Ashley Young

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ashley Young
Ashley Young.JPG
Dati biografici
Nome Ashley Simon Young
Nazionalità Inghilterra Inghilterra
Altezza 175 cm
Peso 64 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Squadra Manchester Utd Manchester Utd
Carriera
Giovanili
1995-2003 Watford Watford
Squadre di club1
2003-2007 Watford Watford 98 (19)
2007-2011 Aston Villa Aston Villa 157 (30)
2011- Manchester Utd Manchester Utd 59 (8)
Nazionale
2006-2007
2007-
Inghilterra Inghilterra U-21
Inghilterra Inghilterra
10 (1)
30 (7)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 12 febbraio 2014

Ashley Young (Stevenage, 9 luglio 1985) è un calciatore inglese, centrocampista del Manchester Utd e della Nazionale inglese.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

È un'ala o centrocampista. È uno dei calciatori inglesi più forti nel suo ruolo.[1]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Watford[modifica | modifica sorgente]

All'età di 10 anni Young viene notato dal Watford, che lo inserisce subito nelle giovanili dove l'allenatore Cummins gli da molta fiducia: la società lo deve portare quasi tutti i giorni da Stevenage a Watford, dove Young, nonostante la giovane età, dimostra di avere delle qualità superiori alla media.[1] A 16 anni riesce a frequentare la scuola del Watford al mattino facendo gli allenamenti al pomeriggio e frequentando le scuole estive a Stevenage. Qualche dirigente reputa troppo esile il suo fisico e Young, uscito dalle giovanili, decide di rimanere nel Watford senza contratto continuando ad allenarsi con gli Under-16 e con gli Under-17.[1] Un giorno gli viene proposto di giocare con gli Under-18: Young si fa notare, riuscendo a giocare la stagione con gli Under-18 e arrivando fino alla squadra B. A fine stagione gli viene offerto un contratto da professionista.[1]

Ha debuttato all'età di 18 anni con la maglia del Watford, sotto la guida del tecnico Ray Lewington, nel match giocato contro il Millwall, segnando anche una rete. Nella stagione 2003-2004, ha totalizzato cinque presenze da sostituto, oltre che l'esordio dal primo minuto in Coppa di Lega. Nella stagione successiva, è diventato un elemento importante per la sua squadra, prendendo parte a 34 partite e aiutando il club ad ottenere la salvezza. Sebbene non sia mai riuscito ad andare in rete, ha fornito tanti assist ai suoi compagni. È stato nominato, al termine del campionato, Giovane dell'anno.

Sotto la guida di Adrian Boothroyd nella stagione 2005-2006, a Young è stato affidato il nuovo ruolo di attaccante. Ha giocato quindi 42 partite, trovando la via del gol in 14 occasioni e aiutando così il Watford a raggiungere i play-off, dove ha battuto il Leeds United ed è stato promosso in Premiership.

Nella finestra di trasferimento invernale del 2007, tre club hanno offerto cinque milioni di sterline per acquistare il giovane talento dell'Inghilterra Under-21, ma il Watford ha rifiutato questi approcci. Successivamente, il club ha rifiutato anche un'offerta di sette milioni di sterline, da un club anonimo.[2]

Un'improvvisa offerta, vicina ai dieci milioni di sterline, è stata fatta dal West Ham United ed è stata accettata dal suo club. Young, però, ha rifiutato il trasferimento, dicendo che avrebbe preferito aspettare offerte da squadra che non rischiassero la retrocessione.[3]

Aston Villa[modifica | modifica sorgente]

Ashley Young prima di un match

Il 18 gennaio 2007, l'Aston Villa ha presentato un'offerta di otto milioni di sterline (arrivata poi a quasi dieci con alcune aggiunte), che è stata accettata. È stato lo stesso Martin O'Neill a trattare con il calciatore e due giorni dopo è arrivata la conferma di un accordo verbale.[4] Ha effettuato le visite mediche il 21 gennaio 2007 ed il trasferimento è stato ufficializzato il 23.[5] Otto giorni dopo, è arrivato il debutto contro il Newcastle United: Young ha segnato il suo primo gol, ma l'Aston Villa ha perso 3 a 1.[6]

Ha iniziato la stagione 2007-2008 sotto i migliori auspici: è stato nominato diverse volte Migliore in campo ed è stato premiato dalla convocazione nella Nazionale maggiore dell'Inghilterra. Nella partita contro il Blackburn Rovers, ha segnato uno splendido gol su calcio di punizione, dimostrando di essersi specializzato anche in questo aspetto.

Il 20 aprile 2008, ha segnato due gol e ha fornito due assist nella vittoria per 5 a 1 dell'Aston Villa sul Birmingham City.

È stato incluso nella formazione ideale della Premier League e, insieme a David James del Portsmouth, è l'unico calciatore che non fa parte di uno dei Big Four (Manchester United, Arsenal, Liverpool e Chelsea) e del Manchester City.

Manchester United[modifica | modifica sorgente]

Il 23 giugno 2011 si trasferisce al Manchester United per 17 milioni di sterline, con un contratto di 5 anni.[7] Fa il suo esordio nella Community Shield 2011, vinta per 3-2 dallo United. Il 14 agosto 2011 gioca la sua prima partita di campionato con i Red Devils nella prima giornata contro il West Bromwich Albion forzando un'autorete da Steven Reid all'81 minuto del secondo tempo, fissando il risultato sull'1-2 per lo United.[8] Segna una doppietta e fornisce l'assist per il gol di Park Ji-Sung il 28 agosto 2011 nella sfida interna contro l'Arsenal vinta dal Manchester United 8-2.

Inizia la stagione 2013/2014 con la vittoria per 2-0 in Community Shield ai danni della retrocesso Wigan. Il 18 dicembre 2013 dopo una stagione in cui non aveva realizzato alcuna rete nella gara vinta 0-2 sul campo dello Stoke City in Football League Cup. Il 21 dicembre 2013 trova il primo gol stagionale in Premier League nella gara vinta per 3-1 in casa contro il West Ham.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

A coronamento della bella stagione con il Watford nel 2005-2006, è stato convocato da Peter John Taylor nell'Inghilterra Under-21 per fronteggiare la Nazionale italiana B, assieme al compagno di squadra Chris Eagles ed entrambi hanno giocato da titolari nella vittoria per 1 a 0. Ha continuato a ricevere le convocazioni nella Nazionale Under-21 anche la stagione successiva.

Il 31 agosto 2007, Steve McClaren lo ha chiamato nella Nazionale maggiore per le partite contro Russia e Israele nelle qualificazioni al campionato d'Europa 2008. È stato convocato nuovamente per le partite contro Estonia e il ritorno con la Russia. Il debutto è arrivato il 16 novembre 2007, nell'amichevole con l'Austria.

Il 10 febbraio 2011, viene convocato da Fabio Capello per l'amichevole internazionale contro la Danimarca, in questa partita segna il suo primo gol con la nazionale maggiore. Il 4 giugno, inoltre, va nuovamente in goal contro la Svizzera con un diagonale che sancisce il 2-2.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Ha frequentato la stessa scuola, la Henry Newman School di Stevenage, del pilota di F1 Lewis Hamilton.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 25 febbraio 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppa nazionale Coppe europee Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2003-2004 Inghilterra Watford FD 5 3 FACup+CdL 0+1 0+0 - - - - - - 6 3
2004-2005 FLC 34 0 FACup+CdL 0+4 0+0 - - - - - - 38 0
2005-2006 FLC 42 14 FACup+CdL 0+1 0+1 - - - - - - 43 15
2006-2007 PL 20 3 FACup+CdL 1+2 0+1 - - - - - - 23 4
Totale Watford 101 20 9 2 110 22
gen.-giu. 2007 Inghilterra Aston Villa PL 13 2 FACup+CdL 0+0 0+0 - - - - - - 13 2
2007-2008 PL 37 8 FACup+CdL 1+1 0+0 - - - - - - 39 8
2008-2009 PL 36 8 FACup+CdL 3+1 0+0 Int+CU 2+6 1+1 - - - 48 10
2009-2010 PL 37 5 FACup+CdL 6+5 2+2 UEL 2 0 - - - 50 9
2010-2011 PL 34 7 FACup+CdL 2+3 0+2 UEL 1 0 - - - 40 9
Totale Aston Villa 157 30 22 6 11 2 190 38
2011-2012 Inghilterra Manchester Utd PL 25 6 FACup+CdL 0+0 0+0 UCL+UEL 3+4 1+1 CS 1 0 33 8
2012-2013 PL 19 0 FACup+CdL 2+0 0+0 UCL 2 0 - - - 23 0
2013-2014 PL 15 2 FACup+CdL 0+2 0+1 UCL 6 0 CS 0 0 23 3
Totale Manchester Utd 59 8 4 1 15 2 1 0 79 11
Totale carriera 317 58 35 9 26 4 1 0 379 71

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Trofei nazionali[modifica | modifica sorgente]

Manchester United: 2011, 2013
Manchester United: 2012-2013

Individuale[modifica | modifica sorgente]

  • Giovane dell'anno del Watford: 1
2004-2005
  • Membro della Squadra dell'Anno PFA: 1
2007-2008
2008-2009

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d L'ascesa di Ashley Young, UEFA.com. URL consultato il 13 dicembre 2012.
  2. ^ Watford reject £7m bid for Young, BBC Sport. URL consultato il 10 luglio 2008.
  3. ^ Young rejects Hammers move, Eurosport. URL consultato il 10 luglio 2008.
  4. ^ O'Neill - Young's on his way, football365.com. URL consultato il 10 luglio 2008.
  5. ^ Young completes £9.65m Villa move, BBC Sport. URL consultato il 10 luglio 2008.
  6. ^ Tactical Formation, Football-Lineups. URL consultato il 10 luglio 2008.
  7. ^ (EN) Reds sign Ashley Young, manutd.com.
  8. ^ Premier, lo United c'è, il Chelsea ancora no, rsnews.it.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]