Bleggio Superiore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bleggio Superiore
comune
Bleggio Superiore – Stemma
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Trentino-South Tyrol.svg Trentino-Alto Adige
Provincia Trentino CoA.svg Trento
Amministrazione
Sindaco Alberto Iori
Territorio
Coordinate 46°01′00″N 10°50′00″E / 46.016667°N 10.833333°E46.016667; 10.833333 (Bleggio Superiore)Coordinate: 46°01′00″N 10°50′00″E / 46.016667°N 10.833333°E46.016667; 10.833333 (Bleggio Superiore)
Altitudine 628 m s.l.m.
Superficie 32,67 km²
Abitanti 1 530[1] (31-12-2010)
Densità 46,83 ab./km²
Frazioni Balbido (Balbì), Bivedo (Bué), Cavaione ("Cavajón"), Cavrasto (Caveràst), Cornelle ("Cornèle"), Gallio ("Gàj"), Larido (Larì), Madice (Màdes), Marazzone (Maración), Marcè, Rango (Ranch), Santa Croce ("La Piéf")(sede comunale)
Comuni confinanti Bolbeno, Comano Terme, Fiavè, Ledro, Tione di Trento, Zuclo
Altre informazioni
Cod. postale 38071
Prefisso 0465
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 022017
Cod. catastale A902
Targa TN
Cl. sismica zona 3 (sismicità bassa)
Nome abitanti bleggiani (blégi)
Patrono Cavrasto (Santi Faustino e Giovita); Balbido (Santa Giustina); Bivedo (Sant'Antonio abate); Cavaione (San Rocco)
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Bleggio Superiore
Sito istituzionale

Bleggio Superiore (Blécc de Sóra in dialetto trentino[2][3]) è un comune italiano di 1.600 abitanti della provincia di Trento. Si tratta di un comune sparso con capoluogo e sede nella frazione Santa Croce.

Toponimo[modifica | modifica wikitesto]

Il nome della frazione capoluogo Santa Croce deriva dalla presenza nella chiesa parrocchiale della "Santa Croce del Bleggio", croce di legno ritenuta per fede popolare taumaturgica e quindi in grado di concedere grazie miracolose ai devoti che la invochino, come risulta da numerosi quadretti "ex voto" nella chiesa parrocchiale. Parte dello sviluppo edilizio della frazione capoluogo si sta svolgendo sul territorio del comune di Comano terme (già prima Bleggio Inferiore).

Il Bleggio era una delle "Sette Pievi delle Giudicarie" che per secoli hanno operato in sintonia con una certa autonomia dal Principe Vescovo di Trento, alla cui autorità erano sottoposte e che purtuttavia esercitava invece un dominio diretto su singoli territori delle Valli Giudicarie, come il Castello di Stenico in Banale.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]


Persone legate a Bleggio Superiore[modifica | modifica wikitesto]

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Variazioni[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1928 il comune viene soppresso e i suoi territori aggregati al comune di Bleggio; nel 1947 il comune viene ricostituito (Censimento 1936: pop. res. 1794).[5]

Frazioni[modifica | modifica wikitesto]

Piazzetta della fontana nella frazione di Rango

Le singole frazioni derivano da tipici masi alpini del Trentino costituiti da una o due famiglie, sovrappopolatisi con lo sviluppo demografico di fine ottocento/inizi Novecento, ed ora in fase di progressiva riduzione della popolazione dalla metà del Novecento.

Quadra[modifica | modifica wikitesto]

La "Quadra" è il nome locale dato all'insieme dei paesi di Bivedo (Buè), Larido (Larì), Marazzone (Maración) e Cavaione (Cavajón) nel comune di Bleggio Superiore. Altre frazioni sono: Santa Croce (La Pièf), Madice (Màdes), Cavrasto (Caveràst), Marcè, Cornelle (Cornèle), Balbido (Balbì), Rango (Ranch). Riguardo ai singoli paesi della Quadra si ricordano numerosi incendi sul finire dell'Ottocento che distrussero gran parte delle abitazioni; tra questi quello di Bivedo del 20 ottobre 1879, quello di Marazzone del 14 maggio 1893 e quello di Cavaione del 14 luglio 1894.[6]

Madice di Bleggio[modifica | modifica wikitesto]

Madice di Bleggio (Mades) era un tipico maso alpino di proprietà di due famiglie, Bonomi e Peregrinati (quest'ultima oggi estinta). Nel corso del XIX secolo successivi frazionamenti hanno portato ad una parcellizzazione della proprietà fondiaria, oggi estremamente frantumata, così come è successo in tutta la zona. Conta oggi 110 abitanti circa. È priva sia di chiesa che di cimitero, per i quali fa riferimento alla vicina frazione di Santa Croce del Bleggio. Madice prende il nome dalla prima famiglia, cioè quella dei "de madici" che vivevano nella "ca de goma" ancora presente nel paese.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Teresa Cappello, Carlo Tagliavini, Dizonario degli etnici e dei toponimi italiani, Bologna, ed. Pàtron, 1981.
  3. ^ Carla Marcato, Blèggio Superiore in Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Torino, UTET, 1990, p. 82.
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ Fonte: ISTAT - Unità amministrative, variazioni territoriali e di nome dal 1861 al 2000 - ISBN 88-458-0574-3
  6. ^ Notizie tratte dal sito http://www.donguettilorenzo.com

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]