Luca Cigarini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Luca Cigarini
LucaCigarini.JPG
Luca Cigarini con la maglia dell'Atalanta
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 175 cm
Peso 72 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Squadra Atalanta Atalanta
Carriera
Giovanili
1997-2004 Parma Parma
Squadre di club1
2004-2005 Sambenedettese Sambenedettese 31 (4)
2005-2008 Parma Parma 70 (4)
2008-2009 Atalanta Atalanta 23 (3)
2009-2010 Napoli Napoli 28 (2)
2010-2011 Siviglia Siviglia 6 (0)
2011- Atalanta Atalanta 91 (5)
Nazionale
2004
2005
2005-2007
2005-2009
2008
Italia Italia U-18
Italia Italia U-19
Italia Italia U-20
Italia Italia U-21
Italia Italia Olimpica
1 (0)
1 (0)
5 (0)
20 (1)
8 (0)
 Torneo di Tolone
Oro Tolone 2008
 Europei di calcio Under-21
Bronzo Svezia 2009
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 18 maggio 2014

Luca Cigarini (Montecchio Emilia, 20 giugno 1986) è un calciatore italiano, centrocampista dell'Atalanta.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Il suo ruolo è quello di regista ma si adatta anche come centrocampista centrale. Cigarini è un costruttore di gioco, apprezzato per le sue doti tecniche, come la precisione nel lancio e nel passaggio.[1][2]

La sua intelligenza in fase di impostazione di gioco gli è valsa l'appellativo di il Professore, coniato da Cesare Prandelli all'epoca in cui questi era allenatore del Parma e Cigarini militava nella primavera dei ducali.[3][4]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Gli inizi[modifica | modifica sorgente]

Il Parma è la squadra dove è cresciuto calcisticamente fin da bambino[5].

Nella stagione 2004-2005 viene girato in prestito alla Sambenedettese, in Serie C1, dove, oltre a ritrovare il tecnico Ballardini, ex allenatore delle giovanili gialloblù, si mette in mostra realizzando 4 reti in 33 presenze.

Parma[modifica | modifica sorgente]

Dopo la positiva stagione a San Benedetto del Tronto, il Parma decide di puntare su di lui e lo riprende, convinto delle sue qualità. Esordisce in Serie A a 19 anni, il 17 settembre 2005 in Parma-Empoli (1-0). Luca Cigarini chiude la stagione di esordio con ben 17 presenze. La stagione successiva lo vede imporsi come titolare, soprattutto quando alla guida dei gialloblù arriva Claudio Ranieri. Il 15 aprile 2007 realizza la prima rete in Serie A, in Parma-Catania (1-1).

La stagione 2007-2008 vede la sua consacrazione come titolare fisso e faro del centrocampo degli emiliani: mostra buona tecnica e grande personalità e segna il suo secondo gol in Serie A con un diagonale sinistro preciso in Inter-Parma (3-2).

Atalanta[modifica | modifica sorgente]

Il 4 luglio 2008 viene acquistato dall'Atalanta in comproprietà per circa 5 milioni di euro, con la quale firma un contratto quadriennale.[6][7] Tuttavia il giocatore si aggrega alla nuova squadra soltanto a metà agosto in quanto impegnato con la Nazionale olimpica alle Olimpiadi di Pechino.[8] Il 23 agosto esordisce con la nuova maglia nell'incontro valido per il Terzo Turno di Coppa Italia contro il Modena, subentrando nella ripresa a Jaime Valdés.[9] In campionato il debutto avviene alla seconda giornata, nella gara che ha visto trionfare la Dea sul campo del Bologna.[10] Il 26 ottobre, nell'incontro valido per l'ottava giornata di campionato contro il Milan si infortuna gravemente al ginocchio, facendolo restare fuori dal campo di gioco per due mesi e mezzo.[11][12] L'8 febbraio sigla la sua prima rete con la maglia nerazzurra a Cagliari, con un tiro da fuori area.[13]

A fine campionato saranno 23 le presenze impreziosite da altri due goal, uno dei quali alla Juventus nella partita pareggiata 2-2 a Torino e un altro contro l'Inter campione d'Italia nella partita persa 4-3 a Milano.

Napoli[modifica | modifica sorgente]

Il 3 luglio 2009 viene acquistato dal Napoli per 11 milioni di euro (4,8 e l'altra metà di György Garics all'Atalanta e 5,5 al Parma).[14][15] Esordisce con la maglia partenopea il 23 agosto 2009 nella prima di campionato contro il Palermo, subentrando a Mariano Bogliacino.[16] Segna il primo gol il 28 ottobre 2009 nella partita al San Paolo contro il Milan - sua 100a partita in Serie A - dopo essere subentrato a Michele Pazienza, siglando al 90' con un sinistro al volo da fuori area il gol del momentaneo 1-2; la partita poi finirà 2-2.[17]

Il 24 gennaio 2010, nel match contro il Livorno, realizza il suo primo gol su punizione con la maglia partenopea, il primo ad essere realizzato su calcio piazzato dal Napoli in una partita ufficiale dopo più di un anno di digiuno.[18] In campionato colleziona complessivamente 28 presenze, di cui 11 dal primo minuto, con l'allenatore Walter Mazzarri, subentrato in corsa d'opera a Roberto Donadoni, che nel suo 3-4-2-1 gli preferisce a più riprese Michele Pazienza.[19]

Siviglia[modifica | modifica sorgente]

Il 4 agosto 2010 viene formalizzato il suo passaggio al Siviglia in prestito oneroso con diritto di riscatto.[20] Esordisce con la maglia andalusa dieci giorni dopo, il 14 agosto, nell'andata della Supercoppa di Spagna contro il Barcellona (3-1 per i rojiblancos al "Ramón Sánchez Pizjuán") fornendo l'assist per il gol del momentaneo pareggio di Luis Fabiano.[21] Il 30 settembre 2010, nella seconda gara della fase a gironi di Europa League, segna la sua prima rete con la maglia del Siviglia, rete che decide la partita esterna contro il Borussia Dortmund vinta, appunto, 1-0.[22]

In maglia andalusa trova nel complesso poco spazio: in campionato colleziona sei presenze, l'ultima delle quali l'8 gennaio 2011 (penultima giornata del girone di andata).[23] Dopo essere sceso in campo in Coppa del Re contro il Villarreal, il 12 gennaio seguente, non colleziona altre presenze nei restanti quattro mesi della stagione, fermandosi così a 18 presenze e 3 reti tra campionato e coppe.[24] A fine campionato ritorna al Napoli.

Il ritorno all'Atalanta[modifica | modifica sorgente]

Il 31 agosto 2011, ultimo giorno utile della sessione di calciomercato, torna all'Atalanta con la formula del prestito.[25] Ritorna ad indossare la maglia dell'Atalanta alla prima partita di campionato, partendo da titolare nell'incontro pareggiato per 2-2 con il Genoa. Il 25 settembre, alla quinta giornata contro il Novara, sigla la rete del 2-0 con un tiro da fuori area (la partita finirà 2-1 per la squadra bergamasca).[26]

A fine stagione il prestito viene rinnovato, con in aggiunta l'opzione per l'acquisizione della comproprietà,[27] prolungando contestualmente il contratto con il Napoli fino al 2015.[28] Parte titolare anche in questa stagione, siglando alla terza giornata il gol che decide il match in casa del Milan (0-1)[29]. A fine stagione il club bergamasco esercita il diritto di riscatto per la comproprietà[30]; nella stagione 2013-2014 segna un gol (in Atalanta-lazio 2-1, ottava giornata di campionato) e si ripete nel girone di ritorno in Atalanta-Chievo (2-1), per un totale di 33 presenze e 2 reti. Il 20 giugno 2014 l'Atalanta riscatta dal Napoli tutto il su cartellino[31].

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Ha collezionato 1 presenza in Under-18, 1 in Under-19, e 5 in Under-20.

Con la Nazionale Under-21 ha esordito l'11 ottobre 2005 in Italia Moldavia (1-0) sebbene fosse ancora convocabile per la categoria inferiore.

Dal 2006 viene costantemente convocato negli Azzurrini del nuovo C.T. Pierluigi Casiraghi che lo inserisce nella lista dei 23 per l'Europeo U-21 2007, dove però non scende in campo. Nonostante il terzo posto nel proprio girone, la Nazionale vince lo spareggio con i pari età del Portogallo permettendogli di accedere ai Giochi Olimpici dell'anno seguente.[32]

Dopo l'Europeo, diventa titolare inamovibile della Nazionale, guidando il centrocampo azzurro per il biennio 2007-2009.
Il 7 settembre 2007 a Trento, segna la sua prima rete in Nazionale Under-21, nella vittoria contro le Isole Fær Øer Under-21 per 2-1 (suo il gol decisivo).[33]

Il 16 maggio 2008 viene inserito da Casiraghi nella lista dei convocati per il Torneo di Tolone.[34] Segna uno dei rigori che permetteranno all'Italia di sconfiggere i pari età del Giappone ed accedere alla finale (poi vinta per 1-0 contro il Cile).[35][36]

Il 3 luglio 2008 è stato convocato nella Nazionale Olimpica per le Olimpiadi di Pechino.[37] Il 7 agosto esordisce nella manifestazione sportiva contro l'Honduras. La marcia degli Azzurrini si arresterà però ai Quarti di Finale dove verranno sconfitti dal Belgio.

L'anno successivo partecipa all'Europeo U-21 2009 in Svezia.[38] Nella competizione disputa tutte le partite (gli Azzurrini vengono sconfitti i Semifinale dalla Germania).[39]

Chiude la sua esperienza in Under-21 con 20 presenze e una rete.

Il 30 agosto 2010, in seguito al forfait del connazionale Claudio Marchisio, ottiene la sua prima convocazione in Nazionale maggiore, chiamato dal CT Cesare Prandelli in vista del doppio impegno nelle qualificazioni all'Europeo 2012 contro Estonia e Fær Øer.[40] Tuttavia, Cigarini non scende in campo nei due match.

Il 2 ottobre 2011, torna ad essere convocato da Cesare Prandelli in vista delle partite contro Serbia e Irlanda del Nord valide per la qualificazione agli Europei 2012, senza esordire.[41] Al termine della stagione viene inserito nella lista dei 32 pre-convocati per il Campionato europeo di calcio 2012[42].

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 18 maggio 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2004-2005 Italia Sambenedettese C1 33 4 CI-C  ?  ? - - - - - - 33 4
2005-2006 Italia Parma A 17 0 CI 4 0 - - - - - - 21 0
2006-2007 A 21 1 CI 4 1 CU 6 0 - - - 31 2
2007-2008 A 32 3 CI 0 0 - - - - - - 32 3
Totale Parma 70 4 8 1 6 0 - - 84 5
2008-2009 Italia Atalanta A 23 3 CI 1 0 - - - - - - 24 3
2009-2010 Italia Napoli A 28 2 CI 1 0 - - - - - - 29 2
2010-2011 Spagna Siviglia PD 6 0 CR 4 1 UCL+UEL 2[43]+4 0+2 SS 2 0 18 3
2011-2012 Italia Atalanta A 32 1 CI - - - - - - - - 32 1
2012-2013 A 26 2 CI 2 0 - - - - - - 28 2
2013-2014 A 33 2 CI 3 0 - - - - - - 36 2
Totale Atalanta 114 8 6 0 - - - - 120 8
Totale carriera 251 18 19 2 12 2 2 0 284 22

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

2008

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Scheda di Luca Cigarini, amonapoli.it
  2. ^ Cigarini, il nuovo Pirlo: «Napoli nel mio destino», corrieredellosport.it
  3. ^ Cigarini: «Stregato dal Napoli e da Donadoni» Corrieredellosport.it
  4. ^ Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 28 (2011-2012), Panini, 11 novembre 2012, p. 37.
  5. ^ La Rosa del Parma 1997-'98.
  6. ^ Bel colpo dell’Atalanta Preso Luca Cigarini, Ecodibergamo.it.
  7. ^ UFFICIALE: Cigarini all'Atalanta, Tuttomercatoweb.com.
  8. ^ Cigarini: "Atalanta, ti porto una medaglia", Bergamonews.it.
  9. ^ Terzo Turno TIM CUP: ATALANTA-MODENA 2 - 1, Modenafc.net.
  10. ^ Bologna-Atalanta 0-1, Paninidigital.com.
  11. ^ Atalanta, più grave del previsto l'infortunio a Cigarini, Tuttonapoli.net.
  12. ^ Del Neri scalda Cigarini e boccia il ritorno di Donati, Bergamonews.it.
  13. ^ Cagliari-Atalanta 0-1, Paninidigital.com.
  14. ^ Comunicato ufficiale SSC Napoli: acquistato Cigarini
  15. ^ Cigarini è pronto: «Napoli l'ho voluta io!», corrieredellosport.it
  16. ^ Palermo-Napoli 2-1, sscnapoli.it
  17. ^ Napoli-Milan 2-2, sscnapoli.it
  18. ^ Livorno-Napoli 0-2, sscnapoli.it
  19. ^ Rivelazioni, resurrezioni e delusioni: i voti di fine anno, tuttonapoli.net
  20. ^ Cigarini ya es Sevillista, sevillafc.es
  21. ^ Cigarini: "Fue un partido muy bello", sevillafc.es
  22. ^ Borussia Dortmund-Sevilla 0-1
  23. ^ Luca Cigarini - Primera División 2010/2011, worldfootball.net
  24. ^ Luca Cigarini - Partite di club, worldfootball.net
  25. ^ Trasferimenti - Atalanta, legaseriea.it
  26. ^ SCHELOTTO-CIGARINI: ATALANTA BATTE NOVARA 2-1, Atalanta.it
  27. ^ Cigarini ancora in nerazzurro, atalanta.it
  28. ^ Cigarini in prestito all'Atalanta, sscnapoli.it
  29. ^ [1], Atalanta.it
  30. ^ UFFICIALE: Atalanta, riscattato Cigarini, tuttomercatoweb.com, 5 luglio 2013. URL consultato il 5 luglio 2013.
  31. ^ Mercato nerazzurro: le operazioni chiuse venerdì 20 giugno Atalanta.it
  32. ^ L'Italia batte il Portogallo ai rigori, all'Olimpiade cinese del 2008 ci saranno anche gli Azzurrini, Parcarsport.it
  33. ^ Under 21: Cigarini piega le Far Oer, Virgilio.it
  34. ^ Torneo di Tolone: i convocati dell'Italia, Tuttomercatoweb.com
  35. ^ Tolone, Italia in finale Ma quanta fatica, Gazzetta.it
  36. ^ L’Italia conquista Tolone con Osvaldo, Solocalcio.com
  37. ^ Cigarini e Dessena alle Olimpiadi di Pechino, Repubblica.it
  38. ^ Consigli, Cerci e Cigarini agli Europei Under 21 in Svezia, Ecodibergamo.it
  39. ^ Europei Under 21: Italia sfortunata, Germania in finale, Ilsole24ore.com
  40. ^ Problemi alla schiena per Cassano. Marchisio torna a casa, convocato Cigarini, figc.it
  41. ^ Convocati per Serbia e Irlanda del Nord: rientrano Barzagli e Cigarini Figc.it
  42. ^ Europei, Cigarini e Schelotto nella lista dei 32 pre-convocati
  43. ^ Nei play-off.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]