-2007 ha fatto parte della rosa della Nazionale Under-21, nella quale è stato convocato come secondo portiere per l'Europeo Under-21 del 2007. Nella prima partita dell'Europeo subentra a Gianluca Curci, infortunato, e gioca da titolare le restanti partite e lo spareggio di qualificazione ai Giochi olimpici.

Nel 2008 viene convocato come portiere titolare della Nazionale Olimpica che partecipa ai Giochi di Pechino. Nelle prime tre partite del girone rimane imbattuto e para un rigore decisivo nella gara contro il Camerun, consentendo così agli azzurrini di giungere primi nel proprio gruppo. Nei quarti di finale persi 3-2 viene espulso all'80' per un fallo di reazione.[55]

Il 6 agosto 2010 ottiene la prima convocazione in Nazionale maggiore da parte del nuovo CT Cesare Prandelli, per la partita amichevole contro la Costa d'Avorio del 10 agosto.[56] Esordisce il 7 settembre 2010, a 24 anni, giocando titolare nella partita Italia-Fær Øer (5-0) disputata a Firenze e valida per le qualificazioni agli Europei 2012.[57][58] Partito inizialmente dietro a Salvatore Sirigu, viene infine scelto come vice del portiere titolare Gianluigi Buffon, giocando anche le due partite di ottobre 2011 contro Irlanda del Nord (0-0) e Serbia (titolare nei sei minuti di gioco prima della sospensione). Chiude la stagione con la presenza in tre amichevoli.

Il 26 febbraio 2012, tornato a giocare regolarmente dopo un infortunio di sei mesi, torna ad essere convocato in vista dell'amichevole contro gli Stati Uniti di tre giorni dopo.[59]

Il 13 maggio seguente viene inserito dal ct Prandelli nella lista dei 32 calciatori pre-convocati per la fase di preparazione in vista dell'Europeo 2012,[60] venendo poi escluso dalla lista il 28 maggio.[61]

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 14 settembre 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2004-2005 Italia Cesena B 13 -18 CI 0 -0 - - - - - - 13 -18
2005-2006 Italia Brescia B 14 -17 CI 0 -0 - - - - - - 14 -17
2006-2007 B 40 -41 CI 5 -8 - - - - - - 45 -49
2007-2008 B 35+2[62] -31 + -2[62] CI 1 -2 - - - - - - 38 -35
2008-2009 B 37+4[62] -31 + -5[62] CI 3 -5 - - - - - - 44 -41
Totale Brescia 126+6 -120 + -7 9 -15 141 -142
2009-2010 Italia Bologna A 34 -52 CI 1 -0 - - - - - - 35 -52
2010-2011 A 38 -52 CI 0 -0 - - - - - - 38 -52
Totale Bologna 72 -104 1 -0 73 -104
2011-gen. 2012 Italia Inter A 0 -0 CI 0 -0 UCL 0 -0 SI 0 -0 0 -0
gen.-giu. 2012 Italia Palermo A 20 -36 CI - - UEL - - - - - 20 -36
2012-2013 Italia Fiorentina A 32 -34 CI 0 -0 - - - - - - 32 -34
ago.-set. 2013 Italia Palermo B 0 -0 CI 0 -0 - - - - - - 0 -0
Totale Palermo 20 -36 - - - - - - 20 -36
set. 2013-2014 Inghilterra Arsenal PL 0 -0 FACup+CdL 0+0 -0 UCL 0 -0 - - - 0 -0
2014-2015 Italia Sampdoria A 2 -1 CI 0 -0 - - - - - - 2 -1
Totale carriera 265+6 -313 + -7 10 -15 0 -0 0 -0 281 -335

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Italia Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
7-9-2010 Firenze Italia Italia 5 – 0 Fær Øer Fær Øer Qual. Euro 2012 -
8-10-2010 Belfast Irlanda del Nord Irlanda del Nord 0 – 0 Italia Italia Qual. Euro 2012 -
12-10-2010 Genova Italia Italia 3 – 0 tav Serbia Serbia Qual. Euro 2012 -
17-11-2010 Klagenfurt Romania Romania 1 – 1 Italia Italia Amichevole -1
29-3-2011 Kiev Ucraina Ucraina 0 – 2 Italia Italia Amichevole -
7-6-2011 Liegi Italia Italia 0 – 2 Irlanda Irlanda Amichevole -2
Totale Presenze 6 Reti -3

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Arsenal: 2013-2014

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b L'altra metà di... Emiliano Viviano Tuttomercatoweb.com
  2. ^ L'altra metà di... Emiliano Viviano Tuttomercatoweb.com
  3. ^ Lady Viviano: "Grazie ad Emiliano sempre in belle città" Palermo24.net
  4. ^ Lo strano esordio di Viviano portiere rossoblù, tifoso viola Gazzetta.it
  5. ^ Juventus: nel mirino un giovane portiere Tuttomercatoweb.com
  6. ^ Stadio: Con Montella Fiorentina in stile Barcellona, un tocca e via Fiorentina.it
  7. ^ Dal D.L.F. alla Fiorentina passando per il Firenze Ovest Violanews.com
  8. ^ Emiliano Viviano: Sarò sempre tifoso viola sport.we-news.com
  9. ^ A tu per tu... con Viviano Tuttomercatoweb.com
  10. ^ A tu per tu... con Viviano Tuttomercatoweb.com
  11. ^ A tu per tu... con Emiliano Viviano Tuttomercatoweb.com
  12. ^ CALCIOMERCATO/ Inter, Zamparini "consegna" Viviano ai nerazzurri ilsussidiario.net
  13. ^ Ufficiale: Inter, risolte tutte le comproprietà Tuttomercatoweb.com
  14. ^ Viviano al Bologna. Samp, ecco Zauri in Gazzetta dello Sport, 9 luglio 2009.
  15. ^ Bologna, intrigo Viviano Tuttomercatoweb.com
  16. ^ Rossoblu a Sestola coi tifosi al seguito, Il Resto Del Carlino. URL consultato il 10 maggio 2010.
  17. ^ Viviano, Raggi e Tedesco in rossoblù, Bolognafc.it, 13 luglio 2009. URL consultato il 10 maggio 2010.
  18. ^ Ufficiale: Viviano rimane al Bologna Tuttomercatoweb.com
  19. ^ Il Bologna scrive la cifra sbagliata Alle buste Viviano torna all'Inter, corriere.it, 24 giugno 2011. URL consultato il 25 giugno 2011.
  20. ^ Gaffe Bologna, Viviano va all'Inter sportmediaset.mediaset.it
  21. ^ Bologna, si dimette il dg Pedrelli: suo l'errore Viviano Tuttomercatoweb.com
  22. ^ Esclusiva TMW - Bologna, Viviano e l'errore del modulo: i dettagli Tuttomercatoweb.com
  23. ^ Infortunio Viviano: l'esito degli esami Inter.it
  24. ^ Inter, lungo stop per Viviano it.uefa.com
  25. ^ Mercato: scambio di comproprietà col Genoa Inter.it, 31 agosto 2011
  26. ^ Tutti i trasferimenti - Genoa Legaseriea.it
  27. ^ Tutti i trasferimenti - Inter Legaseriea.it
  28. ^ Viviano è rosanero Palermocalcio.it
  29. ^ Palermo, preso Viviano in comproprietà: ecco le cifre Fcinternews.it
  30. ^ Tra campo e mercato Palermo24.net
  31. ^ Come da regolamento, il calciatore è dapprima rientrato al Genoa dal prestito temporaneo all'Inter, poi la stessa Inter lo ha acquistato interamente dal Genoa, e infine la società nerazzurra ha ceduto metà del cartellino del giocatore al Palermo. cfr. qui, qui e qui.
  32. ^ Zamparini a FcIN: "Viviano, decide tutto l'Inter. Hanno il controriscatto", Fcinternews.it, 21 marzo 2012.
  33. ^ Palermo-Genoa 5-3 Palermocalcio.it
  34. ^ Prima diagnosi per Viviano Palermocalcio.it
  35. ^ Inter-Viviano, scaduta l'opzione di controriscatto Tuttomercatoweb.com
  36. ^ Movimenti di mercato Palermocalcio.it
  37. ^ Mercato: Samuele Longo, è tutto dell'Inter, inter.it, 22 giugno 2012. URL consultato il 22 giugno 2012.
  38. ^ Partecipazioni Legaseriea.it (PDF)
  39. ^ Venticinque convocati per il ritiro Palermocalcio.it
  40. ^ Viviano e Della Rocca alla Fiorentina, Violachannel.tv. URL consultato il 1º agosto 2012.
  41. ^ Viviano e Della Rocca alla Fiorentina, Palermocalcio.it. URL consultato il 1º agosto 2012.
  42. ^ Palermo, affare Viviano: ecco tutti i dettagli Tuttopalermo.net
  43. ^ Il coronamento di un sogno Emilianoviviano.com
  44. ^ Jovetic sbaglia un rigore, Fiorentina raggiunta al 93' dal Parma Lastampa.it
  45. ^ Fiorentina, Neto titolare spinge Viviano a Bologna Corrieredellosport.it
  46. ^ Viviano e un’altra estate di sofferenza Violanews.com
  47. ^ Ritiro: partono in venticinque Palermocalcio.it
  48. ^ (EN) Arsenal sign Emiliano Viviano on loan Arsenal.com
  49. ^ Presi Belotti e Verre. Viviano in prestito all'Arsenal Palermocalcio.it
  50. ^ (EN) Club announces 11 player departures Arsenal.com
  51. ^ a b Ecco Viviano, avrà il numero 2 Ilsecoloxix.it
  52. ^ Viviano passa alla Sampdoria. Rescisso il contratto di Nelson
  53. ^ Viviano si allena con la Samp Palermo24.net
  54. ^ Viviano: "Ecco mia nuova fantastica maglia" Mediagol.it
  55. ^ Fotosequenza: Italia - Belgio, l'espulsione di Viviano Repubblica.it
  56. ^ L'Italia di Prandelli: 8 novità, tra cui Balotelli e Amauri. Torna Cassano Figc.it
  57. ^ La 'giovane' Italia cresce it.uefa.com
  58. ^ Cinquina alle Far Oer. Cassano segna e incanta, Gazzetta.it, 7 settembre 2010.
  59. ^ Amichevole contro gli USA. Prima convocazione per Borini, torna Viviano Figc.it
  60. ^ Trentadue Azzurri selezionati da Prandelli: molte le novità Figc.it
  61. ^ Prandelli convoca 25 giocatori per l'amichevole con il Lussemburgo Figc.it
  62. ^ a b c d Play-off.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]