Super 10 2004-2005

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Super 10 2004-2005
Logo della competizione
Competizione Super 10
Sport Rugby union pictogram.svg Rugby a 15
Edizione 75ª
Luogo Italia Italia
Partecipanti 10
Formula Girone unico + playoff
Sede finale Stadio Plebiscito (Padova)
Risultati
Vincitore Calvisano
(1º titolo)
Secondo Benetton Treviso
Retrocessioni Leonessa
Statistiche
Miglior marcatore Nuova Zelanda Gerard Fraser (272)
Record mete Australia Brendan Williams (14)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2003-04 2005-06 Right arrow.svg

Il Super 10 2004-05 fu il 75º campionato nazionale italiano di rugby a 15 di prima divisione.

Per esigenze di sponsorizzazione chiamato Findomestic Super 10, vide il ritorno in massima divisione dell'Amatori Catania[1] che, da neopromossa, riuscì a qualificarsi per le semifinali-scudetto[1].

La finale fu, per il quarto anno consecutivo, Benetton Treviso contro Calvisano, quest'ultimo a sua volta alla quinta gara-scudetto di seguito; all'ennesimo tentativo i lombardi riuscirono a centrare il loro primo titolo, divenendo la tredicesima formazione a iscrivere il proprio nome nell'albo d'oro del campionato.

La finale, disputata come le due precedenti al Plebiscito di Padova di fronte a circa 9 600 spettatori, vide protagonista il neozelandese già Crusader Gerard Fraser, autore di tutti i 25 punti (contro 20) con cui Calvisano vinse l'incontro: una meta, una trasformazione e sei calci piazzati tra i pali, contro due mete trevigiane trasformate, un piazzato e un drop[2].

L'European Rugby Cup ridisegnò la Challenge Cup, cui furono ammesse tre squadre italiane più l'eventuale perdente lo spareggio italo-celtico per la Heineken Cup: nell'occasione il Viadana fu sconfitto in tale spareggio dai Cardiff Blues e andò a disputare la Challenge Cup 2005-06; la seguì in tale competizione l'Amatori Catania, l'altra semifinalista perdente, e le due vincitrici degli spareggi tra le classificate dal quarto all'ottavo posto, che furono L'Aquila e Parma.

A retrocedere in serie A fu invece la Leonessa, club nato solo tre anni prima e che si sciolse tre anni più tardi[1].

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Sponsor Città Impianto interno
Amatori Catania Catania Stadio Santa Maria Goretti
L'Aquila Conad (grande distribuzione) L'Aquila Stadio Tommaso Fattori
Benetton Treviso Benetton (abbigliamento) Treviso Stadio Comunale di Monigo
Calvisano Ghial (alluminio e profilati) Calvisano (BS) Stadio San Michele
GRAN Parma SKG (climatizzazione auto) Parma Stadio Sergio Lanfranchi
Leonessa ADMO (Volontariato) Brescia Stadio Aldo Invernici
Parma Overmach (meccanica) Parma Stadio Sergio Lanfranchi
Petrarca Carrera (abbigliamento) Padova Stadio Plebiscito
Rovigo Rovigo Stadio Mario Battaglini
Viadana Arix (pulizia della casa) Viadana (MN) Stadio Luigi Zaffanella

Stagione regolare[modifica | modifica wikitesto]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

4-9-2004 1ª/10ª giornata 18-12-2004
18-38 Amatori Catania - Viadana 20-34
48-9 Benetton Treviso - L'Aquila 16-9
65-3 Calvisano - Rovigo 6-22
27-22 Parma - Leonessa 20-17
27-29 Petrarca - GRAN Parma 11-16
22-9-2004 4ª/13ª giornata 26-3-2005
29-29 Viadana - GRAN Parma 25-12
18-39 L'Aquila - Calvisano 17-36
19-30 Rovigo - Benetton Treviso 7-7
34-34 Leonessa - Petrarca 14-16
27-28 Parma - Amatori Catania 31-39
9-10-2004 7ª/16ª giornata 16-4-2005
42-27 Viadana - Leonessa 42-9
22-22 L'Aquila - Rovigo 29-45
20-23 Calvisano - Benetton Treviso 19-15
33-42 Petrarca - Amatori Catania 20-35
24-31 GRAN Parma - Parma 6-8
11-9-2004 2ª/11ª giornata 22-12-2004
42-8 Viadana - Petrarca 17-39
25-24 L'Aquila - Amatori Catania 18-25
20-10 Rovigo - Parma 15-31
10-53 Leonessa - Benetton Treviso 5-66
21-32 GRAN Parma - Calvisano 8-35
26-9-2004 5ª/14ª giornata 30-4-2005
23-30 Amatori Catania - Benetton Treviso 15-35
54-30 Viadana - Rovigo 21-20
47-16 Calvisano - Leonessa 54-7
52-12 Petrarca - Parma 17-37
18-18 GRAN Parma - L'Aquila 9-47
16-10-2004 8ª/17ª giornata 23-4-2005
29-12 Amatori Catania - Calvisano 31-36
47-24 Benetton Treviso - GRAN Parma 57-28
25-25 Leonessa - L'Aquila 25-31
12-23 Parma - Viadana 21-34
20-22 Petrarca - Rovigo 20-20
18-9-2004 3ª/12ª giornata 22-1-2005
24-16 Amatori Catania - Leonessa 9-16
33-0 Benetton Treviso - Parma 42-13
22-17 Calvisano - Viadana 6-26
19-18 Petrarca - L'Aquila 41-27
35-19 GRAN Parma - Rovigo 14-37
2-10-2004 6ª/15ª giornata 9-4-2005
64-13 Benetton Treviso - Petrarca 34-26
18-17 L'Aquila - Viadana 20-47
23-27 Rovigo - Amatori Catania 24-19
25-23 Leonessa - GRAN Parma 24-23
28-22 Parma - Calvisano 3-21
20-11-2004 9ª/18ª giornata 30-4-2005
29-21 Viadana - Benetton Treviso 21-19
29-27 L'Aquila - Parma 27-23
28-19 Rovigo - Leonessa 6-44
45-22 Calvisano - Petrarca 18-22
28-6 GRAN Parma - Amatori Catania 10-29

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Squadra G V N P PF PS DP B Pt
Play off.png 1. Benetton Treviso 18 14 1 3 640 290 350 12 70
Play off.png 2. Viadana 18 14 1 3 558 351 207 11 69
Play off.png 3. Calvisano 18 12 0 6 536 336 200 11 59
Play off.png 4. Amatori Catania 18 9 0 9 443 456 -13 8 44
5. Rovigo 18 7 3 8 382 473 -91 4 38
ECC Icon.png 6. L'Aquila 18 6 3 9 407 506 -99 5 35
7. Petrarca 18 6 1 11 437 526 -89 8 34
ECC Icon.png 8. Parma 18 7 0 11 361 471 -110 5 33
9. GRAN Parma 18 4 2 12 357 507 -150 8 28
1downarrow red.svg 10. Leonessa 18 5 1 12 363 568 -205 5 27


Spareggi per l'European Challenge Cup 2005-06[modifica | modifica wikitesto]

Rovigo 2005 Rovigo 17 – 20 Parma Stadio Mario Battaglini

L'Aquila 2005 L'Aquila 22 – 17 Petrarca Stadio Tommaso Fattori

Playoff[modifica | modifica wikitesto]

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Andata[modifica | modifica wikitesto]

Catania 2005 Amatori Catania 20 – 25 Benetton Treviso Stadio Santa Maria Goretti

Calvisano 2005 Calvisano 16 – 9 Viadana Stadio San Michele

Ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Treviso 2005 Benetton Treviso 41 – 21 Amatori Catania Stadio Comunale di Monigo

Viadana 2005 Viadana 13 – 13 Calvisano Stadio Luigi Zaffanella

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Padova
28 maggio 2005
Calvisano 25 – 20 Benetton Treviso Stadio Plebiscito (9 465 spett.)
Arbitro Stefano Mancini (Frascati)

Verdetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Volpe, pag. 90
  2. ^ Stefano Pozzi, Buona la quinta. Il Calvisano campione d'Italia in Corriere della Sera, 29 maggio 2005. URL consultato il 6 maggio 2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Francesco Volpe, Paolo Pacitti, Rugby 2009, Roma, ZESI, 2008.


rugby Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rugby